Pubblicato in: Cinema News

Film in uscita nel weekend: le novità da giovedì 22 giugno 2017

civiltà perduta
Foto tratta da 'Civiltà perduta' di James Gray

Avete voglia di cinema e non sapete per cosa optare? Cercate una serata di puro divertimento grazie al grande schermo o un film che riesca a unire più anime? Come ogni giovedì, Milano Weekend vi segnala eventi cinefili e nuove uscite in sala nella nostra città: un nuovo appuntamento con lo #spiegonecinema.

Ecco cosa vedere al cinema a Milano dal 22 giugno 2017

Alcuni consigli sui film in uscita

— Civiltà perduta di James Gray

Charlie Hunnam, Robert Pattinson e Sienna Miller. Basterebbero già questi tre nomi a funzionare come attrattiva, ma va specificato, Civiltà perduta non è meramente un film di star, è un’opera in cui i grandi nomi offrono ottime interpretazioni per un risultato che vi catturerà. “1925, il leggendario esploratore britannico Percy Fawcett si avventura in Amazzonia, alla ricerca di un‟antica civiltà, lo splendente regno di El Dorado, con lo scopo di fare una delle scoperte più importanti della storia. Dopo aver catturato l‟attenzione di milioni di persone in tutto il mondo, Fawcett s‟imbarca insieme al figlio, determinato a provare che quest’antica civiltà, da lui rinominata Z, esiste. Ma la spedizione scompare poi nel nulla…” (dalla sinossi).

Se avete lo spirito d’esplorazione o quantomeno siete incuriositi dal genere, è il film che non potete perdere. Ha dichiarato il regista: “Quando io ho letto il libro di David Grann, c’è stato un aspetto che mi ha colpito in particolare: quella era la storia di una persona per la quale la ricerca significava tutto. Il suo sogno di trovare un’antica civiltà amazzonica gli ha permesso di attraversare difficoltà inimmaginabili, superare lo scetticismo della comunità scientifica, tradimenti di ogni tipo e anche gli anni trascorsi lontano dalla sua famiglia”.

― Metro Manila di Sean Ellis

Il cineasta britannico riesce a far venire a galla le contraddizioni (anche le più nascoste) della società filippina. “Alla ricerca di un futuro migliore nella megalopoli Manila, Oscar Ramirez e la sua famiglia fuggonodalla miseria delle risaie del Nord delle Filippine. Manila però si rivela una giungla addirittura peggiore, e presto la dura vita della metropoli soffoca i loro sogni e aspettative” (dalla scheda). Ellis riesce a far emergere lo scollamento tra zona rurale e la grande città in costruzione. Si passa dalle risaie silenziose ai rumori della metropoli, che può schiacciare e far sentire isolati.

Metro Manila ha ricevuto il Premio del Pubblico al Sundance nel 2013.

— Parliamo di donne di Claude Lelouch

Il regista francese che aveva colpito con ‘Un uomo, una donna‘ e che nel suo percorso ha sempre avuto un occhio di riguardo per le donne, prosegue su questa linea anche con quest’ultimo lavoro. Al centro ci sono famiglia, amicizia e il valore del perdono. “Jacques Kaminsky (Johny Hallyday), fotografo di guerra di fama internazionale e padre assente, trascorre più tempo a prendersi cura della sua fotocamera che delle sue quattro figlie Primavera, Estate, Autunno e Inverno. Trasferitosi da Parigi a Praz-sur-Arly, un paesino ai piedi del Monte Bianco, vuole trascorrere un felice riposo dal lavoro in una splendida baita nelle Alpi con la sua nuova compagna Nathalie (Sandrine Bonnaire). Jacques, però, sente di essere arrivato a un momento dove, per essere realmente appagato, ha bisogno di riconciliarsi con la sua famiglia e le sue quattro figlie, avute da donne differenti. Compito arduo, perché lui ha sempre preferito il lavoro agli affetti familiari. Così, il suo migliore amico Frédéric (Eddy Mitchell) spinto da una profonda e irrazionale amicizia, tenterà di farlo riconciliare con la famiglia attraverso una messinscena” (dalla trama). Si intuisce quali domande rilanci il lungometraggio.

Resterete incantati dagli scenari naturali alpini.

Eventi cinematografici

— Bagnini&Bagnanti (Base 23 giugno)

Il documentario dei registi milanesi Fabio Paleari e Luca Legnani è stato presentato in anteprima al Biografilm Festival e adesso è stato scelto per aprire lo Stabilimento Estivo Base. Se siete amanti dell’estate e del mare non potete mancare all’appuntamento, viaggiando cinematograficamente “tra le spiagge più famose della penisola – da Alassio passando per Rimini, Riccione, Cattolica, Milano Marittima e ancora Viareggio, Forte dei Marmi fino a Fregene e Ostia – alla scoperta della leggendaria figura del bagnino e dell’immaginario che porta con sé, dentro e fuori dai cliché. Giovani e vecchi bagnini si raccontano: il lavoro, il mare, il sesso…in un panorama che, dal boom vacanziero degli anni Sessanta a oggi, muta con il mutare del rapporto con le donne, italiane e straniere” (dalla nota ufficiale).

ORARIO: 21,30

PREZZI: 7€

— Pina Bausch a Roma (Spazio Oberdan 21 – 28 giugno)

In anteprima per la città meneghina, dal 21 al 28 giugno, potrete trovare l’orario migliore per apprezzare il documentario diretto da Graziano Graziani e Ilaria Scarpa. A Roma la grande coreografa e danzatrice dedicò ben due spettacolo ‘Viktor‘ (1986) e ‘O Dido‘ (1999).

“La Roma di Pina Bausch è scandita da pranzi in trattoria, incursioni in sale da ballo popolari, passeggiate al mercato della frutta, nelle periferie multietniche, nei campi Rom, nelle serate in locali transgender e circoli di cultura omossessuale. A ricordare quel periodo, i ricordi di alcuni testimoni eccellenti fra i quali: Matteo Garrone, Vladimir Luxuria, Andrés Neumann.

In occasione della prima proiezione del documentario, riproporremo ‘Cafe Müller’, la ripresa filmata dello storico spettacolo di Pina Bausch del 1978” (dalla nota ufficiale).

ORARI: 21 giugno h 21; 24 giugno h 17,30; 26 giugno h 19,30; 27 giugno h 17; 28 giugno h 19,30

PREZZI: intero 7,50€;€ridotto con Cinetessera e studenti universitari 5,50€

Rassegne cinematografiche

Estate tabacchi (Manifattura Tabacchi 16 giugno – 25 agosto 2017)

Qui il programma completo.

Etichette:
Milano Weekend