Pubblicato in: Mostre

Cinque mostre da vedere a Milano fino al 2 gennaio

mostre capodanno 2018 milano
La mostra di James Natchwey a Palazzo Reale

Magari avete deciso di trascorrere le vacanze di Natale in città o siete appena rientrati o ancora siete tra coloro che non hanno preso giorni di ferie. Comunque sia, se volete vivere l’atmosfera natalizia, dedicarvi ad attività rilassanti che allo stesso rigenerano corpo e spirito, il nostro consiglio non può che essere di visitare una bella mostra.

Approfittando anche delle aperture straordinarie di tanti musei nel periodo natalizio. E se non sapete da che parte iniziare, vi viene in aiuto il nostro #spiegonemostre che, anche per questa fine d’anno, vi consiglia 5 mostre da non perdere, di cui una a Genova con un Capodanno speciale. 

Mostre alla Triennale

Iniziamo con la Triennale e una mostra aperta da poco e piuttosto “eccezionale”: si tratta della prima che viene dedicata allo stilista Rick Owens.

Il titolo è indubbiamente emblematico: Subhuman, Inhuman Superhuman ed è l’omaggio che, attraverso una retrospettiva visitabile fino al 25 marzo 2018, viene fatto al visionario artista da parte della curatrice moda della Triennale: Eleonora Fiorani.

L’allestimento per altro è curato dallo stesso stilista statunitense che ha selezionato gli abiti, gli accessori, gli arredi e tanto altro di quello che ha fatto in 20 anni di carriera, iniziata grazie al sostegno, per la prima sfilata a New York da Anna Wintour e Vogue USA, proseguita poi a Parigi.

Il fulcro della mostra è un’installazione scultorea che ha la forma di una gigantesca struttura materica che unisce cemento, gigli, sabbia dell’Adriatico e capelli dello stesso stilista e diviene metafora dell’eterno e primordiale impulso creativo che porta avanti l’umanità, nel bene e nel male.

Subhuman Inhuman Superhuman
Triennale di Milano
15 dicembre 2017 – 25 marzo 2018
Per ulteriori informazioni: www.triennale.org

Mostre al Castello Sforzesco

Per chi vuole passare parte di queste giornate di festa al Castello Sforzesco, oltre alle tante attività, c’è anche una mostra gratuita aperta proprio in questi giorni. Si intitola “Sotto il cielo di Cristallo” ed è dedicata alla Galleria Vittorio Emanuele II che quest’anni compie 150 anni da quando è stata inaugurata.

Per ripercorrere la storia di quello che è un luogo molto significativo per i milanesi oltre che una tappa irrinunciabile dei turisti, al Castello, nella Sala del Tesoro potrete vedere disegni, lettere, atti legali, manoscritti, foto e tanto altro, tratti da una selezione di materiali appartenenti alle Civiche raccolte. Per conoscere un po’ meglio Milano e la sua storia e apprezzarla ancora di più.

Sotto il cielo di cristallo
Castello Sforzesco
21 dicembre 2017 – 18 marzo 2018
Per ulteriori informazioni: www.milanocastello.it

Mostre all’Università Milano Bicocca

Un’università può essere sede di una mostra? Certamente sì, anzi diventa il luogo più adatto per raccontare la storia di chi fa ricerca in Italia e che spesso lavora dietro le quinte, con mille difficoltà, pur portando avanti scoperte eccezionali e sicuramente molto importanti.

Si intitola Cervelli permanenti il progetto fotografico che è appunto dedicato ai protagonisti della ricerca e che potrete vedere gratis fino al 9 febbraio 2018.

Sono 14 i ricercatori della Bicocca che rappresenteranno, in questo viaggio fatto di innovazione e scoperte, tutti i Dipartimenti dell’Ateneo. La mostra, inaugurata il 21 novembre 2017, resterà aperta fino al 9 febbraio 2018, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 20 presso l’Edificio U6, piazza dell’Ateneo Nuovo 1, Galleria dell’Aula Magna dell’Università di Milano-Bicocca.

La mettiamo nella nostra selezione di questa settimana, ma se siete interessati a vederla dovrete aspettare fino al 2 gennaio quando riaprirà l’Università, intanto, magari segnalatela in agenda o sul vostro smartphone.

Cervelli Permanenti. Progetto fotografico di ritratto
21 novembre 2017 – 9 febbraio 2018
Università Milano Bicocca – Edificio U6, Galleria dell’Aula Magna
Per ulteriori informazioni:www.unimib.it

Mostre a Palazzo Reale

Nella nostra selezione di questi giorni di festa, non poteva mancare Palazzo Reale che ha davvero tanto da offrire a chi ama l’arte, ma non solo Caravaggio, Toulouse Lautrec e la mostra dedicata a Strehler, il nostro suggerimento è quello di andare a vedere Memoria. L’esposizione dedicata a  a James Nachtwey, fotoreporter statunitense, prima tappa internazionale di un tour nei più importanti musei di tutto il mondo.

I motivi sono diversi: se ovviamente amate la fotografia o lavorate con essa, sicuramente vedere le immagini del fotoreporter sulla guerra, è sicuramente un modo per apprezzarne la tecnica e il suo modo unico di rappresentare l’umanità ferita dalla violenza. Ma secondo noi è anche un modo, soprattutto in queste feste, di riflettere su cosa succede in altri parti del mondo, dove il Natale non è sicuramente cene e regali, ma speranza di restare in vita e superare malattie, fame, devastazione.

Cose che Nachtwey, considerato l’erede di Robert Capa, racconta benissimo grazie all’obiettivo.
Organizzate in 17 sezioni, le 200 immagini sono un’ampia selezione dei reportagepiù significativi di James Nachtwey: da El Salvador aGaza, dall’Indonesia al Giappone, passando per la Romania, la Somalia, il Sudan, il Rwanda, l’Iraq, l’Afghanistan, il Nepal, gli Stati Uniti (tra cui la testimonianza straordinaria dell’attentato delll’11 settembre 2001) e molti altri paesi e si conclude con un reportage oltremodo attuale sull’immigrazione in Europa.

Memoria
Palazzo Reale
1 dicembre 2017 – 4 marzo 2018
Per ulteriori informazioni: www.palazzorealemilano.it

Mostre a Genova

E se invece aveste voglia di cambiare aria e magari andare vicino al mare? Oltre sicuramente a cambiare prospettiva, potreste magari approfittarne per visitare una mostra al Palazzo Ducale di Genova. È infatti in corso, fino al 6 maggio 2018, la mostra Picasso. Capolavori dal Museo Picasso, Parigi.

Come si può intuire, sono esposti i capolavori provenienti dall’istituzione omonima della capitale francese, completamente ristrutturata tre anni fa, in un percorso tematico e cronologico che si snoda attraverso una cinquantina di opere.

L’artista, pittore, scultore, decoratore, disegnatore, incisore, “vive “tramite i numerosi dipinti, suddivisi in una decina di sale, che vanno dal Periodo Blu al Periodo Rosa, dalla Rivoluzione Cubista nel momento delle Avanguardie Storiche d’inizio secolo XX° all’epoca del Franchismo.

Tra le varie opere in mostra, vi consigliamo sicuramente l’olio su tela “Caffè a Royan” (1940), paesaggio urbano ispirato alle geometrizzazioni cubiste, contraddistinte da colori squillanti, oppure ammirare il ritratto di una “Donna col cappello” (1921), carboncino a pastello su tela, d’ispirazione classica.

In più, notizia delle notizie, il 31 dicembre la mostra sarà aperta fino alle 2 del mattino, ultimo ingresso all’1 e allo scoccare della mezzanotte potrete brindare insieme all’arte.

Picasso. Capolavori dal Museo Picasso, Parigi
Palazzo Ducale – Genova
10 novembre 2017 – 6 maggio 2018
Per ulteriori informazioni: http://www.palazzoducale.genova.it/

Per sapere tutte le aperture di questi giorni di festa e Capodanno date un’occhiata al nostro speciale.

Etichette:

Forse sei interessato a: