Triennale Teatro dell'Arte: la stagione 2017 - 2018
 

Triennale Teatro dell’Arte: la stagione 2017 – 2018 punta sui molteplici sguardi

Foto tratta da 'El Conde de Torrefiel' di Guerrilla

Foto tratta da ‘Guerrilla’ di El Conde de Torrefiel’

Il 22 febbraio 2017 ha preso il via il nuovo corso del Teatro dell’Arte che ha cercato di recuperare un po’ il tempo “perso”, proponendo fino a luglio ben quarantasei spettacoli, dichiarando e manifestando come si trattasse di “questione di sguardi”. Su questa linea prosegue il rilancio definitivo.

La stagione 2017 – 2018 del Teatro dell’Arte vuole consolidare le linee tracciate in questi mesi, con l’ambizione di diventare un referente per la scena sperimentale anche sul piano internazionale. Alcuni tra gli artisti e le compagnie chiave del contemporaneo arriveranno a Milano (molti per la prima volta) per fare del Teatro dell’Arte, in sinergia con la Triennale che ne accoglie l’attività, un polo di attrazione unico in città anche per quanto riguarda le arti della scena” (dalla nota ufficiale).

Dieci mesi ininterrotti di programmazione dove non si vuole puntare su una mera successione di titoli, ma su nomi – tra new entry e ritorni – che possano dar corpo a un progetto. “La prima stagione integrale ideata dal nuovo curatore Umberto Angelini pone ancora al centro la pluralità dei linguaggi e la questione dello sguardo, di una visione aperta che indaga la molteplicità di prospettive e punti di vista”.

Dall’estero

Registi internazionali come Milo Rau (14 e 15 ottobre 2017), Roger Bernat (dal 24 al 28 ottobre 2017), Richard Maxwell (dal 4 all’8 ottobre 2017), Philippe Quesne (27 e 28 marzo 2018) e grandi coreografi tra cui annoveriamo Olivier Dubois (16 e 17 marzo 2018) e Jérôme Bel (dal 9 all’11 febbraio 2018) sono solo alcuni dei nomi che calcheranno le tavole della storica sala con dei lavori ben radicati nel nostro oggi, dalle migrazioni al terrorismo, senza trascurare le diverse questioni sociali che ci attanagliano.

Eventi extra: cinema e jazz

Nella commistione tra le arti, è previsto il dovuto spazio anche al jazz (il festival Jazzmi, dal 2 al 12 novembre 2017) e al cinema. Per la prima volta, infatti, la rinomata rassegna bolognese de Il Cinema Ritrovato arriverà nella città meneghina (dall’1 al 5 luglio 2018) con alcune opere che hanno segnato la Settima Arte. È un appuntamento che i cinefili amano molto, tanto che a Bologna arrivano da ogni parte dell’Italia pur di non perdersi questo spettacolo-festa in cui i pilastri e le chicche della storia del cinema fanno da padroni. L’idea che possa esserci, subito dopo, un assaggio anche a Milano siamo sicuri che soddisferà molti appassionati!

Gli artisti italiani

Si va dalle prestigiose presenze di Romeo Castellucci (dal 3 al 5 aprile 2018) e Virgilio Sieni (7 e 8 aprile 2018) a due coreografi nostrani rinomati anch’essi all’estero – Alessandro Sciarroni e Michele Di Stefano (dal 26 al 28 novembre 2017). Non potevano mancare all’appello i Motus (dal 2 al 7 maggio 2018), il duo Deflorian/Tagliarini (dal 28 al 30 settembre 2017), il collettivo milanese Strasse (dal 3 al 13 aprile 2018), Silvia Costa (dal 14 al 24 settembre 2017), Cristiana Morganti (dall’1 al 3 dicembre 2017) e tanti altri. Dopo aver gravitato tra il Teatro Franco Parenti e il Piccolo Teatro, Sonia Bergamasco porta ‘L’uomo seme’ alla Triennale (dal 16 al 21 gennaio 2018), “uno spettacolo corale concepito in forma di ballata, in cui racconto, canto e azione scenica cercano un punto di equilibrio essenziale”.

Infanzia

A parte gli spettacoli organizzati nel corso della stagione, a giugno 2018 è prevista un’iniziativa ad hoc. “La stagione 2017 – 2018 si chiuderà con un momento rivolto ai bambini della prima infanzia, un progetto immersivo per la fascia 0-12 mesi e un format per i bambini 0-6 anni che prevede il coinvolgimento di partner internazionali.

Il progetto è pensato per un pubblico di genitori e insegnanti che vogliono approfondire il mondo delle arti performative e della creatività contemporanea per l’infanzia in modo nuovo e curioso”.

Foto tratta da 'Butterfly' di Kinkalieri

Foto tratta da ‘Butterfly’ di Kinkalieri

Lo spettatore partecipante

Ve lo abbiamo raccontato in occasione di alcuni spettacoli presentati in questi mesi, il pubblico del Teatro dell’Arte non sempre può stare “comodo” in poltrona. Gli spettacoli di El Conde de Torrefiel (14 e 15 settembre 2017), Kami Manns (dal 22 al 27 maggio 2018), Roger Bernat, Lotte van den Berg (dal 28 al 30 settembre 2017) e Deflorian/Tagliarini, Strasse, Gob Squad (22 e 23 novembre 2017) prevedono, infatti, dinamiche immersive e partecipative.

Qui il programma completo.

RIASSUMENDO

Triennale Teatro dell’Arte stagione 2017 – 2018, dal 14 settembre 2017 al 5 luglio 2018

Biglietti

– Tariffa 1: ‘Guerrilla’, ‘Vision Disturbance’, ‘Five Easy Pieces’, ‘Nessuna conversazione degna di rilievo’, ‘Lenin e lo Zar. I due treni della Rivoluzione’, ‘Revolution Now!’, ‘Jessica and me’, ‘L’uomo seme’, ‘Hearing’, ‘Cédric Andrieux’, ‘Birdie’, ‘Les Mémories d’un seigneur’, ‘L’Effet de Serge’, ‘Schwanengesang D744′, ‘Pulcinella_Quartet’, ‘Panorama’, ‘Terror’.
Prezzi: intero 20€; ridotto under30 e over65 15€; ridotto studenti 10€
– Tariffa 2 per ‘Cinéma Imaginaire’, ‘Storie Milanesi Live’, ‘Sylphidarium’, ‘Louvre III’, ‘FOLK-S will you still love me tomorrow?’, ‘CHROMA_don’t be frightened of turning the page’, ‘To be banned from Rome’, ‘Higher’, ‘Robinson’, ‘Nightwalks with Teenagers’.
Prezzi: intero 15€; ridotto under30 e over65 10€; ridotto studenti 7€
– Tariffa 3 per ‘The End – Milano': intero 10€; ridotto 7€; ridotto studenti 5€ (ridotto studenti)
– Spettacoli per l’infanzia ‘Butterfly’, ‘Joseph Kids’, ‘Gioppino e il mistero del castello’, ‘Il mantello fatato': bambini 5€; adulti 10€
– Tariffa 4 per ‘Descrizione di un quadro': biglietto unico 5€

Abbonamenti

– 1+1=3
Acquistando due biglietti della tariffa 1 ricevi in omaggio un biglietto a tua scelta tra gli spettacoli della tariffa 2. Formula acquistabile un massimo di due volte.
Prezzi: intero 40€; ridotto per under30 e over65 30€; ridotto per studenti 20€
– Carnet 12 dodici spettacoli a scelta tra quelli a tariffa 1 e a tariffa 2. Prezzi: intero 144€; ridotto 120€; studenti 96€
– Abbonamento Danza comprende solo i seguenti spettacoli: ‘Sylphidarium’, ‘Jessica and me’, ‘FOLK-S will you still love me tomorrow?’, ‘CHROMA_don’t be frightened of turning the page’, ‘Cédric Andrieux’, ‘Les Mémories d’un seigneur’, ‘Robinson’, ‘Puclinella Quartet’. Prezzi: intero 112€; ridotto 80€; studenti 56€
– ‘Dance Night’. Acquistando il biglietto Dance Night al prezzo di 21€ puoi vedere:
‘To be banned from Rome’ di Annamaria Ajmone e ‘Bienoise/Alberto Ricca’ e ‘Higher’ di Michele Rizzo.
– Storie Milanesi Live. L’abbonamento comprende le tre serate del ciclo Storie Milanesi Live. Prezzi: intero 30€; ridotto 24€; studenti 15€
– Abbonamento infanzia. ‘Butterfly’ + ‘Joseph Kids’. Prezzi: bambini 7€; adulti 15€
‘Gioppino e il mistero del Castello’ + ‘Il mantello fatato’. Prezzi: bambini 7€; adulti 15€

Ogni abbonamento è nominale e non cedibile.

I prezzi dei biglietti e degli abbonamenti qui indicati non sono comprensivi di prevendita. La prevendita, pari al 10% del prezzo a fronte di un minimo garantito di 1€, viene applicata sui biglietti acquistati presso il portale e i punti vendita Vivaticket e presso la biglietteria del Teatro (fino a tre ore dall’inizio dello spettacolo).