Borghi aperti Emilia Romagna: un weekend per scoprirli
 

Borghi aperti Emilia Romagna: un weekend con la tradizione

Palazzo Viviani Montegridolfo (8)

Nel primo weekend d’autunno in Emilia Romagna sono protagonisti i borghi storici che si presentano in tutto il loro splendore a turisti e curiosi offrendo il meglio della loro tradizione.

Sono 23 i centri che aderiscono all’iniziativa ‘Borghi aperti‘ con spettacoli e intrattenimento, gastronomia, artigianato e mercati, e la possibilità di visitare musei, palazzi, castelli e così via.

Sabato 3 e domenica 4 ottobre l’evento diffuso, promosso dall’Assessorato al Turismo dell’Emilia Romagna in collaborazione con ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) Emilia-Romagna, avrà il ritmo slow dei borghi protagonisti, e permetterà di rivivere le atmosfere dei tempo antichi tra rocche, masti e antiche dimore nobiliari in tutta la regione.

Tantissimi gli appuntamenti in calendario, come la “Caccia al fantasma letterario” a Vigarano Mainarda in provincia di Ferrara sabato 3 ottobre; ‘Gambeinspalla’, percorso di trekking sui sentieri della Valle di Bobbio organizzato domenica 4 ottobre; la Festa della Castagne nell’intero weekend a Castell’Arquato; la Sagra dell’Uva a Longiano; la ricostruzione storica ambientata nel Rinascimento a San Leo, la Caccia al fantasma letterario a Vigarano Mainarda e così via. Qui la cartoguida dei Borghi Aperti Emilia Romagna con il programma e qui le informazioni aggiornate.

In occasione dell’evento sarà inoltre possibile visitare con guide turistiche Palazzo Viviani e il Borgo di Montegridolfo nelle giornate del 3 e 4 Ottobre, dalle 10 alle 19.

La visita guidata permetterà di scoprire la storia e le curiosità del Castello di Montegridolfo, tra Romagna e Marche, passeggiando tra le bancarelle del mercatino allestito nel borgo.

Sarà anche possibile prenotare il menu del Castello, a cura dello chef Juri Bellani (info@palazzoviviani.com)