Pubblicato in: Cinema

Al MIC arriva Bad Boy, la rassegna dedicata ad Abel Ferrara

Bad_boysIrruento, viscerale, arruffato, Abel Ferrara è protagonista di Bad boy, una tra le più interessanti rassegne cinematografiche che Milano propone in questo periodo. Dal 21 febbraio al 2 marzo, il MIC (via Fulvio Testi 121) ospiterà un ciclo di proiezioni dedicate alle pellicole più famose di Abel Ferrara tra i personaggi più controversi di Hollywood: il regista, attore e sceneggiatore americano nato nel Bronx ha infatti diretto numerosi capolavori del genere noir.

Si tratta di storie estreme ambientate in città cupe e violente in cui si aggirano personaggi reietti e interiormente problematici interpretati da stelle del cinema americano come Harvey Keitel, Christopher Walker e Willem Dafoe, per citarne alcuni.

La rassegna si compone dei maggiori capolavori di Abel Ferrara, come il gangster movie Re di New York (1990) e la “trilogia del peccato” che comprende l’epocale e maledetto Il cattivo tenente (1992), Occhi di serpente (1993), storia meta-cinematografica che analizza la storia morbosa tra un regista e gli attori di un suo film, con la comparsa in scena di Madonna, e il thriller vampiresco The Addiction (1994). Procedendo in ordine cronologico incontriamo Fratelli (1996), la storia della tragedia morale di due gangster statunitensi con un cast stellare, il noir di spionaggio industriale New Rose Hotel (1998) e il thriller Il nostro Natale (2001), girato con uno stile pubblicitario.

Menzione a parte merita uno degli ultimi film di Abel Ferrara, il primo made in Italy della sua carriera che creò grande scalpore per il suo contenuto spirituale: si tratta di Mary (2005), Premio Speciale della Giuria a Venezia che vede una straordinaria Juliette Binoche interpretare una moderna timorata di Dio in preda ad una crisi mistica.

Schede film e calendario su www.cinetecamilano.it