Pubblicato in: Animali News

In aumento i gatti abbandonati a Milano

AvatarMarco Valerio 6 anni fa
gattini

gattiniDal primo gennaio ad oggi sono stati 138 i nuovi cani accolti nel Parco Canile comunale di via Aquila e ben 140 le adozioni, con un saldo finalmente positivo. Altrettanto non si può dire per i gatti ospitati nella struttura. 69 le adozioni a fronte di 98 nuovi ingressi.

Aumentano così il numero di gatti abbandonati a Milano, un dato preoccupante e un fenomeno che sembra ormai affermarsi come tendenza. A tal proposito è intervenuto il professor Valerio Pocar, il Garante degli Animali del Comune di Milano per denunciare la pericolosa crescita dei casi di abbandono di gatti.

“L’estate è appena iniziata e c’è da temere la recrudescenza del fenomeno, tristissimo e inquietante, degli animali abbandonati. L’abbandono di un animale non è soltanto un reato punito dalla legge penale, ma, prima ancora, è la violazione di un imperativo morale, quello di custodire e proteggere una creatura innocente e sensibile che si è affidata a noi e della quale ci siamo fatti carico. È tradire un amico”.

Per questa ragione Pocar consiglia di dotare sia i cani che i gatti di un microchip per non perdere mai di vista il proprio animale: “Ricordatevi di dotare il vostro cane ma anche il vostro gatto del microchip. D’estate, in vacanza, è più facile che il vostro animale si smarrisca e col microchip è molto più facile ritrovarlo. Il fenomeno dell’abbandono dei gatti è in aumento, erroneamente forse si crede che possano cavarsela meglio. In realtà è invece un animale che meglio di altri riesce a sopportare viaggi anche lunghi e che ben si adatta, proprio per il suo carattere più indipendente, a essere lasciato eventualmente in custodia”.

Valerio Pocar conclude il suo appello ricordando che l’abbandono di animale è un atto gravissimo, indipendentemente dal fatto che si tratti di un gatto o un cane. “Abbandonare un gatto non è un atto meno grave, anzi” – ribadisce Pocar – . “Buona estate a tutte e a tutti, dunque, senza contare il numero delle zampe”.