Pubblicato in: Concerti

Palazzo Marino in Musica: 9 concerti gratuiti tra Oriente e Chiaroscuri

palazzo marino in musica 2018
Foto: VisualHunt

Ritorna uno degli appuntamenti più amati dagli audiofili e dai cultori milanesi di musica classica. Naturalmente parliamo di Palazzo Marino in Musica, che per la stagione 2018 arriva alla sua settima edizione.

Si riprende dunque dall’11 febbraio, in una manifestazione che è divisa in due tronconi principali, ovvero “Chiaroscuri e Dissonanze. Da Monteverdi a Caravaggio” – tre concerti l’11 febbraio, l’11 marzo e l’8 aprile – e “Sentieri d’Oriente” dal 6 maggio al 4 novembre.

La Sala Alessi di Palazzo Marino al cuore della politica milanese, sito in piazza della Scala 2, vedrà esibirsi per la prima volta solisti ed ensemble internazionali, per un totale di nove incontri (tre in più rispetto agli anni passati).

Palazzo Marino in Musica: il programma

La prima tranche – Chiaroscuri e dissonanze. Da Monteverdi a Caravaggio. –  è realizzata in collaborazione con le Gallerie d’Italia in occasione della mostra “L’ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri” ospitata nella sede museale di Intesa Sanpaolo.

Tre concerti di musica antica in un percorso attraverso la vivace vita musicale di corte dell’Italia moderna, dalla maturità del Rinascimento, carico di ricchezza espressiva, sino al primo Barocco, con le sue rinnovate forme compositive.

Domenica 11 febbraio, ore 11.00

Il canto delle gentildonne – Il Caleidoscopio Ensemble

Un affascinante viaggio nella musica del primo Seicento italiano, che vede emergere, in musica come in pittura, grandi ingegni e arditi sperimentatori di nuovi stili. La forma prediletta è il canto monodico, dove spicca in primo piano la melodia della voce sola, la quale inscena il testo poetico in maniera immediata, chiaramente intelligibile.

Domenica 11 marzo, ore 11.00

Suonatori di liuto – Quartetto di Liuti da Milano

Una panoramica della musica rinascimentale e del primo Barocco dalla prospettiva del liuto, strumento mediterraneo che ha conquistato, per la sua duttilità e dolcezza del suono, l’intera Europa del Rinascimento. Saranno eseguite sia pagine propriamente strumentali, tratte dal repertorio delle danze, sia brani vocali in forma strumentale (madrigali e canzonette), oltre ad alcuni esempi della musica “nuova” che, agli inizi del Seicento, era espressione del cambiamento del gusto artistico e dell’esasperata ricerca di novità.

Domenica 8 aprile, ore 11.00

Vattene pur, crudel! Dramma e amore nel madrigale italiano – Domus Artis

Un viaggio tra i capolavori del madrigale dal Rinascimento fino a Monteverdi. L’ensemble vocale, composto da musicisti provenienti da differenti paesi (Argentina, Brasile e Ungheria), eseguirà, insieme ad alcuni capolavori di Claudio Monteverdi, anche brani di Cipriano de Rore, Giaches de Wert, Sigismondo d’India e Luca Marenzio,, testimoni della prima stagione del madrigale, della quale Monteverdi rappresenta il vertice assoluto.

Sentieri d’Oriente propone un cartellone di assoluta novità che si apre ai differenti linguaggi musicali nati, nel corso del tempo, dallo scambio e dalla contaminazione culturale tra Europa e Asia. Sei concerti, che si terranno la prima domenica del mese da maggio a novembre, esploreranno in musica il tema dell’Orientalismo, raccontando il lungo percorso di avvicinamento tra culture lontane.

Un viaggio che parte dai padri missionari dell’epoca moderna che, percorrendo la Via della Seta, arrivarono in Oriente, e che prosegue con la moda orientalista di fine ottocento di Puccini, Mascagni, Massenet, per giungere sino alle nuove sonorità di compositori contemporanei come Glass, Sheng e Hokosawa.

Domenica 6 maggio, ore 11.00

Incontri musicali lungo la Via della Seta – Silk Road Ensemble

Domenica 3 giugno, ore 11.00

Esotismo e favole in musica – Conservatorio G. Verdi di Milano

Domenica 1 luglio, ore 11.00

I colori dell’estremo Oriente – Trio Kanon

Domenica 2 settembre, ore 11.00

Missionari musicisti nella Cina imperiale – Ensemble Alraune

Domenica 7 ottobre, ore 11.00

Sogni d’Oriente – Quartetto Indaco

Domenica 4 novembre ore 11.00

Sonorità dall’Europa orientale – Federica Bortoluzzi

Ingresso gratuito con prenotazione.

  • 80 biglietti gratuiti potranno essere riservati online a partire dalle 14.00 del giovedì precedente ogni concerto.
  • 40 biglietti gratuiti saranno disponibili  a partire dalle ore 14.00 del giovedì precedente ogni concerto presso InfoMilano – Ufficio Informazioni Turistiche in Galleria Vittorio Emanuele angolo Piazza della Scala. Tel. 02 88 45 55 55. Orari d’apertura: lunedì – venerdì 9.00-19.00; sabato: 9.00-18.00.
  • Per ritirare i biglietti cartacei è necessario comunicare il proprio nominativo e quello del proprio accompagnatore. Sarà possibile ritirare fino a due biglietti a persona presso
  • Per motivi di sicurezza, al momento dell’ingresso a Palazzo Marino, è obbligatorio mostrare un documento di riconoscimento.
Etichette:
Offerta Libraccio 2018