Pubblicato in: Mostre

Cinque mostre da vedere a Milano dal 14 al 20 luglio

mostre Milano luglio 2016
Natività - Francesco Granacci, in esposizione alle Gallerie d'Italia

Se è vero, come diceva George Bernard Show, che “Si usano gli specchi per guardarsi il viso, e si usa l’arte per guardarsi l’anima” quale occasione migliore per farlo se non grazie alle numerose mostre che offre la città di Milano?

Ecco per voi, come ogni giovedì #lospiegonemostre che ve ne segnala cinque da non perdere, qualcuna “in scadenza”, qualcun’altra che si inaugurerà a breve.
Per gli amanti della pittura, ma anche della fotografia, carta stampata, automobilismo e… musica. Più qualcuna fuori città.
Pronti a scoprirle insieme?

Mostre alle Gallerie d’Italia

Ultimi, anzi ultimissimi giorni, per vedere una mostra imperdibile. Parliamo della rassegna La bellezza ritrovata che si chiuderà domenica 17 luglio. Imperdibile perché? Perché raccoglie più di 140 opere restaurate in un sol posto. Qualche nome? Caravaggio, Rubens, Perugino, Lotto, Granacci e tanti altri in percorso che va dall’antichità al Novecento, che è possibile ammirare grazie al programma biennale Restituzioni, che prevede restauri di opere d’arte che appartengono a tutto il Paese, promosso e curato da Intesa Sanpaolo.

La bellezza ritrovata
1 aprile – 17 luglio
Gallerie d’Italia
Per ulteriori informazioni: www.gallerieditalia.com

Mostre a Palazzo Reale

E se invece aveste voglia di ripercorrere gli ultimi 60 anni della storia d’Italia? È possibile farlo grazie a La nostra storia. Ieri e oggi nelle fotografie de L’Espresso, mostra a ingresso gratuito che appunto racconta gli ultimi 60 anni tramite le fotografie del noto giornale.
Dagli anni del boom economico fino alla contestazione operaia e giovanile, dal 1989, anno della caduta del muro di Berlino, fino ai muri che abbiamo eretto al giorno d’oggi, e poi Mani pulite, mafie e tanto altro, questa mostra è sicuramente un modo per rivivere il passato da un punto di vista diverso: quello delle firme dell’Espresso.

La nostra storia. Ieri e oggi nelle fotografie de L’Espresso
12 luglio – 11 settembre
Palazzo Reale
Per ulteriori informazioni www.palazzorealemilano.it/

Mostre al Mudec

Sempre restando nel mondo giornalistico, ma dando spazio alle parole anziché alle immagini, da segnare in agenda è anche la mostra Pre- testi a cura di Alberto Orioli, giornalista, vicedirettore ed editorialista del Sole 24Ore che prende il via venerdì 15 luglio.
Al Mudec, fino all’11 settembre, sarà possibile vedere una selezione di opere a tecnica mista realizzate con i ritagli di giornali di tutto il mondo con l’aggiunta di viti e minuterie metalliche che fanno sì che i pannelli abbiano un carattere tridimensionale. Una mostra per chi da bambino collezionava ritagli di giornali, per chi ha amore per la parola scritta e stampata, per le grafie e per chi, appartenendo alla generazione Web, vuole invece riscoprire il percorso che dalla carta stampata ci ha portato al digitale.

Pre-testi
15 luglio – 11 settembre
Mudec
Per ulteriori informazioni www.mudec.it

Mostre all’Autodromo di Monza

Sì, avete letto bene, se aveste sempre voluto visitare l’Autodromo questa è l’occasione per farlo.
Nel tempio dell’automobilismo italiano, viene celebrato, tramite la mostra Ayrton Senna, l’ultima notte, uno dei miti che nessuno è riuscito a dimenticare e che l’1 maggio del 1994, proprio in gara, concluse sfortunatamente la sua carriera.
Tramite le foto di Ercole Colombo, si ripercorre la carriera del campione, ma anche alcuni momenti della sua vita privata.
Non solo foto (oltre cento), ma è possibile ammirare alcuni oggetti privati appartenuti a Senna come il kart originale del 1979 con cui diede prova del suo talento. Non manca poi il racconto degli ultimi istanti della sua vita. Affinché leggenda e ricordo si fondano.

Ayrton Senna, l’ultima notte
17 febbraio – 24 luglio
Autodromo di Monza
Per ulteriori informazioni: www.monzanet.it

Mostre al MAMbo di Bologna

Avete voglia di prendere un treno o la macchina e andare fino a Bologna? Ne vale sicuramente la pena perché nel capoluogo emiliano arriva la mostra David Bowie Is, dedicata al Duca Bianco, aperta dal 14 luglio al 13 novembre. La mostra itinerante, partita da Londra, per arrivare a Chicago, San Paolo, Toronto, Parigi, Berlino, Melbourne e Groningen, contiene
300 oggetti appartenuti personalmente a Bowie, incluso il costume di Ziggy Stardust del 1972, i testi originali di alcune canzoni scritti a mano, strumenti, foto, copertine degli album, video inediti.
E sapevate che Bowie ha lavorato con Andy Warhol? In questa mostra potrete scoprire questo e altro ancora. Insomma, se siete suoi fan, non potete perderla.

David Bowie Is
14 luglio – 13 novembre
MAMbo Museo di Arte Moderna di Bologna
Per ulteriori informazioni: www.mambo-bologna.org

Etichette:
Offerta Libraccio 2018

Forse sei interessato a: