Pubblicato in: Concerti

Emergency Day 2013 Milano, al Parco Trotter è di scena il jazz

L’Emergency Day è l’annuale giornata di promozione dell’associazione italiana che dal 1994 offre cure medico-chirurgiche gratuite alle vittime di guerra, delle mine anti-uomo e della povertà: dalla sua nascita ha assistito oltre 5.200.000 persone in sedici Paesi.

Se a Roma è stata organizzata una maratona fotografica a Villa Pamphili, Milano risponde non solo con una mostra, La nostra Africa, visitabile a Palazzo della Ragione da venerdì 24 maggio a domenica 16 giugno e in cui saranno esposte le opere di giovani fotografi africani, ma anche con un concerto di solidarietà che avrà luogo il 2 giugno, dalle ore 10.00 alle ore 19.00: infatti al Parco Trotter tra viale Padova e viale Giacosa si esibiranno diversi gruppi musicali e, in chiusura della manifestazione a partire dalle ore 18.30, sarà la volta del quartetto di Mirko Fait: accompagnato da Leonardo di Virgilio al piano, Fabio Businaro al basso, Roby Gianella alla batteria e dal percussionista Jorge Gonzalez Rodriguez, il sassofonista milanese renderà omaggio al jazz bossanova del musicista e compositore brasiliano Antônio Carlos Jobim.

Nato a Milano il 3 giugno 1965 da una famiglia di artisti, Mirko Fait  ha iniziato a suonare la chitarra classica da bambino, ma è solo più tardi che si rende conto del suo amore per il jazz: per questo, verso i venticinque anni decide di iniziare una nuova avventura studiando il sax contralto. Inizia gli studi a Bergamo con Alberto Nacci, sassofonista dall’approccio molto etnico e viscerale allo strumento. Tornato a Milano continua gli studi con il sax tenore; inizia quindi numerose collaborazioni. Attualmente sta lavorando alla realizzazione del suo sesto CD di prossima uscita che lo vede impegnato come compositore jazz insieme al trombettista Gendrickson Mena, arrangiatore e direttore artistico dell’album.

Significativa la location scelta per il concerto: il Parco Trotter, con i suoi 100mila metri quadri di verde, prende il nome dall’ippodromo del trotto che sorgeva sull’area dagli inizi del XX secolo fino al 1924 quando fu spostato presso il nuovo galoppatoio a San Siro dove si trova tutt’ora; l’anello del vecchio tracciato di gara è ancora riconoscibile convertito nel principale viale del parco. In seguito il Comune costruì sull’area Casa del Sole una scuola per bambini affetti da tubercolosi; questa vocazione educativa permane ancora oggi: il Parco ospita diversi istituti scolastici che accolgono bambini di 24 differenti nazionalità.

Ulteriori informazioni sull’attività di Emergency: www.emergency.it