Pubblicato in: Cinema

Milano Weekend film in uscita 29 novembre: L’amore è imperfetto

AvatarGaia Gallotta 7 anni fa

L’amore è imperfetto

Regia: Francesca Muci

Sceneggiatura: Gianni Romoli/ Francesca Muci

Prodotto da Tilde Corsi e Gianni Romoli

Produzione R&C Produzioni con Rai Cinema

Con il sostegno di Apulia Film Commission

Distribuito da 01  Distribution

Cast: Anna Foglietta, Bruno Wolkowitch, Giulio Berruti, Camilla Filippi, Lorena Cacciatore

 

 

“Io non rinuncio più a niente. L’amore però, quello non me lo invento più. Mi prendo quello che viene, senza più regole, anche se non so cos’è.”

È bastato un attimo e la vita di Elena è cambiata d’improvviso. Dopo una grande delusione d’amore, Elena incontra per caso due persone da cui si lascia sedurre: Ettore, un uomo maturo e affascinante e Adriana, una diciottenne travolgente e senza freni inibitori. Le due storie aiuteranno Elena ad accettare l’imperfezione dell’amore e a ritrovare se stessa. Una storia che parla in assoluto di donna, amore e libertà. Una storia sulla voglia di lasciarsi andare, unita alla paura e alle mille domande. Uno scherno all’analisi, alla frenesia di capire ogni azione, di psicanalizzare ogni gesto per giustificarlo e ricondurlo a mozioni ancestrali.

La protagonista (interpretata da Anna Foglietta) con la sua fisicità scarna ed elegantemente austera, rappresenta una donna semplice. Ricca di silenzi e pensieri, dietro ai quali maschera un dolore, un caro prezzo per una scelta estrema che ha pagato e che alla fine riesce ad espiare soltanto grazie alla spinta di un nuovo amore. Elena prende coraggio grazie ad Ettore (Bruno Wolcowitch) un uomo venuto da lontano, silenzioso, morbido nei tempi e nel tenerle la mano.

Ettore, dal primo sguardo comunica ogni cosa e comunica sicurezza. Elena è un’eroina “con le stampelle”, una funambola che ogni tanto inciampa ma nello stesso tempo prende forza trasformandosi in dominatrice assoluta. Lo è con Ettore, nonostante la differenza di età, lo domina fin dal primo incontro, ma quando decide si lascia dominare da lui. Non c’è gioco delle parti, non esistono ruoli. Lo fa anche con Marco (Giulio Berruti), il principe azzurro, l’uomo perfetto che barcolla anche lui in una trasgressione o semplicemente nella sua vera natura.

Accanto a queste figure aleggia sempre il personaggio di Roberta (Camilla Filippi), una sorta di grillo parlante, la vera amica del cuore che ti resta accanto, vive il tuo mondo e le tue scelte senza però giudicarle mai. Adriana (Lorena Cacciatore) è invece l’impeto, la spregiudicatezza che si sbriciola davanti ad una famiglia distrutta, la sua famiglia. Si aggrappa ad Elena desiderandola con sfacciataggine, invadendo la sua vita e la sua bocca con baci che hanno fame d’aria e di amore.  Sullo sfondo Bari, col suo fantastico lungomare.

ll film, costruito sull’alternanza di due piani temporali, il 2005 e 2012, caratterizzati da una differenza di fotografia e dall’uso della macchina da presa, sfuma elementi di commedia a elementi da film romantico, bilanciando sentimento ed eros, fino a svelare, ma solo verso la fine, la sua vera natura di melò.

Etichette: