Pubblicato in: Teatro

Divine Parole: l’esordio di Damiano Michieletto al Piccolo Teatro

Marco Valerio 4 anni fa
Foto: Masiar Pasquali

Per la sua prima regia in una nuova produzione del Piccolo Teatro di Milano, Damiano Michieletto (diplomato alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi) sceglie Divine parole di Ramón María del Valle-Inclán, poeta, scrittore e drammaturgo considerato uno degli autori chiave della letteratura spagnola del Novecento.

Lo spettacolo, in scena al Piccolo Teatro Studio Melato (via Rivoli 6) per più di un mese di repliche, dal 25 marzo al 30 aprile, dipinge un grande affresco grottesco popolato da una comunità di “ultimi”, creature disperate, straccioni, ladri, prostitute, emarginati,  che vivono alle porte di una città, in un’epoca e in un tempo non definiti, lottando gli uni contro gli altri per la sopravvivenza, in una Spagna che ha i tratti di un dipinto di Goya.

Divinas palabras (1920) è un testo caratterizzato da uno stile drammaturgico radicale, in cui il grottesco e il surreale diventano l’ispirazione per una storia crudele e visionaria, dove la parola incarna il bisogno di elevazione e di assoluto.

“È una sorta di parabola moderna, un racconto disperato e ancestrale”, spiega Damiano Michieletto. “Una parabola nel senso di racconto epico, stagliato in una atmosfera nera e violenta. Racconta l’avarizia, la lussuria, l’ipocrisia. Racconta l’assenza di Dio e la lotta per recuperare in qualche modo il valore di una spiritualità. Le parole divine sono quelle che fermano il tempo. La necessità, il bisogno delle divinas palabras intese come elemento di spiritualità che sollevi l’essere umano da una quotidianità di squallore mi è sembrato l’elemento affascinante di questo testo barbaro ed enigmatico”.

Giovedì 26 marzo, ore 17, al Chiostro Nina Vinchi (via Rovello 2), Damiano Michieletto e gli attori della compagnia di Divine parole incontrano il pubblico.

L’ingresso gratuito è con prenotazione acomunicazione@piccoloteatromilano.it

Il testo di Ramón María del Valle-Inclán viene presentato nella traduzione di Maria Luisa Aguirre d’Amico.

Produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa in collaborazione con Instituto Cervantes – Milano.

Lo spettacolo è sconsigliato ai minori.

ORARI:

Martedì, giovedì e sabato ore 19.30; mercoledì e venerdì ore 20.30; domenica ore 16.

Lunedì riposo; dal 3 al 6 aprile e sabato 25 aprile riposo.

PREZZI:

Platea 33 euro, balconata 26 euro

Etichette: