Pubblicato in: Concerti News

Gli AC/DC tornano in Italia con il Rock or Bust Tour

Marco Valerio 5 anni fa

acdc-logo-vector-wallpaper2Tornano gli AC/DC! Dopo il sold out dell’ultimo concerto in Italia nel 2010 a Udine, in uno Stadio Friuli invaso da 50.000 fan in delirio, domani aprono le prevendite per l’unico e imperdibile concerto degli AC/DC nel nostro Paese il 9 luglio all’Autodromo Internazionale “Enzo e Dino Ferrari” di Imola.

Quello di Imola è l’unica data in Italia di un tour mondiale, il Rock Or Bust World Tour, con cui gli AC/DC porteranno live i loro più grandi successi e presenteranno per la prima volta dal vivo i brani del loro ultimo album di inediti Rock Or Bust, in testa alle classifiche in Italia e in tutto il mondo! Sarà inoltre il primo tour senza Malcom Young, che ha recentemente lasciato la band per motivi di salute. Al suo posto Stevie Young, nipote dei membri fondatori Angus e Malcolm Young, che ha suonato la chitarra ritmica in Rock or Bust e che accompagnerà la band sul palco.

Pubblicato il 1 dicembre scorso, Rock Or Bust contiene 11 brani inediti e viene pubblicato a sei anni di distanza da Black Ice, album del 2008 che ha riscosso un grandioso successo mondiale. Il disco, registrato nella primavera del 2014 al Warehouse Studio di Vancouver, prodotto da Brendan O’Brien e mixato da Mike Fraser, ha ricevuto recensioni molto positive da tutta la stampa mondiale, che lo ha già definito “uno dei punti più alti raggiunti dagli AC/DC nella loro lunghissima e gloriosa carriera”.

Le prevendite per il concerto degli AC/DC partiranno da domani (mercoledì 17 dicembre) alle ore 10.00 di mattina, in contemporanea online sul sito di Ticketone e nei punti vendita del circuito Vivaticket. Il prezzo del biglietto (posto unico) è di 75 euro (più 11,25 euro di prevendita) e su entrambi i canali di vendita saranno acquistabili al massimo 4 biglietti per transazione. Non sono previsti VIP packages, early entry o simili iniziative.

L’evento si svolgerà nel Paddock Rivazza, una delle zone più verdi e accoglienti dell’autodromo di Imola.

Etichette: