Pubblicato in: Cinema Mostre

Che Guevara a cinquant’anni dalla morte: mostre e film lo ricordano a Milano

che guevara milano
credits Fondazione Cineteca Italiana




Sono passati cinquant’anni dalla morte di Ernesto “Che” Guevara, personaggio-icona del Novecento, simbolo di lotta e legato indissolubilmente a Cuba e alla sua storia. Ma non solo. Il Che morì ucciso in Bolivia, il 9 ottobre del 1967. Ed esattamente cinquant’anni dopo sono tanti e diversi gli eventi che intendono ricordare la sua figura di rivoluzionario, guerrigliero e uomo. E Milano non è da meno. Per ricordare l’anniversario della morte di Che Guevara sono diversi gli appuntamenti appena inaugurati o in arrivo in città, tra mostre e cinema.

Anniversario Che Guevara: film allo Spazio Oberdan

Fino al 29 ottobre presso il cinema Spazio Oberdan Milano, Fondazione Cineteca Italiana propone, a cinquant’anni esatti dalla scomparsa, Que viva el Che, una rassegna per celebrare Ernesto Che Guevara. In programma 5 film, quattro dei quali prendono in considerazione gli ultimi anni della vita del Che, quelli boliviani. Fra i titoli se ne possono segnalare in particolare due molto rari: Mi hijo el Che, del regista argentino Fernando Birri. Intervista a Ernesto Guevara Lynch, padre del Che, con immagini di repertorio sulla sua infanzia, che racconta il figlio esplorando la sua memoria, lo spirito avventuroso, i viaggi, i diari dell’uomo prima che diventasse la figura mitica che tutti conoscono. ed Ernesto Che Guevara, le Journal de Bolivie di Richard Dindo.

In programma anche Che Guevara – Il corpo e il mito, un documento di importanza didattica e sociale che offre un quadro completo sulla leggenda dell’uomo; Che – Guerrilla di Steven Soderbergh, interpretato da Benicio Del Toro; e Le ultime ore del Che, che ricostruisce le ultime vicende della vita di Guevara a partire dal momento della cattura.

Que viva el Che: calendario

9 ottobre ore 21.15
Mi hijo el Che. R.: Fernando Birri. Spagna, Cuba/Italia, 1985, 71’, v.o. sott. it.

11 ottobre ore 17.30
Che Guevara il corpo e il mito
R.: Raffaele Brunetti, Stefano Missio, 2007, 52’.
Nell’ottobre del 1997, una spedizione guidata dall’antropologo forense Alejandro Incharregui ha riportato alla luce i resti di Ernesto Che Guevara, ucciso da militari boliviani nell’ottobre del 1967 e sepolto in una fossa comune con i suoi compagni a Vallegrande, in Bolivia. Per trent’anni, il ‘fantasma’ di Che Guevara ha influenzato i destini e le vite di molte persone, dai militari coinvolti nella sua uccisione, ai compagni sopravvissuti, ai giornalisti in cerca della verità, oltre che un’intera generazione che nel 1968 esponeva il poster con l’immagine stilizzata del Che.

13 ottobre ore 18.30
Che – Guerrilla
R.: Steven Soderbergh. Sc.: Peter Buchman, Benjamin A. Van Der Veen. Int.: Benicio Del Toro, Demian Bichir, Rodrigo Santoro, Catalina Sandino Moreno, Maria D. Sosa, Othello Resoli, Franka Potente, Norman Santiago. USA/Francia/Spagna, 2008, col., 132’.

14 ottobre ore 15
Mi hijo el Che Replica

14 ottobre ore 18.45
Le ultime ore del Che
R., sc. e fot.: Romano Scavolini. Mont.: Paolo Maseli. Italia, 2003, 60’.
Romano Scavolini ricostruisce attraverso una serie di interviste le ultime ore del Che dopo la sua cattura a La Higuera in Bolivia.

18 ottobre ore 18.15
Le ultime ore del Che Replica

21 ottobre ore 20
Che Guevara il corpo e il mito Replica

22 ottobre ore 15
Ernesto Che Guevara, le journal de Bolivie
R.: Richard Dindo, 1994, 92’.
Un film sugli ultimi venti giorni del Che, partendo dal resoconto dettagliato e personale del suo diario, fino al giorno della sua morte, il 9 ottobre 1967, per volere dell’esercito boliviano in collaborazione con la CIA.

27 ottobre ore 19
Ernesto Che Guevara, le journal de Bolivie Replica

29 ottobre ore 21.15
Mi hijo el Che Replica

Anniversario Che Guevara: mostra alla Fondazione Feltrinelli

Il Che Vive si chiama la mostra appena inaugurata in via Pasubio e che vede protagonista Ernesto Guevara e l’America Latina nel patrimonio della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli. L’appuntamento è in Sala Polifunzionale dal 10 ottobre al 3 novembre (tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00), ingresso gratuito, per un viaggio attraverso il pensiero e l’attivismo politico di Ernesto Guevara, le vicende della sua vita e come si sono inevitabilmente intersecate con la realtà latino-americana del Novecento.

Visitando la mostra si potranno scoprire oltre 50 documenti esposti fra rare fotografie che ritraggono Ernesto Guevara nei primi anni di vita con la famiglia e in momenti di vita quotidiana, immagini, periodici, manifesti e monografie. Senza dimenticare la più celebre tra le immagini del Che: il ritratto di Ernesto Guevara realizzato da Alberto Korda proveniente dalla Collezione Composti in prestito per tutta la durata della mostra.

Anniversario Che Guevara: film alla Fondazione Feltrinelli

Insieme alla mostra, anche alla Fondazione Feltrinelli sarà possibile assistere a proiezioni cinematografiche dedicate alla figura e al mito di Che Guevara.

Sabato 14 ottobre alle 19 Federico Rossin, storico e critico del cinema, parlerà della celebre foto El guerrillero heroico di Alberto Korda e della filmografia sviluppata attorno alla figura di Che Guevara. A seguire, alle 20.30, la proiezione di Ernesto Che Guevara, le journal de Bolivia (1994) di Richard Dindo. Durata 92 minuti, versione originale con sottotitoli in italiano.

Domenica 15 ottobre alle 19 sarà proiettato Mi hijo el Che (1985) di Fernando Birri. L’Avana. Intervista a Ernesto Guevara Lynch, padre del Che, con immagini di repertorio sulla sua infanzia. Durata 71 minuti, versione originale con sottotitoli in italiano. Le proiezioni sono in collaborazione con Fondazione Cineteca Italiana.

Anniversario Che Guevara: mostra alla Fabbrica del Vapore

Dal 6 dicembre 2017 al 1 aprile 2018 (anno in cui ricorrono i novant’anni dalla nascita) la Fabbrica del Vapore rende omaggio al Che con Che Guevara, tu y todos, una mostra di grande narrazione che porterà dentro la Storia, a rivivere gli avvenimenti cruciali e il mito del Che, ma anche a scoprire l’uomo, i suoi affetti, gli ideali e i turbamenti, grazie al ricco e in parte inedito materiale di archivio del Centro Studi Che Guevara a L’Avana e ai linguaggi delle più innovative tecnologie.

Alla base dell’evento, l’accordo di collaborazione cinquantennale siglato da ALMA con il Centro Studi per la valorizzazione dell’Archivio, patrimonio d’interesse universale riconosciuto dall’Unesco nel 2014, con l’inserimento nel progetto “Memorie del Mondo”.

Oltre 2000 documenti – lettere, diari, foto ufficiali e private, la biblioteca personale, gli scritti autografi dei discorsi e delle opere letterarie, i video d’epoca, sono stati per due anni vagliati e tradotti e più della metà verranno riprodotti e riutilizzati in mostra per raccontare la storia di un uomo chiave del ‘900. Sviluppato in 1000 mq di superficie, il viaggio nella storia di Ernesto, poi diventato El Che, culminerà in un’installazione artistica realizzata appositamente da uno dei pionieri della perceptual art, Michael Murphy: “Il Volto di Che Guevara”. Sono invece 4 “Album” ad aprire il percorso della mostra: suggestivi montaggi di ricordi personali “di” e “su” Ernesto Guevara prima di diventare El Che, il “guerrillero”. Alle spalle dei visitatori intanto, la storia in pillole di Cuba.

Al piano superiore della Fabbrica del Vapore alcuni tavoli interattivi consentiranno approfondimenti e la consultazione integrale di numerosi documenti, una sala proiezioni permetterà la visione della filmografia sul Che e farà da teatro agli eventi – incontri, conferenze, concerti, ecc – che accompagneranno e animeranno la mostra per l’intera durata. A breve tutti i dettagli su orari e prezzi dei biglietti.

Etichette:

Non perderti un evento a Milano!

Ricevi solo eventi utili grazie alla Newsletter curata da Andrea

Aggiungiti agli altri 16.000 della community!