Film in uscita nel weekend: le novità dal 5 ottobre 2017
 

Film in uscita nel weekend: le novità da giovedì 5 ottobre 2017

film in uscita nel weekend

Foto tratta dal film ‘120 battiti al minuto’ di Robin Campillo

Avete voglia di cinema e non sapete per cosa optare? Cercate una serata di puro divertimento grazie al grande schermo o un film che riesca a unire più anime? Come ogni giovedì, Milano Weekend vi segnala eventi cinefili e nuove uscite in sala nella nostra città: un nuovo appuntamento con lo #spiegonecinema.

Ecco cosa vedere al cinema a Milano dal 5 ottobre 2017 tra le nuove proposte in sala.

Alcuni consigli sui film in uscita

— 120 battiti al minuto di Robin Campillo

Il film “racconta la militanza del giovane Nathan (Arnaud Valois) tra le fila degli attivisti di Act Up-Paris, associazione pronta a tutto pur di rompere il silenzio generale sull’epidemia di AIDS e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla malattia che da oltre dieci anni miete vittime nel Paese. Sono i primi anni novanta, un gruppo di attivisti irrompe in una conferenza sull’AIDS, lanciando sangue finto sui partecipanti e ammanettando il relatore. Spettacolari, sconsiderate azioni di protesta si moltiplicano nella Capitale, Act Up guadagna sempre più visibilità, e Nathan resta colpito dalla vitalità e dall’attaccamento alla causa del compagno Sean (Nahuel Pérez Biscayart), uno dei militanti più radicali del movimento. Tra i due inizia una relazione appassionata” (dalla sinossi). Questo lungometraggio merita di essere visto non solo per scoprire questo gruppo francese e quanto abbia lottato per i diritti, ma anche per la qualità cinematografica che dimostra. Campillo è bravissimo – merito certo anche del cast – nel coinvolgere lo spettatore in qualcosa che potrebbe apparire lontana e, invece, c’entra con noi più di quanto si possa pensare. In fondo c’è ancora troppa poca informazione sull’AIDS, sulla situazione attuale ed è innegabile che questi argomenti e l’identità sessuale stessa siano visti ancora come dei tabù. 120 battiti al minuto è un film forte e al contempo delicato nei giusti momenti.

— Ammore e malavita dei Manetti Bros.

Quando è stato presentato alla 74esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, era stato ammirato il coraggio di Alberto Barbera e dei suoi selezionatori di inserirlo nel Concorso ufficiale. Ancor più post visione possiamo affermare che è stata la scelta giusta, sia per spiazzare un po’, ma anche per la qualità di quest’opera che vi farà vivere una Napoli diversa rispetto all’immaginario sempre più restituito legato alle ombre e con toni drammatici. Ve ne parliamo dettagliatamente nella nostra recensione.

Sempre ottimo il lavoro sulla colonna sonora di Pivio Pischiutta e Aldo De Scalzi. Vi segnaliamo, in particolare, che vi divertirete ascoltando una bravissima Serena Rossi ne ‘L’amore ritrovato’ (di cui riconoscerete le note) e Claudia Gerini, Carlo Buccirosso e Giampaolo Morelli in ‘Na Na Land’.

— Blade Runner 2049 di Denis Villeneuve

Ryan Gosling, Harrison Ford, Ana de Armas, Jared Leto, Sylvia Hoeks, Robin Wright, Mackenzie Davis. Non poteva che esserci un parterre di questo calibro per un titolo così. Ci si ritrova “trent’anni dopo gli eventi del primo film. L’agente K della Polizia di Los Angeles (Gosling) scopre un segreto sepolto da tempo che potrebbe far precipitare nel caos quello che è rimasto della società. La scoperta di K lo spinge verso la ricerca di Rick Deckard (Ford), un ex-blade runner della polizia di Los Angeles sparito nel nulla da 30 anni”. Non era un’impresa semplice, tanto più avendo alle spalle il cult di Ridley Scott, ma Denis Villeneuve c’è riuscito stimolando diverse letture e suggestioni con cui ci si può approcciare a questo film. “”Che cosa definisce un essere umano?” Questa è la domanda posta dal regista e le risposte sorprendenti proposte nel suo nuovo film sfidano le nozioni di chi siamo… e dove siamo diretti. Non è la prima volta che ci si interroga sul valore, e sui valori, dell’umanità” (dalle note di produzione). “Il mio obiettivo era quello di onorare l’estetica del film noir del primo, pur dando al nuovo film una propria identità”, ha dichiarato dal canto suo il regista.

Eventi cinematografici

— Lo and Behold – Internet: il futuro è oggi (Aula Magna dell’Università Statale di Milano 9 ottobre)

Torna l’appuntamento con ‘La Statale cinema‘ partendo da un film di Herzog. Uno dei maestri del documentario realizza un’opera in cui si indaga il mondo digitale descrivendolo come “una delle più grandi rivoluzioni che noi, in qualità di esseri umani, stiamo vivendo”; allo stesso tempo, però, mostra anche le conseguenze negative com’è la stessa dipendenza dalla rete o le insidie che nasconde.

Al termine della proiezione ci sarà un dibattito tra i docenti Università degli studi di Milano: Giovanni Ziccardi (Professore di Informatica giuridica), Laura Boella Professore di Filosofia morale ) e Giulio Giorello (Professore di Filosofia della Scienza).

ORARIO: h 20

PREZZO: ingresso libero fino a esaurimento posti

Rassegne cinematografiche

― Principesse & Eroine Disney (MIC – Museo Interattivo del Cinema 8 – 29 ottobre)

Al nostro articolo tutti i dettagli di un’iniziativa che riunirà la famiglia.

ORARI: vari a seconda della proiezione

PREZZI: biglietto unico 5 euro

― Visioni dal Mondo (UniCredit Pavilion e Fondazione Feltrinelli 5 – 8 ottobre)

Chi ama il cinema del reale non può perdersi la terza edizione di questo festival in cui protagonisti sono i documentari. Tante anteprime tra cui ben dodici in assoluto; ovviamente con temi strettamente connessi col nostro oggi, dagli abusi domestici all’immigrazione, dalla cybersecurity alla Brexit. Madrina di quest’anno è Fatima Bhutto, la scrittrice pakistana portavoce dei diritti e della libertà attraverso l’arte.

Solo la scorsa settimana vi avevamo parlato dell’opera seconda di Leonardo Di Costanzo, attualmente in sala, qui ci sarà modo di ripercorrere i suoi lavori e assistere a una masterclass aperta al pubblico: ‘Dal film documentario al cinema del reale’ (in programma domenica). A questo link il programma dettagliato della rassegna.

Ingresso libero a tutte le proiezioni fino a esaurimento posti.