Pubblicato in: News

Milano fiorisce con Orticola, la mostra mercato “verde” tra eventi diffusi e laboratori

Redazione 3 mesi fa
orticola-2024-milano-min

Torna la mostra mercato più conosciuta e amata di Milano: Orticola. L’esposizione principale dell’edizione 2024 si potrà visitare come sempre presso i Giardini Pubblici Indro Montanelli, e i giorni di attività sono quelli del weekend da mercoledì 9 a domenica 12 maggio, prendendo tra le sue date anche la Festa della Mamma.

Generazione G: Giovani Giardinieri crescono è il tema di quest’anno, con laboratori, iniziative ed eventi che abbracciano il mondo dei giovani e dei giovanissimi per avvicinarli al mondo del gardening e della sostenibilità ambientale. Paese ospite di quest’anno è la Svizzera, tra i paesi più verdi d’Europa.

Le iniziative di Orticola proseguono anche fuori dai cancelli dei Giardini Pubblici con il FuoriOrticola che coinvolge la città attraverso una serie di eventi diffusi per i musei, le gallerie, i giardini e i castelli i Milano e dintorni.

Corsi, laboratori e una caccia al tesoro. Gli eventi di Orticola 2024

Fiore all’occhiello di tutte le edizioni della mostra-mercato sono gli eventi: corsi, laboratori, talk, workshop realizzati nelle Aree Corsi o presso gli stand degli espositori.

Cosa si imparerà a fare a Orticola? Ad esempio a tingere i tessuti con le piante, a conoscere le rose Tea e le dalie, scoprire chi sono le “piante di ferro” e come coltivare il “Re dei balconi” o arredarli con le aromatiche che usiamo in cucina o come si fa a concimare e perché bisogna farlo. E ancora come portare i fiori in tavola, come disegnare una “Giggia”, creare una ghirlanda, un vaso di terracotta, decorare le uova e creare cerchietti tra moda e flora.

Allo stand Grancereale sarà possibile prendere parte, da venerdì a domenica, ai workshop all’insegna del “100% vegetale”, tra food e fotografia per imparare la ricetta per una colazione originale con Elisabetta e Federica Pennacchioni, creatrici e autrici de “Il Goloso Mangiar Sano”, e scoprire trucchi e segreti per ottenere scatti straordinari con il proprio smartphone con i consigli di Luca Locatelli, fotografo di National Geographic.

© Aldo Castoldi

Leroy Merlin invita a partecipare nelle giornate di sabato e domenica ai loro workshop, in collaborazione con 7 If Creative Hub, i visitatori possono imparare la coltivazione idroponica, scoprire il mondo verde sospeso dei Kokedama, i trucchi per curare le piante da interno e creare i terrarium.

Per i bambini, tutti i giorni dalla 10 alle 18 sono presenti i laboratori di Kikolle Lab che, nel pieno rispetto del tema 2024, propongono come creare il giardino planetario di Gilles Clément o come diventare GG. Sempre in tema e in ambito totale di sostenibilità, altri laboratori dedicati ai bambini insegnano ad esempio come trasformare i cartoni delle uova in fiori, a costruire un hotel per gli insetti, a osservare piante e fiori e farli diventare opere!

Senza dimenticare iODonna che invita a “to plant to love” a cura di Naïs che aiuta a decorare vasi di terracotta con creatività e stile. E ancora Giardino Antico che propone una conversazione con Clark Lawrence e il suo orto-giardino di Borgo Virgilio (Mn) e come allestire un tavolo all’aperto con Lina Farage. Senza dimenticare i tanti laboratori, incontri e presentazioni presso lo stand di Gardenia.

E per giovani neofiti, appassionati giardinieri, curiosi del mondo vegetale e non, di tutte le età, un’appassionante Caccia al Tesoro alla ricerca di “chicche” botaniche, facili facili, aiutati dai ragazzi della Fondazione Minoprio, che accompagnano anche i visitatori nelle visite guidate, sabato e domenica, alla scoperta delle novità e dei premiati Orticola 2024.

Dialoghi in Giardino: gli appuntamenti 2024

A Orticola ritornano ancora più interessanti i Dialoghi in giardino con ospiti speciali, personalità istituzionali ed esperti botanici. Il calendario prevede incontri dedicati alle varie sfaccettature della botanica e del giardinaggio.

  • Giovedì 9 maggio alle 17 al Padiglione Orticola: “Le connessioni tra uomo e natura”. Una conversazione con particolare attenzione ai giovani, alle loro aspettative, prospettive e formazione. Partecipano Anna Scavuzzo, Vice Sindaco e Assessora all’Istruzione, Michele Fürst, Direttore del Centro Professionale del Verde di Coldreno-Mezzana (Svizzera), Andrea Pieroni, Professore di Etnobotanica ed Etnobiologia presso l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Elena Secondo, dalla Reggia di Versailles.
  • Venerdì 10 alle 10.30 appuntamento dedicato alle camelie rifiorenti, a cura dell’Associazione Italiana Camelia Onlus.
  • Venerdì alle 11.30 Carlo Salvi Del Pero di Vivaio delle Commande illustra le tematiche della riproduzione e coltivazione delle peonie. Conclude l’incontro Roberto Gamoletti, ibridatore e socio dell’American Peony Society, che interviene sui metodi di propagazione non convenzionali degli ibridi intersezionali.
  • Domenica 12 alle 15 è la volta di Giovanni Buffa del Vivaio G&G Buffa che illustra quali peonie scegliere e a seguire Roberto Gamoletti approfondisce le peonie intersezionali.
  • Domenica alle 14 Andrea Bresciani e Nicola Caffi Avogadri (@giardinoincitta e @dr_agronomo_caffi_avogadri) conversano con i presenti sulla scelta delle specie e sulle più recenti tecniche di coltivazioni attente all’ambiente con l’aiuto di alcune piante de Il Melo Selvatico. A seguire visita guidata allo stand del vivaio in Mostra.

FuoriOrticola: gli appuntamenti in città e fuoriporta

FuoriOrticola, la rassegna diffusa che porta “il verde” a Milano quest’anno torna con “La voce di Orticola”, una serie di podcast, della durata di pochi minuti, per conoscere curiosità botaniche e approfondimenti sull’arte figurativa, coinvolgendo musei, mostre e giardini di Milano.

L’iniziativa 2024 si apre al pubblico lunedì 6 maggio e prosegue nel mese con una serie di eventi diffusi nei luoghi più carismatici della cultura milanese (e non solo!) e dello shopping cittadino più chic con iniziative aperte al pubblico, che coinvolgono musei, ville, giardini, orti con aperture straordinarie, eventi in esclusiva, ingressi scontati e gratuiti, e poi i tanti negozi e gli ispirati floral designer che danno voce alla loro creatività creando vetrine eleganti, appariscenti, da togliere il fiato.

I musei amici di Orticola si arricchiscono di una nuova presenza: Civico Planetario Ulrico Hoepli che propone una apertura straordinaria al “Giardino delle stelle”, aggiungendosi a quelli che ormai da anni partecipano all’iniziativa, quali Castello Sforzesco, Museo del Novecento, GAM Galleria d’Arte Moderna, Museo Bagatti Valsecchi, Orto Botanico di Brera, Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, Museo Poldi Pezzoli, Triennale, MUDEC, Casa Museo Boschi Di Stefano, Fondazione Luigi Rovati, Museo del Risorgimento, Galleria Salamon, Palazzo Morando, MuBa, Museo Botanico Aurelia Josz, PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, Palazzo Reale, Gallerie d’Italia.

Le Gallerie d’Italia ospiteranno quest’anno il finissage del FuoriOrticola in occasione della mostra Hug me sabato 18 e domenica 19 maggio. L’artista Fabio Pietrantonio incontra i visitatori offrendo la sua personale riflessione sul ciclo vitale dell’albero. Un’attività creativa, ricca di suggestioni simboliche e spirituali che si ispirano a un rapporto armonico con la natura nella quale i partecipanti si troveranno a interrogarsi, opportunamente guidate dall’artista, sul rapporto di simbiosi e di sintonia, per stimolare una riflessione sul rapporto tra l’uomo e la natura. Il laboratorio è preceduto da una visita guidata al percorso espositivo tenuta da Stefano Sbarbaro, curatore della mostra.

Da ricordare anche il Museo di Storia Naturale per la partecipazione all’iniziativa anche quest’anno e dove è in esposizione “Botanica Illustrata”, 40 anni di piante e giardini raccontati da Gardenia e dai suoi disegnatori. Gardenia, la rivista italiana di riferimento per il giardinaggio e la cultura del verde, festeggia i suoi 40 anni riunendo in una mostra le tavole originali di artisti e illustratori pubblicate sulle sue pagine dal 1984 a oggi.

Un’occasione per scoprire come nasce un’illustrazione botanica e ammirare opere uniche firmate dai tanti autori di spicco italiani e stranieri. Gardenia, per festeggiare i suoi 40 anni e nell’ambito del FuoriOrticola 2024, realizza con la collaborazione scientifica di Palazzo Reale e di Elena Secondo, Responsabile delle fioriture del Trianon della Reggia di Versailles, un’installazione nel cortile d’onore della reggia milanese.

L’opera, un’installazione vegetale, che riprende il disegno di una fontana esistente in passato e che era emblema del prestigio e del potere della casata dei Visconti. Pietre al centro e graminacee che simulano l’acqua e che si trasformano, muovendosi verso l’esterno, in una fiorita prateria di erbacee perenni dai toni del rosa, del bianco e del giallo con la collaborazione di Fondazione Minoprio, Vivaio Valfredda, Togni Giardini e dell’artigiano Marco Gaviraghi Calloni.

FuoriOrticola è anche momenti nelle diverse zone della città, in luoghi piccoli, ma ricchi di natura, come gli Orti di via Padova, il Giardino Bing in via Rho e l’Orto Tintorio di via Nervesa o incontri culturali al Museo di Storia Naturale, come la presentazione martedì 7 del libro “I Giardini di Venezia” con gli autori Toto Bergamo Rossi, Marco Bay e Marco Valmarana e “Dieci per cento” per il centenario dell’Università degli Studi di Milano che presenta, il 14 maggio, la bellezza della biodiversità raccontata dai modelli pomologici della Collezione Garnier Valletti, a cui Orticola ha concesso il patrocinio.

FuoriOrticola, le iniziative fuori Milano

Anche quest’anno FuoriOrticola approda sul Lago di Como e Villa Melzi d’Eril di Bellagio, appositamente in occasione di Orticola, apre le porte per mostrare per la prima volta il risultato dell’approfondimento storico, a cura del professor Paolo Cottini, per studiare i tempi e i modi in cui il Giardino Storico di Villa Melzi d’Eril assunse il ruolo di esempio massimo del giardino paesistico. Il risultato è l’immagine dello stato di fatto dei Giardini nel 1850 resa visibile sul touch-screen presente nello spazio museale, con l’aggiunta di oculus che permette un’esperienza immersiva dell’atmosfera dell’epoca: un salto all’indietro nel tempo con “occhi” del futuro.

Villa Carlotta di Tremezzina e Villa Monastero di Varenna partecipano con ingressi scontati e gratuiti, mostre, percorsi sensoriali e passeggiate storico culturali Alle tre ville si aggiunge quest’anno Villa del Grumello a Como che inaugura “Caravanserraglio”: racconti dal mondo di Plinio il Vecchio declinato per adulti e bambini. Da un lago all’altro, per la prima volta aprono i loro giardini ai visitatori di Orticola, le Isole Borromeo sul Lago Maggiore.

Il tour prosegue a est, dalla Lombardia, con una sosta agli Orti della Legnana a Bussero in un mix di pittura e jazz, all’Emilia-Romagna per visitare il Castello di Grazzano Visconti e poi a ovest verso il Piemonte, per incontrare il Castello di Miradolo a San Secondo di Pinerolo, già presente da qualche anno, e due new entry: Villa Anelli a Oggebbio in provincia di Verbania e il Castello di Montecavallo a Vigliano Biellese per la mostra “Spiriti del tempo”.

Orticola 2024: info utili per la visita

Orari:

  • Giovedì dalle ore 15 alle ore 19
  • Venerdì, sabato e domenica dalle ore 9.30 alle ore 19.30

Biglietti:

  • Biglietto intero 12,50€
  • L’ingresso è gratuito per i diversamente abili con un’invalidità del 100% che impedisce di essere autonomi con un accompagnatore.
  • Dal 2024 l’ingresso gratuito per i ragazzi sale fino a 17 anni. Inoltre, a sostegno del tema della mostra-mercato di quest’anno, è previsto un biglietto scontato a € 10 per i giovani da 18 a 29 anni

L’acquisto dei biglietti è esclusivamente on line sul sito orticola.org e midaticket.it.