Pubblicato in: News

Festa della donna 2021: gli eventi a Milano

festa della donna 2021 milano
Foto: Pixabay

Non solo mimose. Torna l’8 marzo, la Festa della donna, anzi la Giornata internazionale della donna. E questa definizione è molto importante perché sottolinea come questa debba essere una giornata di festa, sì, ma anche di riflessione e di impegno.

Gli eventi del 2021 a Milano si svolgeranno quasi completamente online, ma non significa che saranno meno significativi. Incontri, presentazioni, spettacoli teatrali e concerti dedicati renderanno omaggio a tutte le donne e all’impegno quotidiano di chi si batte per la parità nel mondo del lavoro e nella società.

8 marzo 2021: sciopero nazionale

Lunedì 8 marzo tutta Italia sarà interessata dallo sciopero generale dei lavoratori del trasporto pubblico. Treni e mezzi Atm potrebbero subire ritardi o cancellazioni, anche se restano obbligatorie le fasce orarie garantite.

Festa della donna a teatro: gli spettacoli virtuali

Il teatro è da sempre in prima linea per rivendicare diritti e mettere sotto i riflettori i drammi della società. Durante la Giornata internazionale della donna non potevano quindi mancare spettacoli, monologhi e approfondimenti teatrali. Anche con i teatri chiusi, i principali palchi di Milano stanno ritrovando il loro spazio e il loro pubblico grazie al digitale.

  • Lunedì 8 marzo, ore 20.30: Monologo teatrale “Riflessioni allo specchio“, sul tema delle violenze perpetrate contro le donne. Interpretato e diretto da Lisa Mazzotti (attrice e docente di Recitazione e di Storia del cinema dell’Accademia artisti di Milano). Accompagnamento al violino, a cura di Silvia Canavero. Spettacolo trasmesso in diretta su YouTube.
  • Lunedì 8 marzo, dalle 18 alle 19:30: Canzoni e racconti ricordano Mia Martini. Si intitola “Come un fiore raro” l’iniziativa del Municipio 9 per l’8 marzo, che ripercorre la storia di Mia Martini attraverso le sue canzoni e il racconto di diversi episodi della sua vita. Il filmato di Davide Giandrini sarà visibile sul il sito Futura Network.
  • Lunedì 8 marzo, ore 12:30: le musiciste dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi rendono omaggio alla donna. L’iniziativa intitolata “La Forza delle Donne” giunge alla sua seconda edizione, promossa dal Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di commercio. Engjellushe Bace (violino), Nadia Bianchi (violoncello) ed Elena Piva (arpa) eseguono musiche di Edward Elgar, Pietro Mascagni e Georges Bizet.
  • Lunedì 8 marzo, ore 18.30: In occasione della giornata internazionale della donna, i riflettori virtuali di Teatro Oscar e deSidera si accendono per ospitare una grande scrittrice italiana: con Luca Doninelli dialogherà Susanna Tamaro, autrice di numerosi best-seller di fama internazionale, tra cui Va’ dove ti porta il cuore e Una grande storia d’amore. Insieme a loro, parteciperanno all’evento anche Gabriele Allevi e Giacomo Poretti, direttori artistici Teatro Oscar, e la docente e linguista Cristina dell’Acqua. L’incontro si svolgerà su Zoom: per il link sarà necessario iscriversi alla newsletter sul sito ufficiale di Teatro Oscar.
  • Lunedì 8 marzo: sui canali social del Piccolo Teatro sarà pubblicato un podcast di poesie di Alda Merini, interpretate da Franca Nuti, Laura Marinoni, Marina Occhionero e Anna Manella. Lo stesso giorno, alle ore 18.30, contemporaneamente sulla pagina Facebook del Piccolo e del Politecnico di Milano, viene trasmessa, dal Teatro Studio Melato, la diretta streaming di una conversazione intorno a Infinities, dal titolo Uno spettacolo in fuga: note sull’esperienza di Infinities di J.D. Barrow e Luca Ronconi, con la partecipazione di Claudio Longhi, Anna Maria Paganoni, Pino Donghi (introdotti da Federico Bucci).
  • Da venerdì 12 marzo, ore 20: DtD 2021 – Diritti al tempo del Covid. Lo storico progetto DonneTeatroDiritti di PACTA Salone si trasferisce online, con incontri e tavole rotonde sui diritti della donna. Il progetto si apre il 12 e 13 marzo alle ore 20 con uno spettacolo in streaming, Fermenti lattici, di Giovanna Biraghi, Ester Palma, Monica Pariante, produzione Cad – Compagnia Attori Doppiatori, mette in scena una colorita schiera di donne tra liti, amicizie, amori e ostacoli rocamboleschi. Gli spettacoli e l’intero programma saranno visibili attraverso il sito www.pacta.org, il canale YouTube di PACTAdeiTeatri SALONE e la pagina Facebook del teatro. 

Festa della donna: approfondimenti e incontri

La Giornata Internazionale della Donna è soprattutto un’occasione per fermarsi e riflettere sul ruolo della donna, la sua storia e la sua lunga battaglia per ottenere diritti fondamentali, dal voto alla gestione del proprio corpo. Durante la settimana dell’8 marzo saranno moltissimi gli incontri e le iniziative organizzate a Milano:

  • 8 marzo 2021, ore 12:30: Sindrome premestruale. Per saperne di più. La Fondazione Onda e l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna,  organizzano una diretta Facebook per sensibilizzare e informare le donne sulla sindrome premestruale, un disturbo che incide sulla qualità della vita familiare, lavorativa e sociale di molte donne. La diretta sarà tenuta da Rossella Nappi, professoressa associata di Clinica ostetrica e ginecologica presso il Centro di ricerca per la procreazione medicalmente assistita e Servizio di endocrinologia ginecologica e della menopausa, presso IRCCS – Policlinico San Matteo – Università degli Studi di Pavia. L’evento si svolgerà sulla pagina Facebook di Fondazione Onda
  • Martedì 9 marzo, ore 17: Milano per le donne. Un incontro restituisce alla città le attività legate alle tematiche di genere realizzate durante l’ultima sindacatura e mette a fuoco, attraverso un confronto con figure esperte, le politiche necessarie per sostenere strutturalmente le donne e l’occupazione femminile.  Partecipano: Diana Bracco, Elena Buscemi, Daria Colombo, Filippo Del Corno, Diana De Marchi, Tiziana Ferrario, Alessia Mosca, Paola Profeta, Gabriele Rabaiotti, Linda Laura Sabbadini, Cristina Tajani, Frans Timmermans, Giovanna Vingelli. Interviene il Sindaco di Milano Giuseppe Sala. La diretta si potrà seguire sulla Web Radio sul sito del Comune di Milano.
  • Mercoledì 10 marzo, ore 18: La Resistenza civile delle donne a Milano: Fernanda Wittgens e le altre. In attesa del 25 aprile, l’Unione femminile nazionale punta il proprio focus su Fernanda Wittgens, Adele Cappelli Vegni e le sorelle Tresoldi per raccontare la Resistenza civile delle donne di Milano. Una lotta senza armi, ispirata a valori etici imprescindibili e combattuta nei musei, nelle case, nelle carceri, nei luoghi di cultura e nelle scuole; un’azione che ha consentito di salvare ebrei e perseguitati politici e di mettere al sicuro grandi opere d’arte. Incontro organizzato in collaborazione con Anpi provinciale Milano, Iris e Milanosifastoria, nell’ambito di “Milano, la città delle donne”. L’evento sarà in diretta sui canali Facebook e YouTube di Unione Femminile.
  • Giovedì 11 marzo, ore 18: Tavola rotonda “Violenza di genere: quale educazione?” Intervengono: Diana De Marchi, insegnate e presidente della commissione Pari opportunità e diritti civili del Comune di Milano, Manfredo Tortoreto, dirigente scolastico dell’IC Cardarelli – Massaua di Milano, Paola Conversano e Silvana Milelli, volontarie dell‘associazione ‘Cerchi d’acqua’ di Milano). Introduce e modera Daniela di Carlo, pastora della Chiesa Valdese di Milano. L’evento si svolgerà su Zoom con le seguenti coordinate: riunione: 837 6211 1410, Passcode: 862517
  • Martedì 16 marzo, ore 18: Ogni giorno ce n’è una. Aborto e salute sessuale. Dall’Umbria alla Polonia, passando per la Lombardia, l’Unione femminile nazionale ripercorre l’attualità dell’eterno conflitto che si gioca sul più tradizionale dei campi della battaglia femminista: l’aborto. Quali sono i nessi tra le politiche del governo di ultra-destra in Polonia, dove la possibilità di interrompere una gravidanza è stata bandita anche nei casi di malformazioni fetali gravi, e il rifiuto di alcune Regioni italiane di applicare le recenti linee di indirizzo ministeriali sull’aborto farmacologico. L’evento sarà in diretta sui canali Facebook e YouTube di Unione Femminile.

Festa della donna a Milano: cinema

Anche il grande cinema, nonostante la chiusura delle sale, sarà in prima linea per celebrare le donne l’8 marzo, con film, rassegne ed eventi in streaming dedicati al mondo della femminilità.

  • Dall’ 8 marzo sarà in streaming sulla piattaforma CHILI l’opera prima di Luca Guardabascio  Credo in un solo Padre, un film contro la violenza sulle donne, basato su fatti realmente accaduti. In una località tra Campania e Basilicata, la vita di una famiglia è punteggiata e sconvolta da crudi rituali  di violenza domestica quotidiana. Giuseppe (Massimo Bonetti) è un padre padrone. Violento. Dispotico. Feroce. Nel paese nessuno vede. Nessuno sente. Nessuno parla. Ma tutti sanno. E così diventano tutti complici di quello squallore, della schiavitù imposta alle vittime degli abusi. L’indifferenza è più forte della loro coscienza. Quando Gerardo (Giordano Petri), giovane padre di famiglia emigra in Austria per guadagnare più denaro così da permettere una vita più agiata alla moglie e ai due figli, la donna e i bambini restano a vivere nella fattoria del suocero. Questa assenza sarà l’inizio di un incubo che porterà Maria (Anna Marcello) prima e sua figlia poi a subire gli abusi e gli orrori dell’orco. 
  • Dall’8 marzo: In occasione della Giornata internazionale della donna, e fino al 14 marzo saranno proiettate in streaming gratuito sulla piattaforma di Cineteca Milano una selezione di pellicole svizzere che avranno come comune denominatore storie di donne verso l’emancipazione. #DonneFrauenDunnasFemmes – Cinema è una raccolta di 6 film e documentari che raccontano di donne sempre protagoniste della loro vita. Alcune pellicole offrono uno sguardo contemporaneo e umoristico sull’universo femminile, altre -a sfondo più sociale- ripercorrono le tappe della strada intrapresa dalle donne verso la conquista dei propri diritti e fanno rivivere il cambiamento di mentalità avvenuto nel corso di oltre un secolo di lotte. Tutte testimoniano una pluralità di sguardi femminili.
  • Dall’8 marzo: il Municipio 6 ha creato un cortometraggio del titolo “Non solo 8 marzo!“: si tratta di un racconto corale al femminile composto da numerose testimonianze, un viaggio attraverso i servizi a sostegno delle donne del territorio, con la partecipazione della cantante Mary Martins. Il video è stato realizzato in collaborazione con l’associazione “Officina della produzione” e sarà disponibile dall’8 marzo 2021 sulla pagina Facebook e sui canali social di Officina della produzione.

8 marzo a Milano: arte e mostre

Nonostante i musei siano stati chiusi poco dopo la loro riapertura, molti spazi espositivi restano aperti e disponibili, come le gallerie d’arte , le chiese e i parchi. A Milano l’arte si respira ovunque, quest’anno con una particolare attenzione ai “talenti delle donne“, com’è chiamato il filo conduttore del programma culturale cittadino prima del 2020 e riproposto quest’anno.

  • Progetto ‘Scarpette Rosse’: l’8 marzo inaugura la settima e ultima Stazione dell’omonima installazione artistica, a conclusione del percorso che ha avuto inizio il 25 novembre 2020 in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.  L’installazione, che si ispira al progetto d’arte pubblica ‘Zapatos Rojos’ dell’artista messicana Elina Chauvet, è un’opera partecipata realizzata grazie al contributo volontario di singoli cittadini e di associazioni di quartiere.  Il progetto è una sorta di via crucis laica, articolata in sette Stazioni (Ortica, cavalcavia Buccari; Ortica, balera dell’Ortica; Ortica, ponte Viola; Rubattino, viale Cutuli; Lambrate, circolo Acli Conte Rosso; Palmanova, cortili Solidali; Cimiano, parco Metropolitana, che ospitano scarpette rosse e targhe commemorative dedicate alle donne vittime di violenza durante il primo lockdown. Le prime sei Stazioni sono intitolate alle donne morte per femminicidio, mentre la settima stazione è intitolata alle donne che ce l’hanno fatta a uscire dalla spirale della violenza chiedendo aiuto; l’obiettivo del progetto è tenere viva l’attenzione sul dramma della violenza di genere e al contempo ricordare che comunicare, fare rete, creare spazi di ascolto è l’unica alternativa possibile. 
  • Lunedì 8 marzo, ore 15: Guerrilla Knitting riveste un albero al Barrio’s. Il gruppo ‘Guerrilla Knitting’ del Barrio’s, in collaborazione con il Municipio 6 realizza ‘L’Albero delle donne’, in piazza Donne partigiane: un’opera di composizione che consiste nel rivestire un albero con i lavori a maglia – realizzati da un gruppo di donne – nei colori associati alla lotta contro la violenza di genere; un gesto artistico, simbolo della di vicinanza alle sorelle vittime di violenza di genere.
Etichette: