Pubblicato in: Concerti News

Presentata la Stagione 2014-15 de laVerdi

Marco Valerio 5 anni fa
orchestra-laverdi-milano

1_laVerdiÈ stata presentata questa mattina a Palazzo Marino, presso la Sala Alessi, la Stagione 2014-15 dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, meglio nota, semplicemente, come laVerdi.

La presentazione della nuova Stagione è avvenuta alla presenza del Maestro Zhang Xian (Direttore Musicale de laVerdi), del Maestro Ruben Jais (Direttore Artistico), di Gianni Cervetti e Luigi Corbani (rispettivamente Presidente e Direttore Generale). Erano inoltre presenti il vicesindaco di Milano Ada Lucia De Cesaris e gli assessori del Comune di Milano Filippo Del Corno (Cultura) e Franco D’Alfonso (Commercio, Attività produttive,Turismo).

Una Stagione quella 2014-15 lunga 16 mesi che coprirà anche il periodo estivo corrispondente allo svolgimento di Expo. Sottotitolo della nuova annata de laVerdi è, non a caso “Nutrile la Mente, nutrire lo Spirito”, chiaro riferimento al tema dominante dell’esposizione universale che avrà luogo a Milano a partire dal 1 maggio 2015.

La Stagione 2014-2015 è dedicata al direttore d’orchestra russo Vladimir Delman, in occasione del ventesimo anniversario della sua scomparsa, e presenta un programma ricchissimo: 64 settimane di musica, dalla barocca alla contemporanea, alcuni brani in prima esecuzione assoluta, opere liriche in forma di concerto, jazz, musica per il cinema, danza, con le grandi pagine sinfonico-corali e il repertorio dei capolavori di Čajkovskij, Mozart, Mahler e molti altri.

La Stagione sinfonica de laVerdi, giunta alla ventiduesima edizione, sarà inaugurata dal concerto diretto dal Maestro Zhang Xian al Teatro alla Scala, domenica 14 settembre, con un programma interamente dedicato a Pëtr Ilič Čajkovskij. Un esordio non casuale, in quanto il compositore russo sarà al centro della Stagione e sarà eseguito tutto il suo repertorio sinfonico, incluso il Manfred, una selezione dai balletti più conosciuti, tutte le ouverture legate all’opera di Shakespeare, oltre alla celeberrima 1812.

Anche Brahms, con il ciclo integrale delle sue sinfonie, e Beethoven, con l’esecuzione delle sinfonie dispari, caratterizzeranno la Stagione che vede affiancare il sinfonismo europeo al grande repertorio del XX secolo americano: Leonard Bernstein, con la prima esecuzione italiana della nuova versione di Kaddish; Winston Marsalis, con la sua terza sinfonia, così profondamente legata al mondo del Jazz; Duke Ellington, con la sua versione dello Schiaccianoci.

Previsti poi due festival dedicati a compositori celeberrimi: marzo vedrà un Ciclo Mozart con l’esecuzione degli ultimi concerti per pianoforte del salisburghese; aprile un Ciclo Mahler con l’esecuzione delle sinfonie dispari, dopo che quelle pari hanno caratterizzato la Stagione 2013-14.

L’appuntamento con l’opera vede una nuova collaborazione con il Teatro La Fenice di Venezia per l’esecuzione in forma di concerto di Madama Butterfly di Giacomo Puccini, sotto la bacchetta di Jader Bignamini.

Tornano poi appuntamenti classici che scandiscono il calendario de laVerdi: la Messa da Requiem di Giuseppe Verdi a novembre, la IX Sinfonia di Beethoven a Capodanno, la Passione bachiana (quest’anno la secondo Matteo),  durante la Settimana Santa.

La fase estiva aprirà a giugno con i Carmina Burana di Carl Orff e proseguirà, a luglio, con il ritorno della Swing Symphony di Wynton Marsalis, con l’Orchestra sinfonica e la Big Band di Paolo Tomelleri insieme sul palco e la direzione di Wayne Marshall. Agosto e settembre saranno mesi che vedranno una serie di appuntamenti dedicati ai compositori di musica da film.

Gli appuntamenti del periodo Expo saranno cadenzati da The Expo Variations, ovvero un ampio ciclo di brani sinfonici che laVerdi ha commissionato a Nicola Campogrande in occasione di Expo 2015. Il progetto prevede la composizione di ventiquattro trasformazioni di un tema che, ogni volta, si incrocia con frammenti ed echi dell’inno nazionale di uno dei Paesi ospitati a Expo 2015.

La Stagione de laVerdi includerà, inoltre, 14 concerti della nuova serie Around the World (omaggio musicale ai Paesi dell’Expo), oltre a 16 eventi speciali, tra cui il Concerto per l’Europa (9 maggio 2015) e il Concerto per la chiusura di Expo (31 ottobre 2015). Oltre alle Expo Variations di Nicola Campogrande, laVerdi ha commissionato a Luis Bacalov la realizzazione di un divertimento buffo sul tema del vino, tratto da una commedia di Giancarlo Cignozzi.

In concomitanza con il semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea, il 3 novembre si terrà un concerto per ricordare la tragedia della prima guerra mondiale e i settant’anni di pace in Europa. Sono previsti, inoltre, concerti per celebrare la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne (25 novembre 2014 e 24 novembre 2015) e la Giornata mondiale in memoria delle vittime dell’Olocausto (27 gennaio).

Con la stagione de laBarocca (11 concerti), sono stati accostati agli appuntamenti tradizionali del Messiah di Handel, dell’Oratorio di Natale e di Pasqua di Bach opere straordinarie di Alessandro Scarlatti, di Giacomo Carissimi, di Henry Purcell.

Al sabato pomeriggio si svolge il ciclo Made in Italy (12 concerti) dedicato alla musica italiana, che si apre con un omaggio a due autori “milanesi” come Gino Negri e Fiorenzo Carpi, le cui musiche sono state la colonna sonora della ricostruzione di Milano dopo la guerra.

Da segnalare, infine, la stagione del Crescendo in Musica con 15 appuntamenti al sabato pomeriggio: Crescendo in Musica è la rassegna che laVerdi dedica ai bambni, i ragazzi e le famiglie, taglia il traguardo della XVI stagione consecutiva.

Etichette: