Il Signore degli Anelli: mostra al Museo del Fumetto - Milano Weekend
 

Il Signore degli Anelli in mostra al Museo del Fumetto di Milano

Chi non conosce il Signore degli Anelli? Dai romanzi di Tolkien ai film di successo di Peter Jackson, tra cui l’ultimo Lo Hobbit – La Battaglia delle Cinque Armate uscito da pochi giorni nelle sale,  la saga diventa ora una mostra al Wow Spazio Fumetto – Museo del Fumetto di Milano.

A partire da sabato 24 gennaio 2015, romanzi, cinema, fumetti, giochi e collezionismo dedicati al Signore degli Anelli saranno riuniti in un’esposizione unica realizzata grazie alla collaborazione con i più importanti collezionisti ed esperti, come la Società Tolkeniana Italiana, DAMA Collection (la seconda collezione al mondo di arte ispirata al mondo tolkieniano), il Greisinger Museum, l’unico museo al mondo dedicato alla Terra di Mezzo, e Fermo Immagine – Museo del Manifesto Cinematografico.

I visitatori potranno scoprire edizioni rare della famosa saga fantasy, come preziosi volumi autografati dallo stesso Tolkien e le prime edizioni dei suo libri, dipinti, illustrazioni e tavole originali (alcune realizzate dallo stesso autore per Lo Hobbit), fotografie, manifesti cinematografici, locandine, fotobuste, video, statue, action figures, videogames, giochi da tavolo, gadget, libri.

Inoltre la mostra ospiterà plastici realizzati con migliaia di mattonino Lego, riproducenti le scene più celebri dei film di Jackson, mentre l’Associazione Brianza Lug partecipe con due plastici che riproducono la scena del Monte Fato e le Paludi della Morte costruiti con 6.000 mattoncini.

L’esposizione si apre con la sezione dedicata allo scrittore inglese John Ronald Reuel Tolkien, autore dei romanzi Lo Hobbit (1937) e Il Signore degli Anelli (1954-55). Oltre a libri e illustrazioni, non mancherà il testo della poesia Le rive del Paese delle Fate, considerata dallo stesso autore il punto di partenza della sua mitologia.

Gollum, Aragorn, Frodo, Saruman, Gandalf, Smaug e gli altri protagonisti della saga saranno al centro delle numerose illustrazioni presenti in mostra, da quelle provenienti dalla DAMA Collection ai preziosi originali dei fratelli Hildebrandt, dalle tavole originali di Roger Garland a quelle degli artisti italiani come Angelo Montanini e Piero Crida , autore delle copertine dei tre volumi tascabili pubblicati nel 1974 da Rusconi. Presenti anche le opere di Ted Nasmith, Alan Lee e Donato Giancola che offrono al pubblico una panoramica dei vari personaggi, ognuno con una scheda introduttiva che ne illustra il carattere, l’opera e le caratteristiche principali. Inoltre, per la prima volta in Italia, le tavole originali realizzate nel 1977 da Sua Maestà la Regina Margherita II di Danimarca, sotto lo pseudonimo di Ingahild Grathmer, per illustrare la prima edizione danese de “Il Signore degli Anelli”.

Non solo illustrazioni, la mostra dedicata al Signore degli Anelli ospiterà anche una sezione dedicata al fumetto, con le tavole originali di Luis Bermejo, David Wenzel, una rara versione de Lo Hobbit a fumetti realizzato in Bulgaria negli anni Settanta, le tavole della biografia di Tolkien a fumetti pubblicata negli Stati Uniti. Tra le opere anche le parodie disneyane (Paperino e il signore del Padello e i quattro episodi della Spada di ghiaccio del maestro Massimo De Vita) il Signore dei Ratti di Leo Ortolani e le vignette de Il Signore dei Porcelli firmate degli autori di Zannablù. Ciliegina sulla torta, la puntata dei Simpson in cui i personaggi del cartoon vestono  panni degli eroi di Tolkien.

Infine il cinema: oltre ai film di Peter Jackson, girati tra il 2001 e 2014, in molti hanno provato nell’impresa di trasformare  la saga in film, come l’esperimento girato a tecnica mista nel 1978 da Ralph Bakshi o la versione animata de Lo Hobbit realizzata nel 1966. Grazie al materiale proveniente dall’archivio del museo Fermo Immagine di Milano, la mostra ospiterà numerosi manifesti e fotobuste e una serie di costumi ispirati alle varie pellicole girate negli anni. Grande spazio sarà dedicato anche ai Fan film, le pellicole realizzate dagli appassionati, come Tolkien’s Road.

La collezione di statue prestate da Animetoys di Milano darà vita ai personaggi dei film mentre un Gollum a grandezza naturale non mancherà di stupire i visitatori. Sarà inoltre presente un Uruk-hai, un gigantesco orco della Terra di Mezzo in tenuta da battaglia alto oltre due metri, una testa di Balrog, lo spaventoso demone di fuoco e un monumentale diorama di 2×3 metri che riproduce la battaglia del Fosso di Helm tra orchi e uomini di Rohan.

Per tutta la durata della mostra, che si concluderà il 22 marzo 2015, il Museo del Fumetto ospiterà nei weekend incontri con autori di saggi, traduttori, illustratori ed esperti di usanze hobbit, corsi di lingua e di scrittura elfica, combattimento con la spada a cura della Compagnia dei Viaggiatori in Arme, proiezioni, sedute di giochi di ruolo dal vivo, concerti di musica, tornei di game e un contest dedicato ai Cosplay tolkieniani (1° marzo 2015).

 

Wow Spazio Fumetto
Viale Campania 12