Parco Canile Milano, la struttura rivive dopo l'alluvione
 

Il Parco Canile di Milano torna a vivere dopo l’alluvione

Parco Canile comunale (8)Buone notizie per gli amanti degli animali: il Parco Canile comunale di Milano torna a vivere dopo l’alluvione del 15 novembre scorso che aveva causato l’esondazione del Lambro.

110 cani ospitati nella struttura sono già rientrati mentre si dovrà attendere ancora qualche giorno per i gatti, che hanno bisogno di locali riscaldati a dovere.

Dopo i danni subiti, la struttura è stata migliorata con il ripristino integrale dei locali per i volontari e dell’impianto elettrico, l’ampliamento delle parti all’aperto per i cani e l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda.

Vedere la rinascita del canile a soli tre mesi dall’alluvione, così come avevamo promesso, è una gioia immensa – commenta l’assessore con delega alle Politiche Animali, Chiara Bisconti -. Il mio grazie va a tutti coloro che ci hanno aiutato in queste settimane: i volontari, che hanno svolto un lavoro meraviglioso con grandi sacrifici personali, gli Uffici tecnici del Comune, che hanno lavorato con grandissima efficiacia, il Comune di Monza che ci ha aiutato a superare le giornate più difficili. Grazie all’Associazione Arcadia-Dog Evolution e a tutte le altre che ci hanno dato una mano in mille modi diversi“.

L’assessora ha sottolineato anche l’aiuto arrivato dai cittadini sotto forma di adozioni, la prova “che Milano ha una straordinaria capacità nel rispondere a situazioni di emergenza“, ha ricordato Bisconti.

Parco Canile Milano

Il Parco Canile è stato inserito nell’elenco delle ‘strutture sensibili’ della Protezione Civile, in modo da essere prontamente soccorsa nel caso di future emergenze.

A tutti i milanesi voglio dire di tornare a trovarci – è l’invito del Garante degli animali, Valerio Pocar – e a chi ancora non ci è stato di venire a vedere il canile e il gattile e di adottare gli animali che vengono assistiti con tanto amore e professionalità“.