Pubblicato in: Guide

Carnevale 2020 a Milano: ecco dove festeggiare in città, tra sfilate, eventi e feste

carnevale 2019 milano eventi feste
Foto: Pixabay

Ogni anno la domanda è sempre la stessa: perché a Milano il Carnevale si festeggia più tardi rispetto ad altre città, come Roma? La genesi di questa consuetudine rimanda a una storia tra verità e leggenda, che ha a che fare con il patrono della città, Sant’Ambrogio, da cui l’appellativo “ambrosiano”. Se volete saperne di più, in questo articolo la nostra  Oriana Davini approfondisce origini e tradizioni di questa peculiarità tutta milanese.

Nonostante il ritardo nel celebrare questa ricorrenza, Milano non è da meno in materia di carri, maschere, coriandoli e divertimento. Milano Weekend ha selezionato per voi i principali eventi per un Carnevale al top, tra sfilate, party a tema ed eventi speciali.

Carnevale 2020 a Milano: le date

Mentre nel resto di Italia il Carnevale 2020 prende il via con il giovedì grasso, che cade il 20 febbraio, per culminare il 25 con eventi in tutta Italia (a breve seguirà una guida con tutti gli eventi da non perdere). A Milano e nelle città in cui si celebra il Carnevale Ambrosiano, i festeggiamenti sono invece rimandati a sabato 29 febbraio.

A Milano e nei comuni dell’hinterland che seguono il rito ambrosiano, le scuole resteranno chiuse il 28 e 29 febbraio. Alcune scuole potrebbero essere chiuse anche giovedì 27. Nei comuni lombardi che seguono invece il calendario romano si resterà a casa nei giorni 24 e 25 febbraio.

Carri di Carnevale a Milano: la sfilata in centro

Nel 2019 i tradizionali carri allegorici della Fondazione Oratori Milanesi avrebbero dovuto avere come tema le invenzioni e in particolar modo quelle di Leonardo, di cui ricorreva il 500esimo anniversario della morte.
Il tema della sfilata di Carnevale del 2020 sarà il clima, con oltre 80 artisti di strada tra acrobati, trampolieri e giocolieri.

Sarà però possibile assistere al passaggio dei coloratissimi e ingegnosi carri allegorici realizzati dai giovani degli oratori, sempre a tema leonardesco e “inventivo”, nei diversi municipi della città di Milano e soprattutto su tutto il territorio delle province di Milano, Monza e Brianza, Varese, Lecco.

 

Cosa fare a Carnevale: gli eventi a Milano 

Puntuale con il Carnevale Ambrosiano torna anche il Milano Clown Festival, l’appuntamento dedicato al teatro di strada e alle arti circensi, con artisti e compagnie provenienti da tutto il mondo. Dal 26 al 29 febbraio, la città ospiterà la quindicesima edizione che si preannuncia ricca di risate e divertimento.

Il 25 febbraio, per aprire il festival clown, giocolieri e artisti circensi animeranno il distretto di EustachiOra, il quartiere del vino. Dalle 19 le strade tra Viale Abruzzi e Corso Buenos Aires si animeranno con spettacoli di strada e degustazioni. Alcuni locali ospiteranno nelle loro sedi degli incontri speciali, offrendo un carnet di ticket a 15 € validi per 5 calici dal 25 febbraio al 3 marzo.

Il programma della serata:

Ore 19: Francesco Zamboni, “Contrariamente” presso La Vineria (Via Stradella, 4/A)

Ore 19.40: Luca D’Addino presso Sapori Solari Cocktail Bistro (Via Stoppani, 11)

Ore 20.20: DJ Gray show presso Cicchetto (Via F. Hayez, 13)

Ore 20.50: Francesca di Traglia, “Biancaneve” presso BUBU Fiaschetteria Toscana (Via B. Eustachi, 16)

Ore 21.30: Andre Mine presso Polpetta D.O.C. (Via B. Eustachi, 8)

La Veneranda Fabbrica del Duomo organizza per il 2020 il Carnevale degli animali. I più piccoli potranno scoprire cosa si nasconde tra le guglie del Duomo: topolini, uccelli, scimmie, tigri e persino draghi. Ispirandosi alle creature che popolano la basilica più famosa di Milano i bambini costruiranno delle maschere di carnevale a tema.

Inizio dell’evento alle ore 16. Costo: 6 € a persona. Età consigliata 4-8 anni. Prenotazione obbligatoria all’indirizzo  didattica@duomomilano.it

In Corso Vittorio Emanuele Disney Store Milano dedica ai bambini i giorni 22 e 23 febbraio, oltre a martedì 25 e giovedì 27 per incontrare i loro personaggi preferiti e creare insieme a loro splendide maschere di Carnevale. Le attività si svolgeranno gratuitamente dalle 11 alle 17.

Il FAI, in occasione sia del Carnevale che dei 100 anni di Federico Fellini, organizza un magnifico ballo in maschera presso l’Arena Civica del Parco Sempione. Sabato 22 febbraio a partire dalle 20.30, il Gran Ballo in Maschera, organizzato ogni anno dalla delegazione Giovani del FAI come evento di raccolta fondi per le attività del gruppo, si svolgerà sulle note delle colonne sonore de Le Notti di Cabiria, La Dolce Vita e Amarcord, danzate dall’Accademia di Danza Zagharid e suonate dal musicista Nadio Manenco e dal DJ Manuel Menini.

Contributo di partecipazione alla serata, comprensivo di due drink di benvenuto e guardaroba:
A partire da 25 euro per i non iscritti FAI
A partire da 20 euro per gli iscritti al FAI
Possibilità di iscrizione in loco al FAI Giovani alla quota agevolata di € 15.

Prenotazione obbligatoria entro giovedì 20 febbraio su www.faiprenotazioni.it, fino a esaurimento posti.

 

carnevale-milano
Foto: Nathan Bingle on Unsplash

Le feste di Carnevale a Milano tra club e discoteche

Non mancheranno anche le feste di Carnevale per gli adulti: ecco tutti i party in maschera per gli amanti della notte.

Ad aprire gli eventi per il Carnevale giovedì 27 febbraio il Pelledoca con la serata Pellerossa vs. Cowboys. Una festa in maschera esclusiva dalle atmosfere western dove poter impersonare la propria “parte” preferita. Sei un indiano o un cowboy?

Ore 20 aperitivo e cena. Dalle 23 discoteca con DJ Peter K & Giancarlo Romano. Prenotazioni e info al 347 2499249. Prevendite per il dopocena al 346 9682618.

Venerdì 28 febbraio sarà il turno dell’Amnesia Milano. In via Alfonso Gatto ang. Forlanini il Carnevale è firmato LAeX Airlines, che vi porterà in volo verso New Orleans, la capitale del più grande Mardi Gras al mondo! Ingresso dalle 23 a 12 €, primo drink incluso.

Sabato 29 il Sio Cafè scende nella tana del Bianconiglio per un party a tema Alice in Wonderland. Location e animazione completamente a tema. Info e prevendite al 348 2508201.

Alcatraz Milano sabato 29 febbraio manda indietro le lancette fino agli anni Novanta, per una serata a tema tutta da ballare, con pezzi della storia della musica commerciale dell’ultimo decennio del Novecento.
PISTA 1: Roberto Genovese Dj vs Doctor M ( Reggeaton/ Hip Hop/Trap/Commerciale ’90/00)
PISTA 2: Hot in Here ( Hip Hop/ Trap/Denbow/Afro beat)
PISTA 3: Sound’s Up (Techno/ Tech-House)

Ingresso Donne: 10 € entro le 24, 15 € dopo tale orario. Primo drink incluso.
Ingresso Uomini: 15 € entro le 24, 20 € dopo tale orario. Primo drink incluso.

Il sabato di Carnevale al The Beach prende il volto di Salvador Dalì, con la serata ispirata alla fortunata serie La Casa de Papel. Dress code non obbligatorio, la maschera di Dalì la troverete all’ingresso!
Ingresso riservato ai maggiorenni.

Ingresso Donne: 10 € entro le 24.30, 20 € dopo tale orario. Primo drink incluso.

Ingresso Uomini: 15 € entro le 24.30, 25 € dopo tale orario. Primo drink incluso.

Info e prevendite al  349 4625654

Carnevale fuori Milano

A Santhià (VC)  dal 18 al 25 febbraio va in scena il Carnevale più antico del Piemonte.
Grandiosi corsi mascherati, veglioni danzanti,bande, gruppi storici e appuntamenti enogastronomici: a Santhià il Carnevale è la festa per eccellenza dell’anno.
Un evento che coinvolge oltre 2.000 figuranti, provenienti dalla stessa cittadina, che conta appena 9.000 abitanti.
Nella cittadina in provincia di Vercelli, questa ricorrenza si festeggia dalla notte dei tempi: ciò ha consentito alla manifestazione di fregiarsi del titolo diCarnevale più antico del Piemonte” e probabilmente d’Italia.
Programma dei festeggiamenti:
  • Martedì 18 febbraio è in programma il Gran Galà delle Maschere e dei Personaggi Storici, con la presentazione ufficiale della coppia scelta per impersonare Stevulin d’la Plisera e Majutin dal Pampardù. La leggenda narra che si trattasse di una coppia di giovani contadini che giunsero in città in viaggio di nozze, ricevendo dal signorotto locale le chiavi per governarla e amministrarla per tre giorni. Ogni anno “Stevu e Majot” sono impersonati da una coppia diversa, a cui il Sindaco consegna le chiavi simbolo di Santhià: la manifestazione (alla quale parteciperanno maschere provenienti da Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia) è seguita dal discorso in dialetto di Stevulin, che affronta con ironia temi di attualità locale e non solo.
  • Giovedì 20 sarà invece la volta del “Giòbia Grass”: al suono dei Pifferi e Tamburi del Carnevale Storico e delle due bande cittadine, i gruppi carnevaleschi organizzeranno lungo il Corso Nuova Italia un percorso enogastronomico formato da circa 20 stand, dove si distribuiranno gratuitamente cibo e bevande a tutti i partecipanti.
  • Sabato 22 febbraio si svolgerà il cerimoniale carnevalesco e la consegna delle chiavi della città a “Stevu e Majot”, seguita dal “proclama al popolo” di Stevulin e dalla sfilata del Corpo Pifferi e Tamburi e delle Bande Cittadine. Spazio anche alla buona cucina con il Carvè Street Food, con un aperitivo diffuso e una cena lungo Corso Nuova Italia, ribattezzato per l’occasione “la Via del Gusto”.
  • Domenica 23 ecco il primo, attesissimo Corso Mascherato di carri e maschere a piedi, che come da tradizione sarà aperto da due ospiti di eccezione. Saranno presenti Sara Di Vaira e Lasse Matberg, riformando la coppia che ha trionfato a“Ballando con le stelle 2019”, indosseranno i panni di “Testimonial del Carnevale Storico” di quest’anno.
  • Lunedì 24 febbraio sarà il giorno del secondo Corso Mascherato e soprattutto della Colossale Fagiuolata, il momento simbolo del Carnevale di Santhià che si aprirà alle 5 del mattino con le “Sveglie” del Corpo Pifferi e Tamburi, che desteranno i rappresentanti della Direzione che dovranno presiedere all’accensione dei fuochi con cui sarà preparata la fagiuolata: a mezzogiorno in punto, grazie a 320 camerieri, verranno distribuiti gratuitamente alla popolazione 20 quintali di fagioli e 10 quintali di salami, per oltre 20.000 razioni. Fiore all’occhiello del Carnevale Storico sarà un vero e proprio colpo di scena.
    Sarà difatti
    Marcello Lippi, allenatore della Nazionale Italiana di Calcio 2006 e Campione del Mondo, l’ospite d’onore del Pranzo di Gala, a cui sarà riservato il prestigioso Premio “Solo l’Arte Rimane”.
  • Martedì 25, prima del terzo Corso Mascherato e della proclamazione dei vincitori delle varie categorie, torneranno i tradizionali “Giochi di Gianduja”: tanti giochi risalenti al periodo medievale, a cui parteciperanno le varie Compagnie, sfidandosi tra di loro in una giornata all’insegna del divertimento.
    La cerimonia di chiusura del Carnevale, alle ore 22.00, sarà come al solito all’insegna del “Rogo del Babàciu”, un pupazzo appeso su una pira e bruciato in Piazza Maggiore; tutta la popolazione assisterà all’accensione del rogo che segnerà la fine della festa, fra il suono delle campane a lutto e le note di una marcia funebre, che si tramuterà subito dopo poche note in una “monferrina” sfrenata, un ballo che segnerà il ritorno dell’atmosfera tipicamente allegra di queste imperdibili giornate, la cui origine si perde nella notte dei tempi.
Etichette: