Pubblicato in: News

Esondazione Seveso, allagata zona Isola: le foto del quartiere

RedazioneRedazione 6 anni fa
isola-allagata-milano (8) wide

(aggiornamento 24/07/2014)

Sono disponibili da oggi i moduli che famiglie e imprese possono compilare e consegnare al Comune di Milano per la ricognizione dei danni necessaria a completare la procedura avviata con lo Stato di calamità naturale chiesto dalla Regione Lombardia dopo l’esondazione del Seveso dell’8 luglio. Sono disponibili 60 giorni di tempo. In seguito la Regione Lombardia valuterà (anche in base alle richieste negli altri sette Comuni coinvolti) se chiedere al Governo nazionale lo Stato di emergenza.

I moduli potranno essere ritirati e consegnati presso l’ufficio in via Passerini 5 (zona 9) che sarà operativo dal 24 luglio fino a tutto agosto con apertura dal lunedì al venerdì (dalle 9 alle 13).

In alternativa, è possibile scaricarli dal sito del Comune di Milano e consegnarli o inviarli per posta all’ufficio di via Passerini 5 oppure via fax al numero 02 88462543 nonché via e-mail all’indirizzo esondazione.seveso@comune.milano.it.

Per informazioni sul censimento è disponibile il numero di telefono dedicato 02 88444448 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 16).

***

Zona Isola a Milano, via Garigliano e dintorni: ecco com’era la situazione stamattina alle 8.30, grazie alla galleria di foto che ci ha inviato Marianna Caprotti (twitter @MariannaCap). Vi ricordiamo che per informazioni in tempo reale sui mezzi di trasporto, il riferimento è l’account Twitter di ATM @atm_informa.

Ultim’ora dal sito ufficiale ATM:

La circolazione delle 4 linee metropolitane è normale.

In superficie, le linee tram 5, 7, 33 e la linea bus 701 subiscono deviazioni e rallentamenti per allagamenti nella zona Niguarda/Lagosta e nel comune di San Maurizio al Lambro. 

Inoltre, causa traffico, si segnalano rallentamenti per le linee 2, 4, 9, 14, 31, 37, 40, 41, 42, 43, 51, 52, 57, 60, 62, 69, 70, 78, 81, 82, 83, 87, 90/91, 92, 95, 166, il collegamento bus delle linee 12 e 19, 708 e 728.

In merito alla precedente esondazione del Seveso del 27 giugno (quando le acque del fiume erano salite di 120 centimetri in soli 11 minuti) l’amministrazione comunale ha deciso di dare un contributo – in accordo con il Consiglio di Zona 9 – a chi ha avuto cantine, magazzine e seminterrati danneggiati dall’acqua e dal fango.

Vi terremo aggiornati sulle prossime decisioni del Comune di Milano e soprattutto sulle modalità di accesso al contributo per i cittadini che hanno subito danni.

Seguite gli aggiornamenti anche sulla pagina Facebook di Milano Weekend.