Pubblicato in: Libri

Castello, tram, teatri e biblioteche: libri in festa a BookCity

bookcity milano 2019
credits Arianna A. Armao

Oltre 3000 autori in più di 1500 eventi gratuiti, con il coinvolgimento di più di 1400 classi di scuole, 400 volontari e 250 sedi. Preparatevi alla grande festa dei libri: BookCity Milano sta tornando. E conferma il suo carattere di manifestazione aperta, diffusa, inclusiva, presente in tutto il territorio urbano e metropolitano. Dal 13 al 17 novembre, con un’anteprima la settimana precedente, saranno tantissimi i luoghi del centro e della periferia ad essere invasi da libri, letture e tanto altro.

Oltre al Castello Sforzesco, che rimane il cuore di BookCity Milano, teatri, musei, scuole, università, palazzi storici, librerie, circoli e associazioni culturali, carceri e ospedali, spazi pubblici ma anche case private e negozi, nei diversi quartieri della città, ospiteranno incontri, dialoghi, spettacoli, mostre, eventi.

BookCity nei quartieri

Numerosi gli incontri dedicati alla città, ai suoi luoghi e ai suoi protagonisti. E sono decine e decine gli eventi organizzati e realizzati nei quartieri lontani dal centro. Sono emersi tre “distretti” particolarmente vivaci (Corvetto-Chiaravalle, NoLo e GiaLo), ma anche altri luoghi importanti per la vita sociale e culturale della città (come Mare Culturale Urbano, l’ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini/Olinda e il Pio Albergo Trivulzio). A questo si aggiunge l’attività dei Municipi della città, soprattutto nelle Case delle Associazioni, delle Biblioteche Comunali (in particolare rivolte ai più piccoli) e delle Biblioteche di condominio. E ancora, con Atm un viaggio dentro la città. Sulla linea tranviaria “3”, che collega Piazza Duomo e Gratosoglio, scopriremo una città che è fatta di tanti punti uniti fra di loro.

Si comincia in libreria

Dall’8 al 10 novembre, le librerie milanesi anticipano l’inizio di #BCM19. Il week-end che precede BookCity, infatti, potrete partecipare a una serie di eventi e incontri con l’autore, dove i librai saranno anche chiamati a raccontare il programma della manifestazione, dando consigli insoliti e “personalizzati” per navigare il ricco programma di #BCM19. A BookCity i libri vengono raccontati ma si possono anche acquistare. La vendita dei libri nelle principali sedi di BookCity sarà curata da una compagine che unisce le librerie aderenti ad Ali – Associazione Librai Indipendenti e quelle aderenti a Lim – Librerie Indipendenti Milano. All’interno del Cortile delle Armi del Castello Sforzesco sarà allestita la libreria centrale di BookCity, in cui saranno messi in vendita tutti i libri presentati durante la manifestazione.

BookCity nelle case

Cosa ne dite di ascoltare una lettura nell’intimità di una casa milanese? Anche quest’anno a BookCity si potrà fare, e il tema sarà raccolto intorno a una ideale biblioteca “fantastica”: fiabe africane, fiabe classiche, racconti avventurosi e racconti umoristici, miti e leggende, racconti notturni e di fantascienza, racconti sociali, storie di fantasmi e ritratti legati a Milano. Trovate il programma delle letture nelle case su www.bookcitymilano.it/bookcity-nelle-case.

Inaugurazione di BookCity Milano

Appuntamento mercoledì 13 novembre al Teatro Dal Verme per la serata inaugurale: “Convivenze”. Ospite d’onore, a cui verrà consegnato il Sigillo della Città, è il romanziere basco Fernando Aramburu, già vincitore di un premio Strega Europeo nel 2018 che converserà con lo scrittore Paolo Giordano. A seguire la narratrice e saggista Michela Marzano con un intervento sul tema delle convivenze e i versi di Simone Savogin, conosciuto dal grande pubblico per la sua partecipazione a Italia’s Got Talent.

BookCity si chiude in musica

Domenica 17 novembre il Teatro Dell’Arte ospiterà “Goethe/Schubert/Beethoven. Parole e Musica” concerto de LaFil – Filarmonica di Milano. Alla nuova orchestra filarmonica di Milano il compito di chiudere il programma di #BCM19. Diretta da Marco Seco, eseguirà tre Lieder di Schubert orchestrati da diversi musicisti e la Sinfonia n.2 di L.V. Beethoven. Ad arricchire il concerto, l’attrice Anna Nogara leggerà brani di “Un concerto di 120 professori” tratto dall’Adalgisa di Carlo Emilio Gadda e la traduzione in italiano dei testi prima dell’esecuzione di ogni Lieder.

BookCity, i protagonisti

Tantissimi, come sempre, gli scrittori e gli autori che si potranno incontrare e ascoltare durante BookCity a Milano. A cominciare dai due Premi Nobel, Wole Soyinka (per il focus Afriche) e Svjatlana Aleksievič (per l’undicesima Conferenza Mondiale Science for Peace). E si potranno ascoltare, tra gli altri, anche André Aciman, Robert Harris, Etdgar Keret, Cees Nooteboom. Riflettori puntati anche sul Friendship Tour, che celebrerà la prima tappa proprio a Milano (prima di toccare Madrid, Berlino e Parigi), con quattro grandi autori britannici come Lee Child, Ken Follett, Kate Mosse e Jojo Moyes che discutono la Brexit.

Per la prima volta, inoltre, BookCity presenta un focus tematico, dedicato alle Afriche, con oltre 100 eventi. E dopo il gemellaggio con Dublino celebrato lo scorso anno, prosegue il percorso di Milano Unesco Creative City per la Letteratura: città ospite quest’anno è Barcellona, la cui scena letteraria ed editoriale sarà rappresentata tra gli altri da Ildefonso Falcones ed Eduardo Mendoza.

Sono ancora tantissimi gli spunti e le ispirazioni che si possono scovare sfogliando il (come sempre) vastissimo programma di BookCity Milano! Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, salvo dove diversamente indicato. E potete consultare tutto il programma sul sito www.bookcitymilano.it

Etichette: