Sugnu o non sugnu al Teatro Libero di Milano
 

Sugnu o non sugnu: Shakespeare siciliano e degustazione di prodotti tipici al Teatro Libero

sugnu-o-non-sugnu

©Gianluigi Primaverile

Weekend all’insegna della Sicilia al Teatro Libero di Milano con Sugnu o non sugnu – Una notte insonne in casa Shakespeare, per la rassegna Palco Off – Autori, attori, storie di Sicilia.

In scena da venerdì 18 a domenica 20 marzo 2016, lo spettacolo svelerà al pubblico le vere origini del Bardo: l’isola a sud dell’Italia. Ebbene sì, perché William Shakespeare in realtà era siciliano. A scrivere e interpretare questa commedia tra surreale e ironia è Francesca Vitale, al fianco di Francesco Foti.

A rivelarlo in una notte insonne alla moglie Anne Hathaway, un certo Michelangelo Florio, alias William Shakespeare. Traducendo alla lettera il nome di sua madre Guglielma Crollalanza, Michelangelo è un fuggitivo: per non cadere vittima delle torture nella Sicilia spagnola e cattolica del ‘500, Florio arriva in Inghilterra dove sposa Anne, inglese purosangue. Ultraquarantenni, passano le loro giornate nella casa di Stratford, trovando ispirazione dell’esistere solo dalla presenza l’uno dell’altro e dove è difficile non intrecciare vita quotidiana e opere.

«Sugnu o non sugnu è arrivato come apoteosi di una ricerca che doveva coniugare, per me, tante cose: non solo e non tanto la traduzione fin troppo scontata di “Essere o non essere”, ma anche la dimensione di una coppia non qualunque in un quotidiano qualunque, il teatro con le sue eterne problematiche come la solitudine dell’autore e l’ovattato e finto atteggiamento che spesso lo circonda. E poi le origini di William», spiega l’autrice Francesca Vitale.

«Per me la cosa più rilevante – dichiara il regista Nicola Alberto Orofino – è che quel tale è stato senza alcun dubbio un uomo di teatro, il più grande uomo di teatro, e che ha inventato una quantità gigantesca di personaggi giganteschi. E in ognuno di questi giganti ha racchiuso la vita. Oserei persino dire che questi personaggi hanno cambiato la vita del genere umano. Per questo quando ci riferiamo a quel tale parlare d’identità è futile. La sua è un’identità universale, globale e multiculturale. In altri termini lui appartiene a tutti. E se così è, puoi divertirti a pensare che è (stato) tuo concittadino, tuo connazionale o tuo parente. E su questo pensiero ci puoi anche costruire un gioco. Un gioco, sì».

Mezz’ora prima dello spettacolo, il Teatro Libero ospiterà una degustazione di prodotti tipici siciliani offerti da Al-Cantara, Mandrarossa e Tenuta del Nanfro per i vini, Siciliano-sicilian food with love, Sicilian wine and food art e Vivà per il cibo. In più una proiezione di liberi pensieri sulla Sicilia. Dopo la performance si terrà invece un incontro con gli artisti.

Biglietti: 21 euro (ridotto 15 euro under 26 e over 60)

Orario spettacolo: venerdì 18 e sabato 19 marzo 2016, ore 21; domenica 20 marzo 2016, ore 16

Orario degustazione: venerdì e sabato 20.30; domenica 15.30

Per ulteriori informazioni: 02/8323126 oppure biglietteria@teatrolibero.it

 

Sugnu o non sugna – Una notte insonne in casa Shakespeare

di e con Francesca Vitale, con Francesco Foti; regia Nicola Alberto Orofino

Teatro Libero – Via Savona 10

Venerdì 18 e sabato 19 marzo 2016, ore 21; domenica 20 marzo 2016, ore 16

Biglietti: 21 euro (ridotto 15 euro under 26 e over 60)

 

Teatro Libero
Via Savona 10