Abbonamento Atm Smartphone dal 10 novembre - Milano Weekend
 

Abbonamento Atm su smartphone: al via la sperimentazione

PosteMobile-ATMUna grande novità per il trasporto pubblico milanese si presenta a partire da oggi, lunedì 10 novembre. Entro l’inizio di Expo per viaggiare sui mezzi pubblici biglietti e abbonamenti potrebbero diventare superflui e lasciare spazio alla tecnologia, segnatamente all’uso dello smartphone a mo di tessera.

Questa è infatti la novità che viene introdotta a partire da quest’oggi in maniera del tutto sperimentale. Con il nuovo Servizio Trasporti NFC offerto da ATM Milano in collaborazione con PosteMobile, infatti, si potrà utilizzare il proprio smartphone come una tessera elettronica ATM, grazie all’App PosteMobile e alla tecnologia NFC.

Installando l’applicazione PosteMobile si potrà acquistare un abbonamento (settimanale, mensile o annuale) per i profili ordinario, studente e senior e caricarlo direttamente sul telefono. Per viaggiare sui mezzi ATM basterà accostare il proprio smartphone al tornello della metropolitana o alla convalidatrice dei mezzi di superficie.

La prima fase di questa sperimentazione è, al momento, riservata solo a chi dispone di un telefono con software Android e con Super Sim NFC e sia cliente PosteMobile oppure sia disposto a sottoscrivere un contratto ad hoc con Poste italiane.

L’innovativa tecnologia Near Field Communication (NFC) permette lo scambio di informazioni tra due dispositivi semplicemente avvicinandoli tra loro (contactless). Utilizzata sui tornelli e sulle convalidatrici, consente la comunicazione con il telefono dell’utente, dove è presente lo specifico abbonamento ATM.

L’app PosteMobile è scaricabile da Google Play Store: dopo la registrazione al sistema anagrafico ATM, chi è in possesso di uno strumento di pagamento BancoPosta potrà comprare l’abbonamento nella sezione I tuoi abbonamenti.

Chi sceglie di acquistare l’abbonamento con PosteMobile potrà viaggiare con il proprio smartphone NFC come se utilizzasse la tessera elettronica ATM. In caso di controllo, sarà sufficiente avvicinare il telefono al palmare dell’operatore.