Pubblicato in: Cinema News

Festival di Locarno 2014: presentato il programma

AvatarMarco Valerio 6 anni fa

locarno-festival-del-film-2014È stato presentato questa mattina presso il Centro Svizzero di Milano, in via Palestro 2, il programma completo della 67esima edizione del Festival di Locarno, tradizionale appuntamento di inizio agosto in terra svizzera per i cinefili.

Per il secondo anno consecutivo il Direttore artistico del Festival di Locarno è Carlo Chatrian che tenta di bissare il successo della fortunatissima edizione 2013.

Ad aprire la kermesse sarà la sera del 6 agosto Lucy, il nuovo film di Luc Besson (autore di Nikita e Leon) con Scarlett Johansson e Morgan Freeman, presentato in Piazza Grande. Il luogo simbolo del Festival, nonchè nome di una delle sezioni collaterali, ospiterà anche Sils Maria di Olivier Assayas e Geronimo di Tony Gatlif, direttamente dal Festival di Cannes. Altri titoli di riguardo di Piazza Grande sono The Hundred-Foot Journey di Lasse Hallström e Le plages d’Agnes a festeggiare il Pardo d’Onore che sarà assegnato alla regista francese Agnes Varda.

In concorso saranno presenti i film di alcuni Maestri come Lav Diaz, Pedro Costa o Eugène Green. Unico italiano in gara sarà Perfidia di Bonifacio Angius, mentre sempre dall’Italia sarà presentato Sul vulcano di Gianfranco Pannone, ma fuori concorso.

Il regista russo Aleksandr Sokurov (Leone d’Oro a Venezia nel 2011) presenterà, all’interno della sezione Pardi di Domani, una serie di corti realizzati sotto la sua supervisione dagli studenti della Kabardino-Balkarian State University.

Sono previsti poi una serie di premi speciali riservati a personalità del cinema. Nel dettaglio, a ricevere i premi assegnati dal Festival di Locarno saranno: Agnès Varda (Pardo d’onore Swisscom), Víctor Erice (Pardo alla carriera), Armin Mueller-Stahl (Lifetime Achievement Award), Mia Farrow (Leopard Club Award) e Juliette Binoche (Excellence Award Moët & Chandon).

Il Festival di Locarno si concluderà il 17 agosto con l’assegnazione dei Pardi ai film del concorso: presidente di Giuria è il regista italiano Gianfranco Rosi, vincitore della scorsa edizione del Festival di Venezia con Sacro Gra.

A seguire il programma completo:

PIAZZA GRANDE

Lucy, Luc Besson (Francia)

Dancing Arabs, Eran Riklis (Israele)

Love Island, Jeremila Žbanić (Croazia/Germania/Svizzera/Bosnia Erzegovina)

A Hitman’s Solitude before the Shot, Florian Mischa Böder (Germania)

Hin und weg, Christian Zübert (Germania)

Il Gattopardo, Luchino Visconti (Italia/Francia)

Marie Huertin, Jean-Pierre Améris (Francia)

The Beaches of Agnes, Agnès Varda (Francia)

A la vie, Jean-jacques Zilbermann (Francia)

The Hundred-Foot Journey, Lasse Hallström (Stati Uniti)

Schweizer Helden, Peter Luisi (Svizzera)

Pause, Mathieu Urfer (Svizzera)

Clouds of Sils Maria, Olivier Assayas (Francia/Germania/Svizzera)

Land Ho! Aaron Katz e Martha Stephens (Stati Uniti/Islanda)

Geronimo [+], Tony Gatlif (Francia)

COMPETIZIONE INTERNAZIONALE

A Blast, Syllas Tzoumerkas (Grecia/Germania/Paesi Bassi)

Alive, Park Jungbum (Corea del Sud)

Cavalo dinheiro, Pedro Costa (Portogallo)

Cure – The Life of Another, Andrea Štaka (Svizzera/Croazia/Bosnia Erzegovina)

Dos disparos, Marín Rejtman (Argentina/Cile/Germania/Paesi Bassi)

Durak, Yury Bykov (Russia)

Fidelio, l’odyssée d’Alice, Lucie Borleteau (Francia)

Gyeongju, Jamie Seo (Corea del Sud)

La princesa de Francia, Matías Piñeiro (Argentina)

La sapienza, Eugène Green (Francia/Italia)

L’abri, Fernand Melgar (Svizzera)

Listen up Philip, Alex Ross Perry (Stati Uniti)

Mula sa kung ano ang noon, Lav Diaz (Filippine)

Nuits blanches sur la jetée, Paul Vecchiali (Francia)

Perfidia, Bonifacio Angius (Italia)

The Iron Ministry, J.P. Sniadecki (Cina/Stati Uniti)

Ventos de agosto, Gabriel Mascaro (Brasile)

CINEASTI DEL PRESENTE

Buzzard, Joel Potrykus (Stati Uniti)

Christmas, Again, Charles Poekel (Stati Uniti)

Exit, Chienn Hsiang (Taiwan/Hong Kong)

Frère et sœur, Daniel Touati (Francia)

Hold Your Breath Like a Lover, Kohei Igarashi (Giappone)

La creazione di significato, Simone Rapisarda Casanova (Canada/Italia)

Lelaki harapan dunia, Liew Seng Tat (Malesia/Paesi Bassi/Germania/Francia)

Los enemigos del dolor, Arauco Hernández (Uruguay/Brasile)

Los hongos, Oscar Ruiz Navia (Colombia/Francia/Argentina/Germania)

Navajazo, Ricardo Silva (Messico)

Sae-chul-bal, Jang Woojin (Corea del Sud)

Songs from the North, Soon-Mi Yoo (Stati Uniti, Corea del Sud/Portogallo)

Sud eau nord déplacer, Antoine Boutet (Francia)

They Chased Me Through Arizona, Matthias Huser (Svizzera/Polonia)

Un jeune poète, Damien Manivel (Francia)

FUORI CONCORSO – LUNGOMETRAGGI

A propos de Venise, Jean-Marie Straug (Francia/Svizzera)

Goodbye to Language, Jean-Luc Godard (Francia)

Creep, Patrick Brice (Stati Uniti)

Cutaway, Kazik Radwanski (Canada)

Dang an (The Dossier), Zhu Rikun (Cina)

Dialogue d’ombres, Jean-Marie Straub e Danièle Huillet (Francia/Svizzera)

Homo Faber (trois femmes), Richard Dindo (Svizzera)

Le temps perdu, Pierre Schoeller (Francia)

Lisbon Revisited, Edgar Pêra (Portogallo)

Parole di Kamikaze (I, kamikaze), Masa Sawada (Francia)

Poder dos afetos, Helena Ignez (Brasile)

Sul vulcano, Gianfranco Pannone (Italia)

The Tony Longo Trilogy, Thom Andersen (Stati Uniti)

Yalom’s Cure, Sabine Gisiger (Svizzera)

FUORI CONCORSO – SIGNS OF LIFE

Al-Rakib Al-Khaled (The Immortal Sergeant), Ziad Kalthoum (Siria)

Amori e metamorfosi, Yanira Yariv (Francia/Italia)

Antigona despierta, Lupe Pérez García (Spagna)

Com os punhos cerrados, Pedro Diogenes, Ricardo Pterri e Luiz Pretti (Brasile)

El escarabajo de oro, Alejo Moguillansky e Fia-Stina Sandlund(Argentina/Danimarca/Svezia)

Favula, Raul Perrone (Argentina)

Fils de, Hervé-Pierre Gustave (HPG) (Francia)

Fort Buchanan, Benjamin Crotty (Francia/Tunisia)

Los ausentes, Nicolás Pereda (Messico/Spagna/Francia)

Etichette: