Pubblicato in: Cinema

Il MIC festeggia gli ottant’anni di Brigitte Bardot

AvatarMarco Valerio 6 anni fa

brigitte-bardotIl prossimo 28 settembre B.B, al secolo la splendida Brigitte Bardot, compirà ottant’anni. Per l’occasione il MIC – Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana omaggia, a partire dal 5 settembre, la mitica attrice e modella francese con Buon Compleanno Brigitte Bardot, una rassegna di sei film con protagonista B.B.

Bionda e prosperosa, Brigitte Bardot è un’icona sexy del Novecento, per molti la risposta europea a Marilyn Monroe, e già quindicenne fa il suo esordio come modella. Solamente un anno dopo conosce il regista Roger Vadim, suo futuro marito, che la impone all’attenzione del grande pubblico nel celeberrimo Piace a troppi (1956).

Il film ottiene un enorme successo, e contribuisce a rendere celebre la Bardot anche oltreoceano. Al suo fascino non resistono nemmeno giovani autori della Nouvelle Vague come Louis Malle e Jean-Luc Godard, che le ritagliano ruoli spesso ironici in cui la diva interpreta praticamente se stessa (come in Vita privata di Malle). Assurta presto a icona, fotografata e ammirata dal mondo intero, la diva stupisce tutti lasciando improvvisamente le scene nel 1972, accrescendo così ulteriormente la sua fama.

La rassegna dedicata alla mitica B. B. propone sei tra i più celebri film che la vedono protagonista, una vera e propria “mappa” pensata per rivivere ed esplorare il mito Bardot. Oltre ai già citati Piace a troppi di Vadim e Vita privata di Malle, in programma anche La ragazza del peccato (1958) di Claude Autant-Lara, il drammatico La verità (1960) di Henri-Georges Clouzot, e due collaborazioni con Jean-Luc Godard, Il disprezzo (1963), proposto qui nella versione originale francese, e Il maschio e la femmina (1966).

La rassegna dedicata a Brigitte Bardot si concluderà il 12 settembre. Questo il calendario dei film:

Venerdì 5 settembre

Ore 15 Piace a troppi – E dio creò la donna (Roger Vadim, Francia/Italia, 1956, col., 95’).

Ore 17 Il disprezzo (Jean-Luc Godard, Francia, 1963, col., 100’) in versione originale.

Domenica 7 settembre

Ore 15 Il maschio e la femmina (Jean-Luc Godard, Francia, 1966, col., 110’).

Ore 17 La verità (Henri-Georges Clouzot, Francia/Italia, 1960, b/n, 95’).

Ore 19 La ragazza del peccato (Claude Autant-Lara, Francia, 1958, b/n, 122’).

Lunedì 8 settembre

Ore 15 Vita privata (Louis Malle, Italia/Francia, 1961, col., 103’).

Ore 17 Piace a troppi – E dio creò la donna (Roger Vadim, Francia/Italia,1956, 95’) Replica.

Mercoledì 10 settembre

Ore 15 Il disprezzo (Jean-Luc Godard, Francia, 1963, 100’) in versione originale Replica.

Ore 17 La ragazza del peccato (1958, Claude Autant-Lara) Replica.

Venerdì 12 settembre

Ore 15 Il maschio e la femmina (Jean-Luc Godard, Francia, 1966, 110’) Replica.

Ore 17 La verità (1960, Henri-Georges Clouzot) Replica.

Etichette: