Pubblicato in: Cinema Mostre

120 anni di cinema per Expo: due rassegne per festeggiare

Marco Valerio 4 anni fa

120-cinema-pagot-700x350Da venerdì 5 giugno Fondazione Cineteca Italiana presenta 120 anni di cinema per Expo – Cinemenù, iniziativa per celebrare il 120° anno dalla nascita del cinema. 120 Anni di cinema per Expo – Cinemenù comprende una mostra interattiva che sarà allestita presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema e una mostra fotografica presso Area Metropolis 2.0.

Il cibo è stato da sempre nutrimento e fonte di ispirazione per il cinema, fin dalle sue origini. 120 anni fa, insieme al famoso treno e agli operai all’uscita della fabbrica, Auguste e Louis Lumière posarono lo sguardo con la loro macchina da presa proprio su una scena conviviale, girando Le repas de bébé. Fu così che il cibo entrò nella storia del cinema, attraverso l’inquadratura, realizzata da Louis, del fratello Auguste alle prese con la pappa del figlioletto.

Nei 120 anni successivi il cibo non è mai mancato nel cinema, talvolta ne è stato protagonista assoluto e declinato in mille sfaccettature che i registi si sono appassionati a raccontare: il cibo come desiderio, come bisogno atavico, come forma d’arte, strumento di seduzione, seme di odio e di conflitti, origine di sfruttamento e molto altro ancora.

Presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema, all’interno degli spazi museali, il pubblico potrà visitare una mostra interattiva dedicata interamente alle diverse declinazioni che i registi hanno dato nel corso del tempo al tema della nutrizione.

Tutte le macchine interattive saranno allestite a tema: lungo il corridoio che porta alla sala cinema si potranno vedere le più belle sequenze sul cibo di film che hanno fatto la storia del cinema e dei più celebri caroselli; nel muro interattivo si potranno ascoltare le testimonianze di persone provenienti da tutto il mondo che raccontano qual è il loro piatto preferito e come si prepara; nella macchina dedicata ai doppiaggi, i visitatori potranno doppiare le sequenze in tavola di alcuni celebri film; la Mash Machine tornerà al suo allestimento originario e permetterà di mixare basi e melodie diverse come un vero DJ e creare una propria colonna sonora attraverso quattro diversi suoni: celebri battute tratte dai classici del cinema, temi musicali provenienti dalle più famose colonne sonore, effetti sonori e diverse basi di batteria. All’ingresso, ci si potrà inoltre travestire e fotografarsi vestiti da Charlot, mitico personaggio ideato e interpretato da Charlie Chaplin.

Presso Area Metropolis 2.0 avrà luogo una mostra fotografica che incornicia le più belle e curiose immagini girate in tavola nei film, conservate nell’Archivio Storico della Cineteca Italiana, riferite al cinema italiano degli anni Cinquanta-Settanta con i suoi più grandi volti e autori. Da La dolce vita a La caduta degli dei, da Cronaca familiare a Mamma Roma, le immagini esposte raccontano questo connubio fatale, con un piccolo omaggio al grande cinema italiano di oggi.

La mostra sarà inaugurata venerdì 5 giugno alle ore 21 con un grande evento speciale, la proiezione del film Barolo Boys, alla presenza dei due registi Paolo Casalis e Tiziano Gaia: il meraviglioso paesaggio delle Langhe fa da sfondo alla storia di un gruppo di amici, i “ragazzi ribelli” che hanno reso grande il vino italiano, tra conflitti generazionali, geniali intuizioni e polemiche mai sopite.

Prima della proiezione degustazione di Barolo doc. Ammessi solo spettatori muniti di proprio bicchiere di vetro!

Etichette:

Forse sei interessato a: