Pubblicato in: News

Aperti al Mondo: 17 siti storici e artistici aperti durante Expo

Marco Valerio 5 anni fa
Cripta di San Giovanni in Conca © Touring Club Italiano

È stato presentato ieri dall’assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno, e dal Presidente del Touring Club Italiano, Franco Iseppi, il progetto di volontariato Aperti al Mondo, l’iniziativa che promuoverà i luoghi di cultura milanese durante Expo 2015.

Aperti al Mondo mette a frutto la decennale esperienza di Aperti per Voi e dei Volontari Touring per il Patrimonio Culturale per accogliere visitatori nei siti d’arte milanesi altrimenti inaccessibili al pubblico o aperti con forti limitazioni di orario. Aperti al Mondo si pone l’obiettivo, inoltre, di ampliare l’orario di apertura dei luoghi, animarli con iniziative culturali, musicali e artistiche.

Oggi i volontari milanesi sono 700 e il Touring è alla ricerca di nuove persone che mettano a disposizione il proprio tempo per far conoscere al meglio le bellezze storico-artistiche di Milano. I Volontari, al termine di un percorso di formazione, si impegnano ad accogliere ed informare i visitatori e presidiare i luoghi per offrire la miglior ospitalità possibile ai visitatori da tutto il mondo attesi per il semestre di Expo 2015.

Per maggiori informazioni e per candidarsi: www.apertipervoi.it

A Milano l’iniziativa interessa 17 luoghi: l’Antiquarium «Alda Levi»-Parco dell’Anfiteatro romano, l’Archivio Storico della Veneranda Fabbrica del Duomo, l’area Archeologica della Basilica dei Santi Apostoli e Nazaro Maggiore, la Basilica di Santa Maria presso San Satiro, la Basilica di San Vittore al Corpo, la Casa del Manzoni, la Casa Museo Boschi Di Stefano, la Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore, la Chiesa di Sant’Antonio Abate, la Cripta della Chiesa della Beata Vergine Annunciata nell’Ospedale Maggiore, la Cripta di San Giovanni in Conca, la Collezione Grassi – Vismara presso la GAM, il Mausoleo Imperiale di San Vittore al Corpo, il Museo del Duomo, Palazzo Litta, il Museo Studio Francesco Messina e la Chiesa di San Fedele.

Etichette: