Pubblicato in: Cinema

Baywatch, il film: la recensione e il trailer del remake

Sara RidolfoSara Ridolfo 3 anni fa
baywatch film

baywatch

Baywatch, il nuovo film di Seth Gordon tratto dalla nota serie televisiva, è ambientato in Florida, sulle spiagge di Emerald Bay. La sicurezza della baia è affidata a una squadra di bagnini capitanati da Mitch (Dwayne Johnson), un bagnino dal fisico imponente e dalla forte personalità, amato da tutti perché ha salvato molte vite.

Mitch ama il suo lavoro, per lui Baywatch non è semplicemente un team di bagnini: loro difendono la baia, in tutto e per tutto, anche da chi vuole speculare su di essa spacciando una pericolosa droga. Così sarà lui a gestire l’ingresso dei nuovi aspiranti guardaspiaggia: sarà semplice con C.J. (Alexandra Daddario) che si rivela una ragazza responsabile e decisa, ma decisamente più impegnativo con Matt (Zac Efron) un ex campione olimpico in perenne conflitto con Mitch, con e Ronnie, (Jon Bass) un ragazzo imbranato e dal fisico tutt’altro che atletico.

Nonostante l’atmosfera crime che percorre il film, Baywatch ha il tono generale dell’autoparodia: dalle corse in slow motion delle donne in costume rosso sulla spiaggia, (senza le abbondanti forme di Pamela Anderson, che appare in un piccolo cameo), al cliché del maschio costantemente arrapato, alle gag continue tra Dwayne Johnson e Mark Zafron (simpatiche se apprezzate i due attori).

Baywatch fa i conti con la difficoltà di adattare una serie televisiva a un lungometraggio: è un  film simpatico per una serata disimpegnata, ma niente di più. A reggere tutto il film è il carisma di Dwayne Johnson e lo spettatore se ne accorge nella seconda parte del film quando Mitch scompare dalla scena per un po’, e il ritmo della storia cala, allungandosi in quasi due ore di film che potevano sicuramente risolversi più velocemente.

Il nostro voto: 6

Una fraseLa nostra squadra è l’elite dellelite. Siamo il cuore e l’anima di questa spiaggiaProteggiamo quando gli altri non lo fanno. E sappiamo andare oltre”.