Pubblicato in: Concerti Festival

Milano Music Week, gli artisti: da Levante fino al canadese Orville Peck

Irma CiccarelliIrma Ciccarelli 4 settimane fa
Milano music week programma
Levante

Proprio in occasione de La festa Internazionale della Musica, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della terza edizione della Milano Music Week.

La rassegna musicale si svolgerà dal 18 al 24 novembre e tra gli a artisti ospiti ci sarà anche la cantautrice Levante (presente con una performance per l’occasione), professionisti fra artisti, autori, case discografiche, centri di formazione, promoter e associazioni musicali.

Come negli anni precedenti, Milano farà da sfondo a live, dj set, showcase, non mancheranno momenti di formazione per esperti e principianti come workshop e mostre dedicate.

La scelta della location, l’aeroporto di Malpensa, è il simbolo del profilo internazionale che edizione dopo edizione sta vestendo la Milano Music Week, rendendo la città fra le più importanti Music Cities mondiali.

“La terza edizione di Milano Music Week parte da un aeroporto, luogo simbolico di scambio culturale, che rappresenta l’idea di viaggio, traversata, esplorazione, apertura di confini. Quest’anno la settimana della musica nasce nel segno dell’internazionalizzazione, di Milano come hub artistico in cui si arriva dal resto d’Italia e dall’estero per produrre musica. Sarà una settimana in cui si celebrano la pluralità e la convivenza di diverse culture unite dalla musica. Inviteremo i milanesi e coloro che arriveranno in città per la Milano Music Week a partire con noi per un giro del mondo in sette giorni, dove ogni musica, ogni artista, ogni cultura merita rispetto e attenzione”

È Luca De Gennaro (curatore della Milano Music Week e Vicepresidente Talent & Music di Viacom International Media Networks) a sottolineare la crescita che lo scambio culturale sta portando a Milano, insieme all’Assessore della Cultura Filippo del Corno.

Ovviamente, come negli anni scorsi, la Milano Music Week invita tutti ad inviare le proprie proposte all’indirizzo mail ufficiale a partire da venerdì 21 giugno, fino gli eventi che la curatela potrà valutare ed inserire nel programma della Milano Music Week 2019.

Linecheck 2019: programma e artisti

Contemporaneamente alla Milano Music Week, si svolgerà dal 19 al 24 novembre il Linecheck Music Meeting & Festival, organizzato da Music Innovation Hub, proponendo 50 showcase sulle nuove tendenze, di giorno per delegati della conference, di sera nei club di zona Navigli-Tortona.

L’obiettivo di Linecheck è creare collaborazioni tra industrie creative e annuncia come guest country Il Canada, con contenuti speciali, concerti e un’ampia delegazione di professionisti che arriverà a Milano per l’occasione.

Infatti, tra i primi nomi in line up sono presenti i canadesi Orville Peck, Hubert Lenoir, Respectfulchild e Booty EP.

Non solo il Canada, perché continua la collaborazione anche con l’UK, l’Europa e il medio-Oriente, confermando la partecipazione di artisti come gli inglesi Sherelle DJ e Arlo Parks (alla sua prima apparizione italiana), il fisarmonicista Yegor Zabelov, più Blu Samu, Ginevra ed Eugenia Post.

Tra le novità del 2019 c’è inoltre lo sviluppo del programma serale che in questa edizione vede come protagonista il distretto dei Navigli, con una programmazione in club e i luoghi della musica dal vivo della zona fino a BASE Milano.

Si parte già da giovedì 28 giugno con Woodworm / Locusta e i concerti di Edda con Ego, durante la due giorni di ArtLab, piattaforma indipendente italiana dedicata all’innovazione delle politiche, dei programmi e delle pratiche culturali.

Per l’occasione, Music Innovation Hub organizzerà un panel sui trends di innovazione nella music industry, coinvolgendo esperti internazionali da Turo Pekari a Mira Festival, presentando le 4 startups vincitrici della “Call for Music Innovation” di Music Innovation Hub e Cariplo Factory, all’interno del progetto “Linecheck FastForward”.

Musica a Milano

Volete essere aggiornati sui live e conoscere qualcosa in più sui vostri artisti preferiti? Tutto nelle nostre guide ai concerti a Milano e le interviste.

 

Etichette: