Milano Moda donna: il ritorno alle linee pulite
 

Milano Moda Donna, ritorno alla femminilità dalle linee pulite

La Milan Fashion Week (Milano Moda Donna) è partita ufficialmente il 25 mattina: in questi 6 giorni di sfilate, eventi e inaugurazioni verranno presentate 151 collezioni donna per il prossimo autunno/inverno 2015-2016.

Il primo giorno hanno sfilato grandi marchi come Gucci, il cui nuovo stilista Alessandro Michele ha portato in passerella uno stile dalle scollature profonde e il ritorno del rosso come protagonista assoluto. Ha fatto ricomparire la doppia «G» di Gucci dopo l’ultima parentesi di Frida Giannini che rasentava il «no logo». Una «envelope» leggermente più geometrica per dare nuova vita a un logo aziendale glorioso.

Fausto Puglisi, uno dei talenti italiani della nuova generazione, è cresciuto nel mito di Gianni Versace: le donne che ama sono forti, grintose, ma sempre con grazia. Ecco così che l’anfibio è aggressivo e «metal», ma con dettagli preziosi e una suola più sottile: donne grintose ma leggere, senza carrarmato.

Il defilè di Alessandro Dell’Acqua per N21 ha reso ancora più eterea la sua donna tra praticità sportiva e eleganza anni ’40 con la leggerezza del volo degli uccelli come stampa sui tessuti.

Alberta Ferretti vede la delicatezza femminile in tutte le epoche: ieri ha mostrato il suo Rinascimento. I capelli delle modelle erano raccolti in code di cavallo, con naturalezza: quando la semplicità e la praticità diventano segni distintivi.

Disobbedienza stilistica, ecco il principio motore di Stella Jean con look in cui la donna fa propri, interpreta e usurpa i momenti della quotidianità maschile. Prende così il via un’invasione di forme femminili per mettere in luce una silhouette più gentile.

Ricordatevi che la fashion week è a portata di tutti, così chi non ha un invito alle sfilate può seguire la diretta streaming.

Isabella Ratti

www.silkgiftmilan.com