Pubblicato in: Mostre

Cinque mostre da vedere a Milano dal 25 al 31 agosto

mostre milano agosto 2016

Ultimo weekend di agosto prima dell’apertura della stagione autunnale delle mostre. E quali vedere in questi ultimi giorni del mese più caldo dell’anno?

Come ogni settimana, ecco le 5 che vi segnaliamo con #lospiegonemostre, alcune in scadenza e che quindi non dovete di certo perdervi, altre che saranno visitabili anche il mese prossimo con in più il suggerimento su cosa vedere a Venezia mentre magari guardate i film della Mostra Internazionale dedicata al cinema.

Mostre all’Unicredit Pavilion

Vale sicuramente la pena fare un salto all’Unicredit Pavilion e farlo entro il 28 agosto: c’è tempo infatti fino a domenica per ammirare Onde Pixel – Lo Sguardo di… Miguel Chevalier che altro non è che l’installazione inedita creata dall’artista francese, pioniere dell’arte virtuale, per festeggiare il primo anno del Pavilion.

Chevalier trae ispirazione dalle opere contemporanee per dare vita alle sue Onde Pixel e trasformare la struttura di piazza Gae Aulenti che, per l’occasione, viene illuminata da proiezioni pavimentali colorate in una fusione di forme, suoni e immagini che interagiscono con lo spettatore rendendolo parte integrante dell’opera stessa.

Una mostra in cui il pubblico diventa attore e protagonista di una trasformazione caleidoscopica e addirittura interviene e modifica l’opera che tiene traccia del suo passaggio e dei suoi movimenti, così come avviene anche per le note di Jacopo Baboni Schilingi che accompagnano l’installazione. L’ingresso alla mostra è gratuito.

Onde Pixel – Lo Sguardo di… Miguel Chevalier
26 luglio – 28 agosto
Unicredit Pavilion
Per ulteriori informazioni: www.unicreditpavilion.it

Mostre a Palazzo Reale, Gallerie d’Italia e Casa Manzoni

Una mostra, tre sedi, un grande protagonista. È la retrospettiva cui Milano ha dato vita per celebrare Emilio Isgrò, massimo autore e teorico della poesia visiva, che ha dedicato la sua carriera a cercare linguaggi sempre più originali e a creare uno stile unico e che avrete modo di vedere fino al 25 settembre.

Una mostra unica nel suo genere in quanto presuppone un percorso che si svolge tra Palazzo Reale, dove sono esposte 200 opere tra libri cancellati, quadri e installazioni, le Gallerie d’Italia, dove è invece esposta l’anteprima del celebre ritratto di Alessandro Manzoni, dipinto da Hayez e cancellato in bianco e la Casa del Manzoni con I Promessi Sposi cancellati per venticinque lettori e dieci appestati.

Il progetto è promosso e prodotto dal Comune di Milano – Cultura, Palazzo Reale, Intesa Sanpaolo, Centro Nazionale Studi Manzoniani, dalla casa editrice Electa e nasce da un’idea dell’Archivio Emilio Isgrò.

Emilio Isgrò
29 giugno – 25 settembre
Palazzo Reale, Gallerie d’Italia e Casa Manzoni
Per ulteriori informazioni: www.emilioisgro.info

Mostre al Museo di Storia Naturale

E se invece voi, più che da pittura, linguaggi originali, installazioni, foste attratti dai segreti della natura? Allora vi tocca sicuramente fare un salto al Museo di Storia Naturale dove, fino all’11 settembre, è allestita la mostra Vulcani. Un percorso inedito su questi giganti della natura che sì impauriscono ma, ammettiamolo, il più delle volte affascinano, basti pensare a quanta gente va sull’Etna, visita i crateri di Vulcano, va ai piedi del Vesuvio, tutti vulcani che, come sappiamo, sono attivi. Questi e altri, come lo Stromboli, Lipari, Pantelleria ecc… sono i protagonisti dell’esposizione, insieme ad altri sparsi sul pianeta Terra, che è possibile conoscere in modo “ravvicinato” attraverso immagini, ricostruzioni al computer, filmati, realtà aumentata e campioni di rocce.

Alla fine della mostra – assicurano gli organizzatori – i visitatori impareranno a distinguere i tipi di eruzione e i prodotti che si originano durante l’attività effusiva o esplosiva.
L’iniziativa è inserita nel programma di ‘Ritorni al futuro’ del Comune di Milano, con oltre cento appuntamenti tra mostre, concerti, spettacoli teatrali, proiezioni cinematografiche e incontri.

Vulcani
16 marzo – 11 settembre
Museo di Storia Naturale
Per ulteriori informazioni www.comune.milano.it

Mostre a Palazzo Reale

Ultimi giorni – avete tempo fino al 4 settembre – per vedere, a Palazzo Reale, la mostra dedicata a Studio Azzurro, il cui titolo per intero è Studio Azzurro. Immagini sensibili. Cos’è Studio Azzurro? Un collettivo multidisciplinare fondato nel 1982 a Milano e che si contrassegna per la forte contaminazione tra le arti e tra queste e la tecnologia, con un forte elemento di interattività.

14 sale che si snodano nei più prestigiosi spazi di Palazzo Reale, dall’Appartamento del Principe fino alla Sala delle Cariatidi: da Il nuotatore (1984), una delle prime installazioni, fino a La pozzanghera (2006) un micro-paesaggio interattivo per bambini; da Tavoli (1995) – il primo ambiente sensibile – ai Portatori di Storie (2008-2016). Non manca, come dicevamo, l’elemento interattivo con l’installazione dal titolo Miracolo a Milano, opera inedita pensata per rendere la Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale un luogo di narrazione e di partecipazione: un grande affresco virtuale, ispirato alla scena finale del film di Vittorio De Sica, che rappresenta le povertà e le emarginazioni vecchie e nuove.

Studio Azzurro. Immagini Sensibili
9 aprile – 4 settembre
Per ulteriori informazioni: www.palazzorealemilano.it

Mostre a Venezia

Vi mancano già le vacanze e volete farvi un weeekend fuori o siete in vacanza a Milano e non vi dispiacerebbe fare una capatina anche a Venezia? Oltre alle giornate dedicate al cinema, la città offre una bella mostra dedicata agli anni’60 dal titolo Imagine. Nuove immagini nell’arte italiana 1960-1969, rilettura inedita curata da Luca Massimo Barbero che, appunto, si concentra sulla nascita della nuova immagine in quei 9 anni.

La mostra, che si tiene al Palazzo Venier dei Leoni dove ha sede la Collezione Peggy Guggenheim, si focalizza sulle sperimentazioni artistiche che ci furono nell’Italia dei primi anni sessanta, al culmine del miracolo economico. In mostra artisti come Franco Angeli, Mario Ceroli, Domenico Gnoli, Giosetta Fioroni, Tano Festa, Fabio Mauri, Francesco lo Savio, Michelangelo Pistoletto, Mario Schifano, Giulio Paolini, Jannis Kounellis, Pino Pascali.

Costo del biglietto: 15 euro intero, 13 il ridotto, gratuito per i bambini fino a 10 anni e per i soci del museo.

Imagine. Nuove immagini nell’arte italiana 1960-1969
23 maggio – 19 settembre
Palazzo Venier dei Leoni
Per ulteriori informazioni: guggenheim-venice.it

Etichette:

Forse sei interessato a: