Pubblicato in: Cinema

Film in uscita nel weekend: le novità da giovedì 25 giugno 2015

Marco Valerio 3 anni fa
ted-2

ted-2Sono ben undici i film in uscita nel weekend conclusivo del mese di giugno. Offerta, come sempre, eterogenea e decisamente ricca tra attesi sequel, documentari scioccanti, commedie, horror e tanto cinema italiano.

Film in uscita nel weekend

Iniziamo la nostra panoramica sui film in uscita nel weekend con Ted 2, sequel delle avventure dell’orsacchiotto sboccato creato da Seth MacFarlane, già ideatore della serie di culto I Griffin. Ted 2 è diretto e interpretato (o meglio doppiato) dallo stesso MacFarlane e al suo fianco vede tornare Mark Wahlberg dopo il grande successo del primo film. Da quando abbiamo lasciato John e Ted, i due continuano a spassarsela alla grande in quel di Boston. Mentre John ora è scapolo, Ted convola a nozze con Tami-Lynn, la donna volgarotta dei suoi sogni. Poiché i problemi coniugali cominciano ad assalire gli sposi, Ted e Tami-Lynn decidono di avere un bambino per salvare il loro matrimonio. Le loro speranze vengono schiacciate però quando il Commonwealth del Massachusetts dichiara che Ted non è un essere umano, ma una proprietà, e quindi la sua domanda di adozione viene respinta. Inoltre, viene licenziato dal suo lavoro presso il negozio di alimentari, e sommariamente informato che il suo matrimonio è stato annullato. Arrabbiato e sconsolato, Ted incassa la sua frustrazione e chiede al suo migliore amico di aiutarlo a citare in giudizio lo Stato per far valere i suoi diritti.

Grande attesa anche per il documentario firmato da Alex Gibney, Going Clear: Scientology e la prigione della fede. Un intenso sguardo all’interno della controversa religione di Scientology. Attraverso filmati di archivio e testimonianze di ex membri, Gibney ci mostra ciò che i seguaci di Scientology sono disposti a fare in nome della religione. Il film tocca una vasta gamma di aspetti della chiesa, dalla sua origine con un ritratto intimo del fondatore L. Ron Hubbard, ai modi di reclutamento, alle pratiche giornaliere dei funzionari, fino al ruolo delle celebrità che ne fanno parte. Qui la nostra recensione in anteprima del film.

Di sicuro interesse anche la commedia romantica Ruth e Alex di Richard Loncraine con due premi Oscar come Diane Keaton e Morgan Freeman. Il giovane pittore Alex Carver acquista per lui e sua moglie Ruth un piccolo appartamento di due stanze un po’ malmesso nella periferia di Brooklyn. Quarant’anni dopo, il quartiere è diventato di moda e molto richiesto, al che Ruth e Alex, ancora innamorati come il primo giorno, decidono di mettere in vendita la loro casa per vedere che cosa se ne può ricavare. Per ben due volte, alla vigilia delle visite dei potenziali acquirenti dell’appartamento, accade un imprevisto…

Tra i film in uscita nel weekend da segnalare il ritorno di Arnold Schwarzenegger con l’horror Contagious di Henry Hobson. Quando una pandemia mortale si diffonde in America, le autorità stabiliscono un ferreo protocollo per i pazienti affetti dal virus: devono essere allontanati dal contatto con gli altri umani e messi in isolamento in speciali reparti. Su quello che succede dopo ai contagiati, le autorità tacciono. Ma Wade Vogel non è pronto a rinunciare a sua figlia Maggie. Dopo settimane alla ricerca della ragazza, fuggita una volta venuta a conoscenza del suo destino, l’uomo la trova e la riporta a casa, pronto a difenderla a ogni costo, nonostante la ragazza si stia trasformando in zombi.

Spazio anche al cinema italiano con Noi siamo Francesco di Guendalina Zampagni. Francesco non ha ancora mai vissuto le gioie dell’amore, e questo, a oltre vent’anni, è ormai diventato un problema… ma, con l’aiuto dell’inseparabile amico Stefano, Francesco troverà la strada per vivere serenamente la sua prima volta, con l’intraprendenza che appartiene alla sua età e superando gli ostacoli, le paure e le insicurezze causate dalla sua disabilità. Qui la nostra recensione in anteprima del film.

Un altro gradito ritorno sugli schermi italiani e milanesi in questo fine settimana: si tratta di Samuel L. Jackson, protagonista di Big Game, film di Jalmari Helander. Oskari è un ragazzo finlandese di 13 anni in procinto di superare una prova di iniziazione. Come i suoi predecessori, deve passare una notte da solo nella foresta armato soltanto di arco e frecce e deve riportare una preda per provare di essere diventato un uomo. Ma quella notte tra gli alberi precipita una capsula di salvataggio dalla quale esce nientemeno che il Presidente degli Stati Uniti d’America (Samuel L. Jackson). Il presidente è braccato da spietati terroristi che hanno intenzione di rapirlo e il destino dell’uomo più potente del mondo sarà nelle mani di un ragazzino alle prime armi.

Tra le uscite del fine settimana segnaliamo anche il dramma in costume Violette di Martin Provost. Nata al di fuori del matrimonio nel secolo scorso, povera e non amata, Violette Leduc incontra Simone de Beauvoir nel dopo guerra a Saint-Germain-des-Prés. Tra le due donne si sviluppa un intenso rapporto destinato a durare per tutta la vita, basato sulla ricerca da parte di Violette della libertà attraverso la scrittura e sulla convinzione di Simone di possedere tra le mani il destino di una scrittrice straordinaria.

Tanto spazio, poi, per il cinema italiano a cominciare dal thriller erotico Soundtrack – Ti spio, ti guardo, ti ascolto di Francesco Marra. Al centro, la gelosia e l’ossessione che prende corpo in un crescendo di dinamiche morbose che porteranno i protagonisti a confrontarsi drammaticamente con i propri fantasmi interiori. Paolo, tecnico del suono, e Linda, un’attrice emergente, si trasferiscono in un piccolo paese, dove lei inizia le prove di uno spettacolo teatrale incentrato su un rapporto di coppia ambiguo e morboso. Col passare dei giorni realtà e finzione si mescolano e Paolo si scopre geloso di Linda fino ad esserne ossessionato. Incapace di dare voce ai suoi fantasmi, varcherà i confini del lecito fino ad arrivare ad un punto di non ritorno.

Co-produzione italo-albanese è Bota cafè di Iris Elezi e Thomas Logoreci. Il film è una fotografia dell’Albania di oggi a partire dalla vita di una piccola comunità di perseguitati dimenticati dal tempo in un remoto villaggio dove le famiglie dei tre protagonisti sono sempre rimaste. Lì molte famiglie sono state esiliate durante il comunismo in un campo di internamento del regime di Henver Hoxa. Bota, in albanese ‘il mondo’, è un caffé in mezzo al nulla vicino all’ex campo.

Tra i film in uscita nel weekend c’è anche il documentario Napolislam di Ernesto Pagano. Raccomandarsi a Dio: a Napoli non è così tanto strano. Solo che Dio in questione stavolta è Allah: così hanno deciso i napoletani convertiti all’Islam protagonisti di questo film. Sono gente comune: un disoccupato, una ragazza innamorata, un padre di famiglia che ha perduto un pezzo di sé… Persone dioverse che hanno trovato nel Corano una risposta all’ingiustuzia sociale, al consumismo sfrenato, al blackout della speranza.

Chiudiamo la nostra rassegna con il dramma Crushed Lives – Il sesso dopo i figli di Alessandro Colizzi. Un film sul sesso prima, durante e dopo i figli. Sesso o qualcosa che gli assomigli, che col sesso non c’entra niente, che è l’opposto… veloce, goffo, a volte grottesco…sempre in bilico sul baratro del fallimento, e non per tutte le “défaillances” possibili, ma per quel piccolo terrorista che scientemente, giorno dopo giorno, piccona l’affiatamento e la solidità della coppia.