Pubblicato in: News

Festa della donna 2022: gli eventi a Milano

festa-della-donna-milano

Non solo mimose. Torna l’8 marzo, la Festa della donna, anzi la Giornata internazionale della donna. E questa definizione è molto importante perché sottolinea come questa debba essere una giornata di festa, sì, ma anche di riflessione e di impegno.

Gli eventi del 2022 a Milano torneranno finalmente in presenza. Incontri, presentazioni, spettacoli teatrali e concerti dedicati renderanno omaggio a tutte le donne e all’impegno quotidiano di chi si batte per la parità nel mondo del lavoro e nella società.

8 marzo 2022: sciopero nazionale

Martedì 8 marzo tutta Italia sarà interessata dall’ormai classico sciopero generale dei lavoratori del trasporto pubblico. Treni e mezzi Atm potrebbero subire ritardi o cancellazioni, anche se restano garantite le fasce orarie protette.

Festa della donna a teatro

Il teatro è da sempre in prima linea per rivendicare diritti e mettere sotto i riflettori i drammi della società. Durante la Giornata internazionale della donna non potevano quindi mancare spettacoli, monologhi e approfondimenti teatrali. Scopriamo quelli da non perdere a Milano e dintorni

  • Martedì 8 marzo, ore 21: al teatro Villoresi di Monza torna in scena Caveman, spettacolo ormai diventato un classico sul tema dei rapporti di coppia. Ideato da Rob Becker, l’esilarante testo è nato a New York nel 1995 ed è stato esportato in più di 30 paesi nel mondo e tradotto in 22 lingue differenti. Biglietti prenotabili anche online.
  • Martedì 8 marzo, ore 19: Al Teatro Carcano di Milano va in scena Storia di un’amicizia. Tratto dalla tetralogia L’amica geniale di Elena Ferrante e diviso in tre capitoli (Le due bambole, Il nuovo cognome e La bambina perduta), Storia di un’amicizia si basa sulla storia dell’amicizia tra due donne, seguendo passo passo la loro crescita individuale, il modo di influenzarsi reciprocamente, i sentimenti, le condizioni di distanza e prossimità che nutrono nei decenni il loro rapporto. Sullo sfondo la coralità di una città/mondo dilaniata dalle contraddizioni del passato, del presente e di un futuro i cui confini feroci faticano ancora a delinearsi con nettezza. Il rapporto tra le biografie delle due donne con la storia particolare della loro amicizia e la Storia di un Paese travagliato dalle sue metamorfosi si intreccia in una sorta di agone narrativo che procede per squarci subitanei ed epifanie improvvise attraverso il racconto delle due protagoniste. Biglietti: poltronissima € 28, poltrona/balconata € 22
  • Martedì 8 marzo, ore 21.15: In occasione dell’8 marzo, nello storico Zelig Cabaret sulle rive del naviglio Martesana le luci della ribalta si tingono di rosa. Ad alternarsi sul palco saranno tre grandi talenti emergenti al femminile: Federica Ferrero (cabarettista e autrice di numerosi sketch comici, volto già noto ai telespettatori di Zelig Tv), Cinzia Marseglia (pugliese, si è fatta conoscere per il personaggio della sua improbabile poetessa chic immersa nel jet set) e Lily Le Ludique (ballerina e performer di burlesque). Prezzo posto unico: 15 €

Festa della donna al ristorante

I ristoranti di Milano celebrano le donne con menù e serate dedicate, perfette per regalarsi o regalare una serata speciale a una donna speciale della propria vita e farla sentire amata e coccolata tramite la grande gastronomia.

  • Giardino di Giada: martedì 8 marzo il Giardino di Giada, ristorante cinese con più di 40 anni di storia a un passo dal Duomo di Milano (ne abbiamo parlato in questa recensione), omaggerà le sue ospiti con wanton in curry di curcuma o wanton in Sichuan style. Un’iniziativa che rende omaggio a tutte le donne e alla storia stessa del ristorante: quello del Giardino di Giada è un percorso di successo al femminile.  Accanto ai wanton, nel menu del Giardino di Giada trovano spazio piatti classici della tradizione cinese, come l’anatra alla pechinese o i baozi, e nuove tendenze, capaci di richiamare sia avventori italiani e occidentali, sia orientali, che qui ritrovano i sapori di una cucina familiare.    L’iniziativa sarà riservata a tutte le donne che ceneranno presso il Giardino di Giada la sera di martedì 8 marzo, con una spesa minima di 20 euro. 
  • Daniel Canzian: per il prossimo 8 marzo lo chef Daniel Canzian propone un menu speciale, pensato per riflettere e celebrare la bellezza femminile: cinque portate caratterizzate da sapori delicati, resi ancora più eleganti dall’esclusivo abbinamento agli Champagne della Maison francese Duval-Leroy. Ad aprire la proposta dello Chef sarà il noto Uovo d’artista, l’entrée tra i piatti protagonisti del menu Iconico. A comporre l’antipasto, selezionato dal menu Alla carta con un tocco veneto, saranno i Frutti di mare dell’Adriatico immersi in “Bordeto” al pepe di Timut. A seguire l’eleganza delle Mezze lune di patate di montagna con barbabietole, caviale e champagne. Protagonista del secondo piatto sarà la tenerissima Nocetta d’agnello aromatizzata agli agrumi. Sulla scia della stagione del Carnevale, l’ultima portata: il Croccante veneziano ai cereali, servito con yogurt e gelato ai biscotti. Infine, a chiudere, verrà servita una selezione di Piccola pasticceria in abbinamento al caffè. Ad accompagnare le proposte gastronomiche dello chef Daniel Canzian ci sarà una selezione di Champagne della Maison Duval-Leroy: dal Blanc de Blancs Prestige Grand Cru al Rosé Prestige Brut Premier Cru, passando per l’iconico Femme Duval-Leroy. Prezzo: 100 € a persona, abbinamento vini 50 € a persona
  • VIVO Milano: per la sera dell’8 marzo 2022 i ristoranti VIVO di Milano insieme alla loro Executive Chef, Anna Maria Visconte, hanno elaborato un menù esclusivo a base di pesce per tutti coloro che desiderano celebrare la Festa della Donna concedendosi un’esperienza speciale. La proposta culinaria prevede cinque portate che esaltano ciò che il mare ha da offrire, con una particolare attenzione ai crudi, piatto forte dei ristoranti VIVO, una curatissima selezione di ostriche e piatti della tradizione che racchiudono un vero e proprio viaggio sensoriale. L’atmosfera durante la serata sarà rilassante all’interno del ristorante in City Life e, invece, più vivace in quello di Moscova, dove si terrà un intrattenimento musicale con il DJ set di Federico Masiero, giovane e talentuoso dj del nord Italia. Prezzo: 50 € a persona, acqua e caffè compresi e bevande escluse. Prenotazioni tramite il sito web o chiamando il 378 302 5797 (Moscova) o il 333 882 7511 (CityLife).
  • Borgia Bistrot Milano: perché non scegliere di festeggiare le donne con il giro del mondo attraverso una ricca selezione di vini? È quanto proporrà il Wine Bistrot del Borgia – Milano l’8 marzo dalle ore 19:30! Un appuntamento speciale e originale condotto da Alessandro Salvano, Sales Wine Manager di Elemento Indigeno, il progetto di Compagnia dei Caraibi interamente dedicato ai vini internazionali. La serata, dal titolo “Bottiglie aperte, il giro del mondo in un calice”, sarà un singolare percorso alla scoperta di alcune etichette provenienti da differenti parti del pianeta per ‘degustare’ storia, cultura e tradizioni di Paesi diversi e lontani tra loro. La degustazione prevede la possibilità da parte del cliente di selezionare tra circa 25 Paesi (tra i quali Argentina, Georgia, Perù, Armenia, Giappone…) 5 etichette al costo di 25 €con ulteriori 10 € si potranno aggiungere, alle precedenti, altre 3 etichette per un totale di 8 calici al costo complessivo di 35 €. A far compagnia alla carrellata enologica ci saranno stuzzichini e sfiziosità gastronomiche.

8 marzo a Milano: arte e mostre

Ovviamente anche il mondo dell’arte vuole celebrare il mondo femminile e le sue lotte. Esposizioni fotografiche, mostre ed eventi artistici stanno mostrando sempre più sensibilità verso le tematiche femminili e la rappresentazione di artiste donne. Inoltre, come ogni anno, i musei statali d’Italia saranno gratuiti per le donne!

  • Raffaella De Chirico Arte Contemporanea, Prendi il mio cuore: In occasione della Giornata Internazionale della Donna, l’artista Andi Kacziba inaugura a Milano Prendi il mio cuore curata da Raffaella De Chirico. Una parafrasi della poesia di Saffo “Prendi il mio cuore e portami lontano”. Un’occasione unica per dar voce alle donne e fare il punto, attraverso una serie di sculture e performance, sulla violenza di genere e la gender gap di cui le donne sono state vittime anche durante la pandemia. Perché parlare di “Festa della Donna” quando abbiamo ancora tanta strada da fare? Per l’artista l’8 marzo non è una festa ma un momento di  riflessione sul passato e sul presente. Ci permette di misurare quanto è lontano il traguardo ed elaborare le nostra esperienza per dare un futuro migliore alle prossime generazioni. La mostra rimarrà aperta alla Galleria Raffaella De Chirico Arte Contemporanea di Via Farini 2 a Milano fino al 25 marzo.
  • Casa Emergency, Fear of Beauty: ritratti di donne di generazioni diverse intente nella loro quotidianità: qualcuna suona, qualcuna scatta fotografie, qualcun’altra lava le stoviglie o viene ritratta mentre sta imparando ad andare in bicicletta; insieme alla famiglia numerosa o in coppia. Sono tanti e diversi i volti e le scene di vita ritratti nella mostra fotografica Fear of Beautyideata dalla dottoressa Carla Pessina e ospitata dall’8 al 20 marzo 2022 a Casa EMERGENCY, in via Santa Croce 19 a Milano. L’esposizione, realizzata in collaborazione con l’Associazione Donne Fotografe, presenta le opere di cinque fotografe afgane, Mariam Alimi, Roya Heydari, Fatimah Hossaini, Zahara Khodadadi e Najiba Noori. Artiste che hanno lasciato il loro Paese per poter continuare a inseguire la propria passione e arte. L’impatto della guerra sullo status della donna in Afghanistan è stato fortissimo: famiglie distrutte, sfollamenti, danni psicologici, impoverimento economico e violenza sono solo alcune delle conseguenze vissute direttamente dalle donne sulla propria pelle in questi quarant’anni di continuo conflitto nel Paese. E oggi con il ritorno dei talebani al potere la situazione per le donne è ancora più incerta. 
Etichette:
Milano Weekend