Pubblicato in: Concerti News

Musica al Parenti 2016 tra jazz, elettronica e trance

Marco Valerio 3 anni fa
musica-al-parenti-2016

musica-al-parenti-2016

Il Teatro Franco Parenti prosegue il suo viaggio dentro la musica nelle sue espressioni più diverse e più prossime al linguaggio teatrale: il jazz, forse la musica più teatrale che esista, la musica elettronica per spettatore seduto e, la trance, che coinvolge il pubblico in un’esperienza totale di emozioni visive, sonore, sensoriali culminanti con un’orchestra di soli archi sul palcoscenico galleggiante della piscina.

Dal 6 marzo al 9 maggio la Sala Grande del teatro milanese ospita la prima edizione della rassegna Jazz al Parenti, a cura di Gianni Gualberto Morelenbaum e dedicata alla musica improvvisata per antonomasia. Il calendario parte con l’immaginifico e sofisticato camerismo del celebrato gruppo brasiliano Trio da Paz (domenica 6 marzo, ore 11), per poi toccare il post-modernismo di Fast Future del sassofonista Donny McCaslin, reduce dall’avere contribuito alla creazione dell’ultima incisione di David Bowie, Blackstar (lunedì 21 marzo, ore 21).

Si prosegue con il trio di un batterista innovativo come Jim Black, arricchito dalla presenza del giovane pianista Elias Stesemeder e del contrabbassista Thomas Morgan (venerdì 8 aprile, ore 21) e poi con la compositrice e virtuosa flautista Nicole Mitchell, fra le più avventurose esploratrici della tradizione africano-americana (lunedì 25 aprile, ore 21).

Jazz al Parenti si conclude con il concerto di due improvvisatori puri, che hanno rinnovato in modo radicale, complesso e poetico il main-stream, quali il sassofonista David Liebman e il pianista Richie Beirach (lunedì 9 maggio, ore 21).

Sono tre, invece, le serate della rassegna Electropark Exchanges, prodotta e ideata da Forevergreen.fm, in collaborazione con il Teatro Franco Parenti e Sae Institute, sostenuto da Fondazione Cariplo – Funder35. Dal 6 aprile al primo giugno, sempre nella Sala Grande del Parenti, sono in programma tre spettacoli in cui artisti internazionali suonano sul palco strumenti e macchine, contaminando lo spazio con ibridazioni tra elettronica e jazz, post-rock e classica.

Nel primo appuntamento, ’elettronica raffinata di Kangding Ray, produttore per Raster-Noton e Stroboscopic Artefact, incontra il post-rock dissonante del polistrumentista e autore dei Mogwai, Barry Burns, in un’alternanza di melodia e fragore, ritmi ossessivi e quiete improvvisa (mercoledì 6 aprile, ore 21).

Protagonista della seconda serata è Hans-Joachim Roedelius: il fondatore dei leggendari Cluster e degli Harmonia, dialoga con Stefan Schneider, membro dei Kreidler e del trio To Rococo Rot, tra pianoforte e sintetizzatori (mercoledì 4 maggio, ore 21).

Terzo e ultimo spettacolo, quello in cui il norvegese Bugge Wesseltoft, tra i più importanti nomi del pianismo contemporaneo, compositore sperimentale e pioniere del nu-jazz, incontra il musicista tedesco, dj e percussionista Christian Prommer: due artisti fuori dall’ordinario che dialogano su un territorio sgombro da codici attraverso il libero improvvisare su strumenti analogici e digitali (mercoledì primo giugno, ore 21).

Infine, in collaborazione con Threes, TranceParenti, pensato ad hoc per gli spazi all’aperto del teatro: mercoledì 21 settembre gli spazi ex Centro Caimi ospitano un progetto che promette di coinvolgere il pubblico in un’esperienza totale di emozioni visive, sonore, sensoriali culminanti con un’orchestra di soli archi di Milano Classica che, sul palcoscenico galleggiante della Piscina Grande.

La Trance è un genere di musica elettronica che si è sviluppata dai primi anni’ 90 in Inghilterra e in Germania, per poi diffondersi capillarmente in tutte le regioni del mondo. In programma, le musiche di Lorenzo Senni, figura centrale nella musica elettronica internazionale, reinterpretate secondo un arrangiamento del compositore Francesco Fantini, tra melodie e ritmi ipnotici e pulsanti.

Musica al Parenti 2016

BIGLIETTI:

Jazz al Parenti

– Intero: 15 euro + 1,50 euro di prevendita

Under 26: 12 euro + 1,50 euro di prevendita

– Scuole di Musica 8 euro + euro + 1 euro di prevendita

– Abbonamenti 3/5 concerti: 36/60 euro

Electropark Exchanges

– Intero: 18 euro + prevendita

Over60/under26/Sae: 15 euro + prevendita

– Abbonamenti 3/5 concerti: 36/60 euro

TranceParenti

– Intero: 12 euro + prevendita

Etichette: