Pubblicato in: Animali

La città dei gatti 2020: tutti gli eventi milanesi dedicati agli amici felini

RedazioneRedazione 1 settimana fa
gatto-ok

Si rinnova per il terzo anno La Città dei Gatti, la manifestazione milanese che celebra per un mese i felini più amati al mondo. L’occasione è quella della Giornata Nazionale del Gatto, istituita nella data del 17 febbraio.

In programma, dal 15 febbraio al 29 marzo, ci sono mostre, concerti, rassegne cinematografiche e incontri letterari in alcuni spazi come l’Ospedale Niguarda, il WOW Spazio Fumetto, il Crazy Cat Cafè e la Fattoria Parco Trotter.

Il 15 febbraio la rassegna sarà inaugurata dall’apertura della mostra “Come il gatto con il topo” presso WOW Spazio Fumetto. L’esposizione sarà dedicata agli 80 anni di Tom&Jerry, il cartone animato amato da generazioni di adulti e bambini.
Partendo da cimeli storici delle loro divertenti avventure sarà analizzato in mostra l’espediente della caccia del gatto al topo, che per decenni ha ispirato film e cartoni animati. Saranno omaggiati Gatto Silvestro, Speedy Gonzales, Topolino e Gambadilegno, solo per citarne alcuni.
Uno spazio speciale sarà dedicato agli Aristogatti e al compimento del loro 50° compleanno: una proiezione speciale completa di concerto a sorpresa il giorno 21 marzo, a chiusura della mostra.

La Città dei Gatti Milano 2020: il programma

16 febbraio, ore 16.00 – Fattoria Parco Trotter, via Padova 69

La cooperativa Tempo per l’Infanzia propone una prima conoscenza bambini-gatto con i mici della pet therapy, truccabimbi e laboratorio creativo con Anna Cominotti. Ingresso gratuito

17 febbraio, ore 21 – Crazy Cat Cafe, Via Napo Torriani 5

Serata di musica e mici!
Silvia Fascians, influencer e padrona di Luna micia Soriana, taglierà il filo del gomitolo per dare il via a “Gli amici di Radio Bau”, a cura di Davide Cavalieri. Ingresso gratuito previa prenotazione

Dal 20 febbraio, ore 21 – Crazy Cat Cafe, Via Napo Torriani 5

Davide Cavalieri incontra Federica Farini e il suo Astromiao.
Il 27 febbraio incontro con Mara Di Noia, medico veterinario con la passione per la cucina e gli ingredienti sani, che ci aiuta a scoprire la dieta giusta per i nostri Mici.
Il 12 marzo incontro con Claire Cècile Cena autrice del libro Felix la storia del gatto a trazione anteriore.
Ingressi gratuiti previa prenotazione.

22 febbraio, ore 19.30 – WOW Spazio Fumetto – Viale Campania, 12

Dopo il grande successo riscosso la scorsa edizione torna il CONCERTO IN MIAO dedicato alle armonie feline alla scoperta di come i gatti hanno ispirato grandi compositori come Scarlatti, Mozart, Rossini, Ravel, Webber e altri.

Per celebrare il secolare rapporto tra i gatti e la musica La Città dei Gatti, con il supporto di Feliway®, organizza un concerto singolare che propone un viaggio nella storia della musica con brani di compositori come Domenico Scarlatti, Wolfgang Amadeus Mozart, Gioachino Rossini, Maurice Ravel e Andrew Lloyd Weber.
Un concerto appositamente pensato per presentare tutti assieme questi brani, non sempre notissimi al grande pubblico, con una formula innovativa che prevede anche importanti contributi video oltre che musica eseguita dal vivo.

Introdotti da Enrico Ercole, giornalista musicofilo, verranno eseguiti dal vivo i brani del programma partendo dalla “Fuga del gatto” K30 (1738) di Domenico Scarlatti, composizione talmente ardita a livello armonico da alimentare la leggenda di essere stata ispirata al compositore napoletano da una passeggiata del suo gatto sulla tastiera del suo clavicembalo!
Si prosegue poi con Wolfgang Amadeus Mozart, con il duetto “Nun liebes weibchen”, scritto per l’amico librettista Emanuel Schikaneder affinché potesse inserirlo in un’opera per cui ha scritto il libretto, “La pietra filosofale”, rappresentata a Vienna nel 1790: un marito trova la moglie trasformata in gatta e, non comprendendone i miagolii, si mette a miagolare lui stesso per farsi comprendere da lei.
Gioachino Rossini non può mancare con il celeberrimo “Duetto buffo dei due gatti” (1825), uno spassoso duettino tutto miagolii e fusa qui trasformato in un’improbabile lezione di canto.
Fino alle dissonanze di Maurice Ravel, che nella sua opera “L’Enfant et les Sortilèges” (1925) inserisce un folle detto di gatti che miagolano alla luna imitando le urla dei felini in amore. A eseguire i brani dal vivo sono il tenore Danilo Formaggia, il mezzosoprano Manuela Barabino e la pianista Mari Miura.
Non mancheranno anche citazioni al repertorio del musical, con la celebre “Memories” da “Cats” di Andrew Lloyd Webber.
Tra un brano e l’altro verranno anche proiettati contributi video da celebri cartoons, perché WOW Spazio Fumetto è pur sempre il Museo dell’Animazione: ecco allora il commovente “Valzer triste” tratto da “Allegro non troppo” di Bruno Bozzetto, su musiche di Jean Sibelius, con uno spaurito gattino grigio che si aggira tra le macerie della sua casa demolita ricordando i giorni felici passati coi suoi padroni, e lo scatenata “Tutti quanti voglion fare Jazz” da “Gli Aristogatti”. E non solo…

Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Dal 23 febbraio – WOW Spazio Fumetto, Viale Campania, 12 

Laboratorio di fumetto a tema gatto: i “professori di fumetto” del WOW raccontano come si disegna Lo Stregatto. 
Il 1 marzo, in occasione del centenario della nascita di Gianni Rodari,  si terrà un laboratorio di disegno dedicato alla rappresentazione a fumetti della celebre filastrocca “Il topo che mangiava i gatti”.
Il 15 marzo, laboratorio di disegno con Rosita e la Pimpa.

A pagamento previa prenotazione.

29 febbraio, ore 17.30 – WOW Spazio Fumetto, Viale Campania, 12 

Incontro con Tuono Pettinato, autore di “Chatwin” e Adriano Carnevali autore di “SPQR. I guai di Roma vengono da lontano”

Ingresso gratuito.

8 marzo, ore 16.30 – WOW Spazio Fumetto, Viale Campania, 12 

In occasione della Giornata della Donna incontro con 7 donne per scoprire la loro vita con i gatti.
Tra le ospiti: Monica Marelli, pittrice e scrittrice, Claudia Rocchini, fotografa e Silvia Gottardi, proprietaria di Vito, il gatto bionico.
In collegamento video da Roma  le psicologa e psicoterapeuta Maria Beatrice Toro.

Ingresso gratuito.

21 marzo, ore 15.30 – WOW Spazio Fumetto, Viale Campania, 12 

Per i 50 anni degli Aristogatti: laboratori, proiezione del film e  “live catmusic” finale a base di improvvisazione jazz, djset e ambient music a cura di Antonio Bologna e del CREA (Centro Ricerche per l’Ecologia Acustica).

Ingresso gratuito.

22 marzo, ore 17.00 – WOW Spazio Fumetto, Viale Campania, 12 

Proiezione non stop dei video selezionati per l’edizione Zero del Milano Animal Film Fest e omaggio a Simon’s Cat.

Ingresso gratuito.

27 marzo, dalle 18.15  – WantedClan – Via Atto Vannucci, 13

Proiezione del documentario KEDI La città dei gatti di Ceyda Torun e presentazione del MAFF.

Ingresso a pagamento.

28 marzo, ore 16.30 – Sala Cinema Ospedale di Niguarda, Polo Nord

Presso la Sala Medicinema di Niguarda, si tiene il numero zero del Milano Animal Film Fest: il festival dedicato ai corti animati con protagonisti i nostri amici animali e noi umani.
I vincitori saranno di due tipologie: quelli scelti dalla giuria popolare attraverso la votazione on line e quelli scelti dalla giuria di professionisti.
Il festival e realizzato da RaccontaMI, MediCinema, Wow Spazio Fumetto  in collaborazione con Excalibur, la Fondazione Franco Fossati, La Tenda Rossa e Major Language.

Ingresso gratuito.

 29 marzo, ore 16,30 – WOW Spazio Fumetto, Viale Campania, 12

Incontro con le autorità del territorio e le associazioni che si occupano di felini. Al termine proclamazione dei vincitori dei contest fotografici in diretta Facebook.

Ingresso gratuito.

 

Miao che libro

Tra il 7 e il 29 marzo. Date da definire

Presentazioni di novità librarie e incontri con gli autori presso le librerie Libraccio Romolo e Bovisa. Inoltre, in  alcune librerie della catena verranno allestite vetrine a tema gatto per promuovere la gattosità cittadina.

 

*** Evento 2019 ***

Giornata Nazionale del Gatto: perché cade il 17 febbraio?

Per comune decisione delle maggiori associazioni feline si è stabilito che la moderna giornata mondiale del gatto debba essere il 17 febbraio. Diverse le ipotesi sull’origine della data: febbraio è il mese dell’Acquario, dominato da Urano, protettore di quegli spiriti liberi che, come i gatti, non amano sentirsi oppressi da regole troppo rigide. Il giorno 17, anche se non cade di venerdì, richiama quelle atmosfere arcane e superstiziose a cui il gatto è inevitabilmente legato da secoli.

Qualche intellettuale raffinato ha però cercato un’altra interpretazione: in numeri romani il 17 si scrive XVII, che anagrammato diventa “VIXI”, cioè “vissi”, “sono vissuto e sono morto”, vale a dire il motto di coloro che hanno il beneficio di vivere sette vite e poter dire di essere morti più volte.

Secondo alcuni la scelta del giorno 17 sarebbe invece da interpretare così: 1 volta morirò e 7 vivrò. Una teoria, quest’ultima, comprovata dal fatto che nei paesi nordici il numero 17 porta fortuna proprio perché significa “vivere una vita per sette volte”.

C’è invece chi sostiene che la scelta del giorno si debba all’iniziativa della giornalista Claudia Angeletti, che nel 1990 si adoperò per creare questa ricorrenza.

Per tutte le mostre in corso a Milano non perdete il nostro #spiegonemostre annuale

Etichette: