Pubblicato in: News Teatro

In Triennale va in scena la figura di Artemisia Gentileschi, tra teatro, video e musica antica

Et manchi pietà. Foto: Anagoor

Et manchi pietà. Foto: Anagoor

Debutterà stasera al Teatro dell’Arte, presso la Triennale di Milano, lo spettacolo Et manchi pietà del collettivo teatrale Anagoor.

Dedicato alla figura emblematica di Artemisia Gentileschi, Et manchi pietà non può essere definito un semplice spettacolo teatrale ma una vera e propria creazione multimediale, un lavoro in bilico tra teatro, video arte e musica, che indaga sull’opera della grande pittrice italiana portando l’attenzione non soltanto sulle specificità creative della pittura del primo barocco italiano ma anche della musica di quel periodo.

L’opera si articola, infatti, in tredici grandi quadri, sorta di capitoli visivi, che corrispondono ad altrettante stazioni della vita tormentata di Artemisia Gentileschi e ad altrettanti brani musicali – di Monteverdi, Merula, Strozzi, Castello, Landi, Rossi, Falconieri, Fontana, Trabaci, Marini – selezionati dall’ensemble milanese Accademia d’Arcadia.

In questa versione rinnovata di Et Manchi Pietà presentata in anteprima al Teatro dell’Arte, musica, narrazione e immagini formano dunque un intreccio indissolubile ed estremamente equilibrato, che ben esemplifica la trama di malinconia e rabbia, esuberanza e tensione insita nella pittura della Gentileschi.

Per la sua peculiare commistione di linguaggi espressivi, tipica della compagnia Anagoor, il progetto si inserisce appieno nell’attività di esplorazione di nuovi orizzonti artistici messa in campo dalla Fondazione CRT – Teatro dell’Arte, con l’obiettivo di cogliere ed accogliere i diversi fermenti del teatro contemporaneo.

Lo spettacolo è presentato in occasione della Terza Conferenza Pubblica dell’IBA (International Biennal Association), momento di incontro e riflessione fra le Biennali del mondo, nella cornice della XXI Esposizione Internazionale della Triennale di Milano.

Teatro dell’Arte
31 maggio – 5 giugno 2016
mercoledì – venerdì ore 20.30; sabato ore 19.30; domenica ore 16.00
biglietti: 15,00 euro + prev.; under 30 e over 65: 10,00 euro + prev.
www.triennale.org/teatro

Forse sei interessato a: