Pubblicato in: Teatro

Il grande mago: una toccante storia di identità sessuale al Teatro Franco Parenti

Marco Valerio 4 anni fa

il-grande-magoDebutta al Teatro Franco Parenti martedì 10 marzo Il grande mago, spettacolo tratto da una storia vera, di Vittorio Moroni con Luca De Bei e la regia di Giuseppe Marini.

Luca De Bei è l’unico protagonista sul palcoscenico e regala una intensa e sensibile prova di attore su un testo delicato e intelligente, una vera e propria scrittura sinfonica ( già finalista Premio Riccione 2011).

Racconto in prima persona di un gender, un soggetto laboriosamente mutato, creatura che ha varcato i confini del sesso originario approdando alla transessualità. Un percorso privato, la storia vera di una sofferta metamorfosi – dal maschile al femminile – di un figlio, un padre, un lavoratore, un uomo qualunque, al cospetto di un Dio, il grande Mago, a cui ogni tanto tocca rimediare a qualche errore.

La vicenda di un padre che diventa donna in Il grande mago sposta l’attenzione dal cambio di sesso di per sè per concentrarsi sulle reazioni degli altri e sull’effetto che esse hanno su di lui/lei. Dal licenziamento dopo il cambio di sesso alle perplessità del figlio di sei anni; dall’accettazione di sua madre alle resistenze del fratello: un percorso in cui il protagonista è davvero solo durante la transizione.

Il grande mago, quindi racconta il mondo della transessualità e i relativi ostacoli sociali, pregiudizi familiari, impreparazioni di portata somatica e aspetti sconosciuti e inesplorati nella conoscenza di sè stessi. Emerge così un racconto violento, ironico, commovente, solare, crudo: una storia di coraggio e amore.

Il grande mago sarà in replica alla Sala AcomeA del Teatro Franco Parenti fino a domenica 22 marzo.

PREZZI:

PLATEA: Intero €32; Over 60 €18; Under 25 €15; Convenzionati €22,50

GALLERIA: Intero €25; Over 60 €15; Under 25 €15; Convenzionati €17,50

ORARI:

Lunedì riposo; martedì 20.45; mercoledì 19.45; giovedì 19.45; venerdì 20.45; sabato 20.45; domenica 15.45

ORARI SCUOLE (matinée):

Giovedì 19 marzo ore 11.00

DURATA:

90 minuti

Etichette: