Teatro alla Scala: il programma di maggio - Milano Weekend
 

Teatro alla Scala: il programma di maggio

serata-petitIl mese di maggio che va ad iniziare al Teatro alla Scala è caratterizzato prevalentemente da eventi concertistici.

Il maggio scaligero si apre, infatti, domenica 4 alle ore 16 con l’esibizione dell’Ensemble Strumentale Scaligero in un concerto che comprende brani di George Gershwin (Un americano a Parigi e Rapsodia in blu, secondo la trascrizione di Stefano Nanni) e Astor Piazzolla (Escualo, Oblivion e Cuatro Estaciones Porteñas nella trascrizione di Paolo Zannini).

Lunedì 5, invece, alle ore 15, spazio al Quartetto d’archi della Scala (Claudio Voghera al pianoforte, Francesco Manara al violino, Simonide Braconi alla viola, Massimo Polidori al violoncello) che si confronterà con le musiche di Maurice Ravel (Pavane pour une infante défunte per viola e pianoforte; Trio in la maggiore per violino, violoncello e pianoforte; Vocalise-étude en forme de habanera per viola e pianoforte; Quartetto in fa maggiore per archi).

Sempre lunedì 5 prosegue il ciclo dedicato a Richard Strauss con un concerto diretto da Riccardo Chailly e con la partecipazione straordinaria del soprano Anja Harteros.

Sono due gli appuntamenti di maggio con la Filarmonica del Teatro alla Scala: si inizia lunedì 12 (ore 20.30) con la Serata a favore della Croce Rossa Italiana – Comitato Locale di Milano diretta da Daniele Gatti e che vedrà eseguiti due brani di Ludwig van Beethoven, ovvero la Sinfonia n.4 in si bemolle maggiore op. 60 e la Sinfonia n.7 in la maggiore op.92. Si prosegue poi con un concerto della Stagione Sinfonica della Filarmonica, diretto da Esa-Pekka Salonen che andrà in scena dal 20 al 23 maggio e in cui saranno suonate la Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 36 di Ludwig van Beethoven e la Sinfonia n. 1 in re maggiore “Titan” di Gustav Mahler.

Giovedì 8 alla ore 17 è la volta dei Solisti dell’Accademia di Perfezionamento per Cantanti Lirici, serata realizzata in collaborazione con l’Accademia del Teatro alla Scala, mentre il 22 maggio, sempre alle 17, toccherà all’Ensemble Giorgio Bernasconi dell’Accademia Teatro alla Scala diretta da Renato Rivolta, un concerto che fa parte del cartellone di Suona francese 2014, organizzato e promosso dall’Ambasciata di Francia in Italia e dall’Institut français Italia.

Maggio vedrà in scena alla Scala anche le ultime repliche de Il lago dei cigni nella versione coreografata da Rudolf Nureyev: si riprende martedì 6 maggio fino a domenica 11, ultima recita di questo imperdibile spettacolo.

Il balletto sarà comunque protagonista al Teatro alla Scala con uno degli appuntamenti più attesi della stagione, ovvero la Serata Petit (nella foto) che debutterà al Piermarini il 28 maggio con repliche che si concluderanno il 20 giugno. Il programma prevede due balletti ovvero Le Jeune homme et la Mort da libretto di Jean Cocteau sulle musiche di Johann Sebastian Bach e Pink Floyd Ballet accompagnato dalle note psichedeliche dei Pink Floyd. Entrambi i balletti sono stati coreografati dal grande Roland Petit, scomparso nel luglio del 2011.

Una sola opera caratterizza il programma scaligero di maggio, vale a dire Elektra di Richard Strauss, tragedia in un atto basata sul libretto di Hugo von Hofmannsthal. In scena dal 18 maggio al 10 giugno, Elektra può contare sulla direzione musicale di Esa-Pekka Salonen e sulla regia di Patrice Chéreau, ripresa da Vincent Huguet a seguito della morte del regista francese avvenuta lo scorso ottobre.

Da segnalare, infine, i recital della soprano Angela Gheorghiu (16 maggio, ore 20) e del tenore Rolando Villazón (25 maggio, ore 20), accompagnato al pianoforte da Daniel Barenboim.