Pubblicato in: News

Tutte le feste e i ponti del 2019: ecco il calendario per viaggi, vacanze e ozio

feste e ponti 2019
Foto: PxHere

Il giorno che segue l’Epifania è spesso descritto dagli psicologi come uno dei più tristi e spossanti, ma non è necessaria una preparazione specifica per sapere che tornare a lavoro dopo lunghe festività è sempre un trauma. Sopratutto se, come quest’anno, il 6 gennaio è caduto di domenica, vanificando la possibilità di un prolungamento delle ferie.

Anche nel 2019, allora, smaltiti i postumi dei festeggiamenti, tra le prime operazioni dei più previdenti c’è l’analisi accurata del calendario alla ricerca delle festività, con l’obiettivo di controllare i possibili ponti in base alla giornata della settimana in cui cadono le stesse. Prenotare un viaggio con un certo anticipo, o anche solo una gita fuori porta è sempre un bel vantaggio economico e un ottimo aiuto psicologico.

Vediamo dunque il calendario delle feste e dei possibili ponti del 2019.

Feste e ponti del 2019: il calendario

  • 21-22 aprile: Pasqua e Pasquetta domenica e lunedì (come sempre)
  • 25 aprile: Festa della Liberazione giovedì
  • 1 maggio: Festa del lavoro mercoledì
  • 2 giugno: Festa della Repubblica domenica
  • 29 giugno: Santi Pietro e Paolo (solo per Roma) sabato
  • 15 agosto: Ferragosto giovedì
  • 19 settembre: San Gennaro (solo per Napoli) giovedì
  • 1 novembre: Tutti i Santi: venerdì
  • 7 dicembre: Sant’Ambrogio (solo per Milano) sabato
  • 8 dicembre: Immacolata domenica
  • 25 dicembre: Natale mercoledì
  • 26 dicembre: Santo Stefano giovedì
  • 31 dicembre: San Silvestro martedì

Come si può intuire scorrendo velocemente il nostro calendario, l’anno non si presente particolarmente felice per quanto riguarda le festività secche, per così dire. La Festa della Repubblica cade di domenica, l’Immacolata anche e Sant’Ambrogio di sabato (e se lavorate a Roma San Pietro e Paolo di sabato, restando in tema di patroni).

Discorso molto diverso e più fecondo, invece, per quanto riguarda i ponti. Partendo dal fondo, si può notare il possibile ponte rappresentato dal martedì di San Silvestro – lo sappiamo non è propriamente un festivo, ma solitamente viene lasciato libero – così come l’accoppiata Natale – Santo Stefano allude a un venerdì di ponte piuttosto facile.

Ottima anche la caduta di Tutti i Santi di venerdì, che permetterà di attaccare sabato e domenica per un Halloween molto rilassante (potrete dunque scatenarvi la sera del 31). Interessante anche il Ferragosto di giovedì: in quei giorni è facile avere delle ferie da poter attaccare, se la programmazione con i colleghi d’ufficio è stata favorevole.

Il 1 maggio di mercoledì appare interlocutorio, essendo nel bel mezzo della settimana lavorativa, ma considerando le potenzialità del periodo pasquale, molto avanzato e quindi potenzialmente collegabile alla Festa della Liberazione: si tratta infatti di un giovedì che potrebbe schiudere le porte di un weekend lungo, addirittura estendibile fino alla Festa del Lavoro prima denigrata. Insomma, la primavera è forse il periodo più felice per chi non ne vuole proprio sapere di andare a lavoro!