Pubblicato in: Libri

“La vita soltanto”: l’Italia contadina del Ventennio negli occhi di una donna

News PartnerNews Partner 3 anni fa
2017-MW-libri-Munari

2017-MW-libri-Munari

Un esordio letterario che ripercorre il Novecento italiano con gli occhi di una donna (Germa) venuta alla luce in una grande famiglia contadina di una frazione emiliana, agli albori del ventennio fascista.

È la storia al centro de “La Vita Soltanto” ovvero il primo romanzo di Andrea Munari, 46enne manager editoriale, presentato nella sala (strapiena per l’occasione) del Mondadori Megastore di Piazza Duomo a Milano.

la-vita-soltanto-copertina

“Credo nel destino, come molti in queste terre” ha raccontato l’autore durante l’evento, dialogando con Annarita Briganti e Giangiacomo Schiavi sul significato e l’esperienza della scrittura.

Ma anche su aneddoti di famiglia che fanno riemergere la drammaticità di quel periodo: “Mio zio fu picchiato dai fascisti e io conobbi quell’uomo, che abitava a dieci metri da casa nostra. Tutto torna nei piccoli paesi”.

E proprio lì, in queste realtà diradate e rurali, “i cimiteri sono in grado di raccontare storie, che ho anche usato per costruire parte del mio libro”. La prossima presentazione de #lavitasoltanto si terrà alle ore 18.30 di giovedì 15 giugno 2017, presso l’Unione Industriale di Torino.

Lo #SpiegoneLibri settimanale di Milano Weekend

Buzzoole