Film in uscita 15 gennaio 2015: i film nelle sale dal weekend
 

Film in uscita giovedì 15 gennaio 2015: le novità del weekend

stephen_hawking_la_teoria_del_tuttoWeekend di metà gennaio con diverse uscite cinematografiche interessanti: sono infatti sei i nuovi film che debutteranno nelle sale italiane e milanesi nel fine settimana che prende il via oggi, giovedì 15 gennaio.

Iniziamo la nostra panoramica con uno dei titoli segnalato come tra i prossimi protagonisti della stagione dei premi ovvero La teoria del tutto di James Marsh con Eddie Redmayne (foto) e Felicity Jones, film che ha conquistato due Golden Globe la scorsa domenica (miglior attore in un film drammatico e miglior colonna sonora). La teoria del tutto racconta la storia del più grande e celebrato fisico della nostra epoca, Stephen Hawking, e di Jane Wilde, la studentessa di Arte di cui si è innamorato mentre studiavano insieme a Cambridge negli anni 60. All’età di 21 anni, Stephen Hawking, brillante studente di cosmologia, è stato colpito da una malattia terminale per la quale, secondo le diagnosi dei medici, gli sarebbero rimasti 2 anni di vita. Stimolato però all’amore della sua compagna di studi a Cambridge, Jane Wilde, arrivò ad essere chiamato il successore di Einstein, oltre a diventare un marito e un padre dei loro tre figli. Durante il loro matrimonio allo stesso modo in cui il corpo di Stephen si indeboliva, dall’altro lato la sua fama accademica saliva alle stelle.

Un kolossal biblico segna il ritorno al cinema di Ridley Scott con Exodus – Dei e Re. L’epica avventura di un uomo che ha avuto il coraggio di sfidare la potenza di un impero. Usando effetti speciali allo stato dell’arte e un 3D immersivo, Scott porta nuova linfa alla storia di Mosè (Christian Bale) e alla sua lotta contro il faraone egizio Ramses (Joel Edgerton), guidando 400,000 schiavi in un monumentale viaggio per fuggire dall’Egitto e dalle sue mortali piaghe.

Grande interesse anche per un film italiano in uscita questo weekend, vale a dire Hungry Hearts di Saverio Costanzo, girato a New York, e interpretato da Adam Driver e Alba Rohrwacher, entrambi insigniti della Coppa Volpi per la migliore interpretazione all’ultimo Festival di Venezia. Jude è americano, Mina è italiana. S’incontrano per caso a New York. S’innamorano, si sposano e presto avranno un bambino. Sin dai primi mesi di gravidanza Mina si convince che il suo sarà un bambino speciale. È un infallibile istinto di madre a suggerirglielo. Suo figlio deve essere protetto all’inquinamento del mondo esterno e per rispettarne la natura bisogna preservarne la purezza. Jude, per amore di Mina, la asseconda, fino a trovarsi un giorno di fronte ad una terribile verità: suo figlio non cresce ed è in pericolo di vita, deve fare presto per salvarlo. All’interno della coppia inizia una battaglia sotterranea, che condurrà ad una ricerca disperata di una soluzione nella quale le ragioni di tutti si confondono.

In questo fine settimana è da sottolineare il ritorno in sala di due personaggi molto amati da diverse generazioni di spettatori, ovvero Asterix e Obelix, protagonisti del film Asterix e il Regno degli Dei, prima pellicola della serie ad essere realizzata completamente in computer grafica 3D. Si tratta della trasposizione animata del diciassettesimo albo della serie e racconta di un nuovo pericolo che incombe sui Galli. Privandoli della loro principale risorsa, il bosco, e nel tentativo di indebolirli e “civilizzarli”, Cesare decide, infatti, di costruire proprio fuori dal loro villaggio una zona residenziale per nobili romani chiamata “il regno degli Dei”. Asterix e Obelix si recheranno al villaggio per rifornirsi, alterando così abitudini ed equilibri.

Segnalazione, infine, per due commedie italiane: Italo di Alessia Scarso è la storia (vera) della vita di un cane straordinario, Italo, divenuto simbolo della città di Ragusa nonché cittadino onorario in seguito a una serie di grandi imprese; Banana di Andrea Jublin racconta le vicende di un ragazzino convinto che nella vita si debba a tutti i costi cercare la felicità, almeno per qualcosa, e per questo si impegna al massimo per conquistare l’amore di una sua compagna di classe che vuole avere in classe anche l’anno successivo.