Pubblicato in: News Sport

Australian Open Juniores: bilancio positivo per i due talenti della Milano Tennis Academy

Stefano FornaroStefano Fornaro 4 settimane fa
milano tennis academy
Foto: Pixabay

I primi frutti del nuovo laboratorio già si vedono: due promettenti juniores della Milano Tennis Academy hanno preso parte in questi giorni allo slam australiano (uno dei quattro tornei più importanti del mondo assieme a Londra, Parigi e New York) mettendosi subito in mostra.

Lisa Pigato e Matteo Arnaldi: successo per Milano

Avere soli 15 e 17 anni e poter già calcare i campi di Melbourne. È questa la prima grande possibilità che ha offerto ai due ragazzi l’Academy con sede a Milano 2. I due tennisti sono la bergamasca Lisa Pigato e il sanremese Matteo Arnaldi. La scuola è sorta da pochi mesi, con l’obiettivo di formare la “next gen” del tennis italiano, proprio nella città che ha ospitato il grande torneo juniores internazionale Next Gen.

I due minorenni hanno partecipato alle fasi di qualificazione del prestigioso torneo internazionale e la Pigato è anche riuscita nell’impresa di arrivare agli ottavi. Lisa, giunta nella terra dei canguri in condizioni fisiche non ideali, è riuscita comunque a qualificarsi, mostrando determinazione e talento. È stata poi  la canadese Leylah Annie Fernandez a fermare il suo percorso.

Arnaldi Australian Open Juniores
Il giovane Matteo Arnaldi

Mentre, per quanto riguarda il ragazzo di Sanremo, come ha ammesso lo stesso coach, purtroppo non gli ha giovato affrontare subito il numero 8 della classifica mondiale Itf, Filip Cristian Jianu.

Ugo Pigato: “Importante partecipare a questi slam”

La sola presenza dei due talenti della scuola di Segrate resta un successo, pur senza aver alzato alcun trofeo, spiega l’allenatore: “Il vero obiettivo di queste trasferte non sono le vittorie, ma la possibilità di assaporare un ambiente d’élite, ben diverso dai tornei ai quali i ragazzi sono abituati. È per questo che raggiungere gli Slam è uno degli obiettivi del percorso juniores: chi riesce a farlo si porta via un bagaglio d’esperienze eccezionale”.

Inoltre, diventa una molla competitiva anche per tutti gli altri ragazzi della scuola: “Ragazzi come loro” – chiude Ugo Pigato – “mostrano ai più piccoli che grazie al tennis si può girare il mondo, e questo è un bel traino. A noi maestri fornisce le motivazioni per lavorare ancora meglio, e aiuta i ragazzi a pensare in grande. Basta guardare Lisa: sognava di giocare in Australia, e ce l’ha fatta”.

Milano Tennis Academy: laboratorio di talenti

L’impresa partecipativa di Pigato e Arnaldi agli Australian Open Juniores evidenzia chiaramente che la scuola di tennis allenata dal sodalizio Pigato-Bonaiti e affiancata dal presidente Pier Carlo Guglielmi aspira a costituire un laboratorio tennistico di alto profilo e sopratutto proiettato verso i grandi palcoscenici internazionali.

Per Milano è questa l’occasione di raggiungere la preparazione e la qualità tecnica delle più conosciute scuole mondiali. E può essere anche un’iniezione di fiducia per uno sport che in Italia stenta a tornare ad alti livelli, specialmente negli slam e nella classifica mondiale.

Pigato Australian Open Juniores

Etichette: