Pubblicato in: Cinema News

Film in uscita nel weekend: le novità da giovedì 25 maggio 2017

Foto tratta dal film 'Ritratto di famiglia con tempesta' di Kore'eda Hirokazu

 

Avete voglia di cinema e non sapete per cosa optare? Cercate una serata di puro divertimento grazie al grande schermo o un film che riesca a unire più anime? Come ogni giovedì, Milano Weekend vi segnala eventi cinefili e nuove uscite in sala nella nostra città: un nuovo appuntamento con lo #spiegonecinema.

Ecco cosa vedere al cinema a Milano dal 22 maggio 2017

Alcuni consigli sui film in uscita

— Cuori puri di Roberto De Paolis

Cinema di Valerio De Paolis continua a dar spazio a opere d’autore, compresi gli esordi dietro la macchina da presa. Cuori puri è tra questi. Approfondite, leggendo la nostra recensione.

Martedì 30 maggio, alle h 20,10 presso l’Anteo spazioCinema il regista e il cast presenteranno al pubblico in sala l’opera.

— Ritratto di famiglia con tempesta di Kore’eda Hirokazu

Chi conosce il regista giapponese di Father and Son avrà già segnato quest’uscita. Anche in quest’ultima opera, presentata al Festival di Cannes 2016 in Un Certain Regard, torna a parlare di famiglia e continua a farlo con la delicatezza e l’incisività con cui si è contraddistinto.

“Ryota, cui presta irresistibile e spavalda goffaggine l’Abe Hiroshi di Thermae Romae, è un loser che sembra uscito dalla penna di Svevo: promessa (non mantenuta) della letteratura, giocatore d’azzardo, investigatore privato per tenersi a galla, ex marito di un’ex moglie che ha esaurito le ingentissime scorte di fiducia, padre maldestro di un bambino che conosce poco, figlio fragile di un’anziana madre amorevolmente rassegnata (Kiki “Signora Toku” Kilin). Basterà una lunga notte di tempesta, con i quattro personaggi obbligati a condividere gli stessi metri quadrati fino all’alba, per attutire gli spigoli del presente e, soprattutto, del futuro?” (dalla sinossi).

Nei suoi ritratti non c’è mai un giudizio, ma a guidare il tutto è uno sguardo umano che vuole raccontare certo quella società e quegli uomini, ma tramite sentimenti e questioni che riescono a toccare tutti. “Tutti noi ci misuriamo, nel corso della nostra vita, con la stessa difficile aspirazione: diventare gli adulti che, da bambini, avevamo sognato di diventare. Qualcuno ce la fa, qualcuno si arrende, qualcuno non ce la fa, come Ryota, ma lotta ugualmente: continua a cercare una via per la felicità, per quanto lontana possa essere dal futuro che aveva immaginato”, ha dichiarato il cineasta.

Evento cinematografico

Première di Milano in the Cage – The Movie (UCI Cinemas Bicocca 25 maggio)

Si tratta del primo film realizzato nel nostro Paese sulle Arti Marziali Miste, MMA (Mix Martial Arts) e già questa è una caratteristica che può far gola soprattutto a chi le pratica o nutre interesse verso di esse. A ciò si aggiunge l’ambientazione nella nostra Milano fotografata, in particolare, di notte con l’intento di far riflettere sul lato oscuro della metropoli. La città diventa quasi co-protagonista insieme al fighter Alberto Lato (si tratta di una storia vera): “Al ha fatto di tutto nella  vita, boxeur, esperto di arti marziali, guardia del corpo, buttafuori. Non si è risparmiato nulla, nemmeno lo scendere a compromessi con la malavita, la clandestinità, il vivere gli angoli più bui dell’illegalità fino a farne la propria dimensione. Questo sottobosco urbano è l’unico habitat in cui ha ancora la possibilità di contare qualcosa, in cui si sente rispettato seppur perso in un inesorabile senso di progressiva alienazione. Quella di Al è anche la storia di un padre che ha mancato  di essere padre e che vuole recuperare il tempo perduto. La disciplina estrema di MMA, acronimo di Mixed Martial Arts, sarà una possibile via di fuga da quel mondo. La chance per riscattarsi arriva con la finale del torneo Milano in the Cage, un incontro realmente combattuto per il film, nel quale Al si gioca il tutto per tutto” (dalla trama). Interessante il lavoro sulla colonna sonora – che va da Omar Pedrini ai ragazzi di Fake Idols – e sul suono.

Alle h 22,20 il regista Fabio Bastianello, il protagonista Alberto Lato e tutto il cast saranno in sala per salutare il pubblico prima della proiezione.

Nota: ovviamente il lungometraggio continuerà a essere programmato nel circuito UCI Cinemas.

 

 

Etichette:
Milano Weekend